Julian Alaphilippe: “Il Giro delle Fiandre e il Giro nel 2023…”

Giuliano Alaphilippe (Quick-Step Alpha Vinyl Team) ha fatto, questo sabato, ilper una mattina, il suo ritorno nella sua città di Saint-Amand-Montrond dove è nato nel 1992 e dove ha vissuto fino all’età di sette anni. lha partecipato il doppio campione del mondo ad una cerimonia in suo onore. Il Centro comunale di allenamento ciclistico oggi porta il suo nome, la targa è stata svelata in mattinata alla presenza di funzionari eletti e di molti abitanti della regione, tutti felici di accogliere il loro eroe locale. Una cerimonia seguita da a sessione di autografi alla Piramide dell’artigianatoa cui sono andati molti fan.

Video – Lefevere al Tour de France 2023… e Julian Alaphilippe

Il Giro delle Fiandre, poi il Tour de France nel 2023?

Non dimentichiamo le radici, sono molto felice e commosso vedere così tante persone mi salutano e si congratulano con me. Sono tante emozioni per me. Questo palo significa molto per me. Non dimenticherò mai i tempi trascorsi quispiega il residente di Squadra alfa vinilica rapida nei commenti riportati da La bacca repubblicana. Giuliano Alaphilippe (30) ha colto l’occasione anche per parlare della prossima stagione: “Dopo un anno sportivo complicato con tante cadute e problemi di salute, non vedo l’ora di azzerare i contatori per il 2023.

Secondo le informazioni rivelate da La bacca repubblicanail francese – chi non dovrebbe risalire in sella per una decina di giorni – avrebbe già iniziato il suo programma per la prossima stagione. HAquasi molti anni inseguendo i classici delle Ardenne e il suo monumento di chiusura, Liegi-Bastogne-Liegiil Saint-Amandois dovrebbe il prossimo anno “puntare piuttosto alle Flandrienne e al Giro delle Fiandre“. Questo non significa che eviterà le Ardenne, ma probabilmente non saranno il culmine della sua primavera. E dopo questo periodo, Giuliano Alaphilippe dovrebbe concentrarsi sul suo altro obiettivo: il Giro di Francia 2023, il cui corso è stato svelato giovedì dagli organizzatori. Resta ora da conoscere le scelte del nativo di Saint-Amand-Montrond per la prossima stagione.

Una stagione 2022 complicata per Julian Alaphilippe!

Il corridore francese Giuliano Alaphilippe (Quick-Step Alpha Vinyl) ha avuto una stagione molto difficile con una caduta Liegi-Bastogne-Liegiun test Covid positivo sulEthias – Tour de Wallonie e una nuova caduta sul Giro di Spagna. Con solo due vittorie quest’anno sul Tour dei Paesi Baschi e sulEthias – Tour de Wallonie, la stagione è stata molto cupa per un pilota che prima brillava. Il doppio iridato non indosserà più la maglia iridata, lasciandola al compagno di squadra Remco Evenepoel. L’allenatore della Francia Thomas Voeckler è tornato, qualche giorno fa, alla stagione del suo fuoriclasse in un’intervista su Eurosportospite eccezionale di Bistrot Bikeprogramma da ascoltare come podcast.

Thomas Voeckler quindi ha fatto il punto sul Mondi sulla Route des Français, durante la quale Giuliano Alaphilippe ha restituito la sua maglia iridata. Per l’allenatore della squadra francese, il pilota francese potrà finalmente voltare pagina sul suo doppio titolo mondiale e su questa stagione 2022, che ai suoi occhi è molto spenta. “Ho avuto il tempo di parlare con Julian (Alafilippo) uno contro uno, in gruppo. Penso di poter dire che lo conosco bene, molto bene. Sappiamo tutti che è in grado di tornare più forte dopo le prove. È sollevato di non essere più campione del mondo. È sollevato di non avere più questa maglia. Traccerà una linea in questa stagione e troveremo il vero Julian (Alaphilippe). Ha la squadra più potente del mondo in termini di mentalità offensiva. Sarà vendicativo anche se andrà molto d’accordo con Remco (Evenepoel). Non ci sono problemi tra i due, vanno d’accordo meravigliosamente. Vedremo il grande Julian (Alaphilippe) nel 2023.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *