Info Midol: Jalibert ha ricevuto a Tolone, le metà di apertura sono ancora popolari sul mercato

Sotto contratto fino al 2025, il debutto dell’UBB è stato comunque sugli scaffali del racing 92, del Tolone o dello stadio francese nelle ultime settimane. Ma il suo rilascio sembra impensabile per il momento, il che spinge i suoi corteggiatori a esaminare altre questioni.

Raramente il post di apertura ha animato così tanto il mercato durante l’autunno. E soprattutto con nomi altisonanti. È una specie di gioco di sedie musicali che si gioca da diverse settimane, con un uomo al centro di tutte le attenzioni: il nazionale francese Matthieu Jalibert (23 anni; 17 presenze). Dalla scorsa estate, e dalla frettolosa partenza dell’amico Cameron Woki, che ha lasciato la Union Bordeaux-Bègles per approdare al Racing 92 un anno prima della scadenza del suo contratto, l’interessato si è posto domande sul suo futuro, anche se prorogato lo scorso anno fino al 2025. I vertici, ancora una volta, sono stati i primi a studiare da vicino il dossier e ad immaginare in Jalibert il potenziale successore dello scozzese Finn Russell (30 anni ; 63 selezioni).

Parigi era passata all’offensiva

Anche Tolone, desideroso di avere un numero 10 importante, ha esaminato il suo caso. E, infine, anche lo Stadio francese ha avanzato le sue pedine. Va detto che il club parigino vedrà il suo primo argentino Nicolas Sanchez (34 anni; 79 selezioni) lasciare la capitale. E, nonostante la presenza di Joris Segonds e Léo Barré nella sua squadra, sarebbe stato anche il più offensivo nell’operazione Jalibert. Alla domanda sul futuro della sua prima metà tre settimane fa, il manager di UBB Christophe Urios ha risposto: ” Nessuno ne parla qui. Forse ne parla con i suoi amici, ma non è un argomento. E ancor meno con il presidente. Ha ancora due anni di contratto. È sotto contratto, e basta! »

In effetti, la sua partenza dalla Gironda sembra sempre più impensabile. Dietro le quinte, il suo presidente Laurent Marti avrebbe fatto sapere più volte che il giocatore era incedibile. Un discorso più fermo che per Woki. Questa posizione potrebbe cambiare nelle settimane o nei mesi a venire? I corteggiatori di Matthieu Jalibert si sono comunque rivolti ad altre opzioni.

Jalibert ancora ricevuto a Tolone

Come rivelato su Rugbyrama.fr Giovedì pomeriggio, l’RCT ha offerto con effetto immediato l’internazionale gallese Dan Biggar (33 anni, 105 selezioni). Il giocatore aveva già annunciato che avrebbe lasciato il Northampton a fine stagione e i decisori del Var si sono precipitati nella breccia (e hanno approfittato delle difficoltà finanziarie dei club inglesi) per attirarlo ora. Dopo aver studiato la pista che porta al sudafricano Elton Jantjies, esonerato dal suo club giapponese e che sarebbe in riabilitazione, il Tolone ha accelerato sulla possibilità di ingaggiare il gallese, attualmente infortunato ad un ginocchio e di cui non si conosce ancora il ritorno alle competizioni (lui mancherà il tour di novembre con la sua selezione). a maggior ragione va notato che Biggar, – fermo restando il fornire le necessarie garanzie mediche – si impegnerebbe per un anno e mezzo, cioè fino a giugno 2024. Cosa mettere fine al fascicolo Jalibert? Secondo le nostre informazioni, i bordolesi sarebbero stati comunque ricevuti di recente al Campus RCT.

Un incontro Racing-Barrett?

Sul lato Racing, e come indicato in queste colonne, potrebbe tornare Russell. Per il momento nulla è stato finalizzato ma le discussioni sono in corso. Nel frattempo i Ciel et Blancs potrebbero approfittare del tour di novembre e della presenza degli All Blacks in Europa per incontrare Beauden Barrett (31 anni; 95 presenze), eletto miglior giocatore del mondo nel 2016 e 2017. Convincendolo era un sogno nell’Hauts-de-Seine, ma le pretese salariali dell’interessato hanno chiaramente raffreddato l’ardore della regione dell’Ile-de-France. a meno che non ci sia un’inversione di tendenza in un possibile scambio, immaginarlo nella Top 14 è improbabile.

Allo stadio francese, infine, interessava anche il profilo del Perpignan Tristan Tedder (26), al termine del suo contratto con Usap il prossimo giugno. Ma, come rivelato dalle nostre cure, è Castres a guidare le danze sull’apertura sudafricana.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *