• Home
  • Intoccabile, Antoine Rozner vince senza tremare l’AfrAsia Bank Mauritius Open

Intoccabile, Antoine Rozner vince senza tremare l’AfrAsia Bank Mauritius Open

0 comments

rozner-trophée-trophy-afrasia-bank-mauritius-open-vittoria ©DR/ Francois Scimeca / Golf Planete

Antoine Rozner ha vinto facilmente il suo terzo titolo nel DP World Tour questa domenica dominando tutti i suoi avversari nell’AfrAsia Bank Mauritius Open (-19). Il parigino vince cinque colpi davanti allo spagnolo Alfredo Garcia-Heredia e diventa il primo francese a trionfare tre volte in meno di 100 tornei. Julien Brun firma il primo podio della sua carriera. Jeong weon Ko completa il trionfo tricolore in questa giornata della finale dei Mondiali di calcio, con un bel quarto posto.

Erano passati poco più di tre mesi tra il suo primo successo di fine 2020 a Dubai e la vittoria in Qatar nel marzo dell’anno successivo. Questa volta, Antoine Rozner ha dovuto agitarsi per 21 mesi e abbiamo sentito il parigino sollevato quando il 18, in attesa del suo turno di putt, si è reso conto che mancavano solo pochi secondi prima di sollevare un nuovo trofeo dal Giro del mondo DP. Il terzo in 76 tornei giocati nell’élite europea dal suo debutto professionale.

Un viaggio di follia

Il caso era stato ascoltato per molto tempo. Rozner aveva un vantaggio di cinque tempi sui suoi inseguitori più vicini dopo una 31a tappa frenetica sul formidabile percorso di Monte Choisy.

È stato il suo miglior totale dall’inizio della settimana sulle sue nove buche battute dal vento.

All’avanguardia, Giuliano Marrone ricorderà a lungo la sequenza di tre uccellini e un’aquila riuscita del suo amico tricolore nell’ultima partita. Impotente, l’Antibois non ha avuto difficoltà a riconoscere la superiorità del suo avversario al termine delle 18 buche condivise con lui.

Era intoccabile. Non potevo permettermi di andare per 19 sotto. Antoine è un livello sopra. Sta a me lavorare per recuperare.

Giuliano Marrone

Nella top 5 della Race to Dubai

Intascando 335 punti? Antoine Rozner sale al 4° posto nella Corsa a Dubai. C’è ancora molta strada da fare e questa classifica verrà stravolta dai primi Serie Rolex del ritorno. Abu Dhabi poi Dubai. Prima di allora, contesterà il Coppa Eroela partita a squadre ispirata al Trofeo Sette per cui è già trattenuto Vittorio Perez apparire nella selezione dell’Europa continentale.

Capitani Tommy Fleetwood et Francesco Molinari aveva riservato un posto per squadra per una scelta dell’ultimo minuto. Non possiamo immaginare per un secondo che un altro giocatore avrebbe potuto impressionare più di Antoine Rozner questa settimana.

La forma di Pineau, le promesse di Guillamoundeguy

Oltre al primo e terzo posto di Rozner e Brun, da notare la prestazione complessiva del francese qualificato 11 su 11 per gli ultimi due turni dopo il taglio.

Cinque di loro erano tra i primi 10 venerdì sera e tre sono tra i primi cinque grazie all’ottimo ultimo giro di Jeong Weon Ko. Il giocatore di Bussy ha resistito fino alla fine e ha mancato di poco di salire sul podio con Brun su un ultimo piccolo putt il 18°. Ko spera di essere sul campo dei primi due grandi incontri dell’anno per confermare le sue buone intenzioni.

Decimo delOpen d’Australia 15 giorni fa, Pierre Pineau non è andato lontano dalla recidiva a Mauritius. Il 23enne francese conferma il suo enorme potenziale. La sua sete di vittoria e il suo temperamento sono un piacere da vedere, così come l’entusiasmo perScritto da William Moundeguyautore di un ottimo 27° posto per il suo esordio tra i professionisti.

A soli 18 anni, allievo di René Darrieumerlou a Hossegor poi a Seignosse ha mostrato una maturità eccezionale e puntiamo senza difficoltà su una rapida ascesa ai massimi livelli.

Primi 10

L’altro francese

©DP Giro del mondo

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}