• Home
  • Jokic King of Christmas, Boston asciuga Milwaukee

Jokic King of Christmas, Boston asciuga Milwaukee

0 comments

I risultati della notte in NBA

Sixers @Knicks: 119-112
Lakers @ Mavs : 115-124
dollari @ Celti : 118-139
Grizzly @ Guerrieri : 109-123
Soli @ Pepite : 125-128, dopo i tempi supplementari

I regali di Natale 2022 di cui la NBA ha bisogno

– I Nuggets sono in una buona posizione per chiudere il 2022 nella tua mente della Conferenza occidentale. Denver ha vinto il thriller del giorno contro Phoenix, in un duello tra ambiziose Conference. Nikola Jokic ei suoi compagni hanno dovuto fare gli straordinari per avere la meglio sui Suns, in un’opposizione che non saremmo contrari a vedere nei playoff tra qualche mese.

Jokic, a cui non importa che una partita si giochi il 25 dicembre o il 12 aprile, è stato comunque mostruoso a finire in tripla doppia (41 punti, 15 rimbalzi e 15 assist) e guidare la vittoria dei suoi. Degno di nota è anche lo spettacolo diAron Gordon (28 punti, 13 rimbalzi), che ha passato la serata a schiacciare, compreso uno dei poster dell’anno (vedi sotto), e l’ottimo 4° quarto di Jamal Murray (26 punti).

Dalla parte di Phoenix, Chris Paolo (17 punti, 16 pd), Landry Shamet (30 punti), Deandre Ayton (22 punti) e Damion Lee (18 punti) ha avuto intervistati. La serata non era iniziata bene da allora Devin Booker ha trascorso solo 4 minuti sul pavimento prima di uscire, colpito all’inguine.

– I Warriors ovviamente volevano caricare Io Morante le sue dichiarazioni sul non temere nessuna squadra occidentale in questa stagione. Anche spopolato, senza Stephen Curry e Andrew Wiggins, Golden State ha giocato un brutto scherzo ai Grizzlies per Natale. Nonostante i 36 punti di Morant, che indossava per la prima volta la sua signature shoe, la Ja 1, sono stati i californiani ad aver digerito meglio il pasto del giorno prima.

Giordano Poole dare il tono con la sua aggressività offensiva (32 punti), supportata da Klay Thompson (24 punti) ed è proprio nel terzo quarto che i campioni in carica fanno il buco in una partita come sempre molto dura tra le due squadre. Klay ha qualcosa contro Memphis e non si è trattenuto quando ha visto Dillon Brooks, che ha lasciato intendere che si stava godendo il suo incontro con lui, sul pavimento nell’ultimo quarto. Ovviamente, valeva la pena di un errore tecnico.

Preziosi anche i 42 punti dalla panchina dei Dubs, con Ty Jerome, Moses Moody e Anthony Lamb come artefici principali.

– Boston aveva bisogno di una grande vittoria per consolidare il proprio dominio in Oriente alla fine dell’anno. Cosa potrebbe esserci di meglio che avere i Bucks a casa? I Celtics hanno sbalordito Milwaukee nella ripresa, con un tandem Jayson Tatum (41 punti) – Jaylen Brown (29 punti) decisamente troppo acuto per i tesi Bucks che ora sono alle tre sconfitte consecutive.

Giannis Antetokounmpo ha perso la calma in uno scontro con Brown nel 4° quarto, andando a dare una gomitata all’esterno di C, di cui ha lamentato la brutalità. Un piccolo becco contro becco, niente di grave, ma abbastanza intenso da incontrarsi in pochi mesi…

– I Sixers hanno impiegato un po’ per entrare nel loro gioco al Madison Square Garden, ma il succo c’è. Philadelphia ha ottenuto l’ottava vittoria consecutiva per continuare la sua ascesa in classifica. Mentre sono stati dominati dai Knicks nei primi tre quarti, Joel Embiid (35 punti, 13 rimbalzi), James Harden (29 punti, 13 peso) e i loro compagni si sono arrabbiati nell’ultimo. Giorgio Niangautore di quattro canestri da 3 punti nell’unico 4° QT, ha dato il tono al parziale (24-9) che ha permesso ai Sixers di vincere.

Filadelfia è quinta in Oriente, a sole tre vittorie dal vantaggio.

– I Mav di solito non sono grandi fan dei giochi di Natale. Questa volta sono riusciti ad accontentare i loro fan, il giorno dell’inaugurazione della statua di Dirk Nowitzki davanti alla sala. Dallas ha dominato i Lakers, non senza dover aspettare un terzo quarto piuttosto incredibile per fare la differenza.

I texani hanno semplicemente superato i 51 punti (!) a Los Angeles in questo trimestre, un record per una partita di Natale in NBA e il QT più prolifico della stagione. I Lakers, guidati da LeBron James (38 punti), guidati da 12 punti al rientro dagli spogliatoi, ma poi sopraffatti.

Luca Doncic (32 punti), Tim Hardaway jr (26 punti) e Cristiano Legno (30 punti, 7 punti) sono stati i maggiori artefici del successo. Questa è la quarta sconfitta consecutiva per i Lakers, che ora sono 13 su 15 in Occidente. I Pelicans stanno cominciando a riguadagnare seriamente la speranza nella Wembanyama Race, loro che hanno diritto a scambiare la loro scelta con i Lakers a fine stagione…

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}