Juve, secondo posto, Mbappé, Soler…

Visto e letto sul PSG nel stampa esagonale questo giovedì 3 novembre 2022. Vittoria contro la Juventus Torino ma seconda nel girone, Kylian Mbappé in prestazione, Carlos Soler trasparente e i potenziali avversari del PSG negli ottavi di finale di Champions League.

Nell’edizione odierna, Il gruppo dedica la sua prima pagina all’incredibile scenario che ha avuto luogo per il PSG. Nonostante che vittoria 2-1 sul prato del Juventus Torinoil club della capitale ha finalmente concluso al secondo posto nella gruppo Hdopo la grande vittoria negli ultimi secondi del Benfica Lisbona a terra di Maccabi Haifa (6-1). Con perfetta parità negli scontri diretti, in generale differenza reti (+9) e numero di gol realizzati (16), i primi criteri non sono bastati per decidere tra le due squadre. Quindi, è stato il miglior attacco in trasferta a prendere il primo posto in piscina. E con 9 successi registrati al di fuori delle sue basi (di cui 6 a Haifa), il SL Benfica davanti a PSG (6) in questo settore. E pochi secondi dopo il calcio d’inizio, in panchina c’è stato un malinteso. Mentre la vittoria sul Juve stava lentamente incombendo, i parigini non erano ancora a conoscenza del risultato del Benfica et “si sono presi il loro tempo per prendere un ultimo calcio di punizione mentre Galtier ei suoi assistenti li esortavano a suonare velocemente e a lungo. »

E come la scorsa stagione, il club parigino è arrivato secondo nel proprio girone e avrà l’amaro in bocca quando il sorteggio arriverà lunedì prossimo. Così la PSG potrebbe cadere su un cador europeo come il « Real Madrid, Manchester City dove il Bayern, i suoi ultimi tre carnefici in gara. » Soprattutto i giocatori Christophe Galtier giocherà in trasferta il ritorno degli ottavi di finale. Tuttavia, i Rouge & Bleu avevano fatto il lavoro Torino imponendosi grazie ad a Kylian Mbappé marcatore e passante decisivo. Tuttavia, collettivamente, il club della capitale” ha nuovamente esposto i limiti, incapace di portare fuori palla a suo piacimento contro il pressing ben organizzato dell’avversario e, soprattutto, incapace di finire una partita di Champions League senza subire gol”osservare Il gruppo. In effetti, i giocatori Christophe Galtier ancora non riescono a mantenere la loro porta inviolata Champions League con 7 gol subiti in 6 partite. E per essere competitivi la prossima primavera, il PSG dovrà trovare la forza. Dopo un primo periodo poco brillante contro il Juvele voci della seconda metà del Nuno Mendes et Hugo Ekitike “ha portato la profondità e l’altezza che mancavano gravemente prima della pausa. » Soprattutto l’assenza di Neymar Jr (squalificato) si è fatto sentire nel gioco parigino.

Il quotidiano sportivo si concentra sulla partita di Kylian Mbappé. Eletto migliore in campo, il numero 7 della PSG aveva fatto il lavoro segnando un gol e fornendo un assist per il nuovo arrivato Nuno Mendes. Ma ha lasciato il Stadio della Juventus con frustrazione. Il Bondynois è stato ancora una volta l’attaccante più intraprendente, più irrequieto e quindi più deciso. » Anche se non è riuscito in tutto, ha dato una mancia all’incontro. La sua sequenza in apertura è stata incredibile prima di effettuare un passaggio perfettamente misurato per il gol di Nuno Mendes nel secondo periodo. Con un attacco in difficoltà dove Carlos Soler è stato inesistente e la coppia Messi-Mbappé ha avuto difficoltà a ritrovare se stesso, “Pensavamo di tornare alla scorsa stagione, quando i calci del francese nascondevano la foresta. » Il campione del mondo ha segnato il suo 7° gol in C1 in questa stagione e “Eguaglia il record per un giocatore francese nella fase a gironi di Champions Leaguestabilito da Cristoforo Nkunku ultima stagione. » Inoltre, a 23 anni e 10 mesi, diventa il giocatore più giovane a superare la soglia dei 40 gol in C1, detronizzando il record del compagno di squadra, Lionel Messi (24 anni e 4 mesi).

Al contrario, Carlos Soler non ha segnato alcun punto in questo gioco. Titolare al fine di compensare la sospensione di Neymar Jr, lo spagnolo ha perso una grande occasione per mettersi in mostra. Per il suo primo incarico in Champions League con il PSGl’ex FC Valenza “dava l’impressione di non sapere davvero a quale appartenesse. » Non avrà offerto nulla ai suoi compagni d’attacco, Kylian Mbappé et Lionel Messi. Alla fine avrà toccato solo 25 palloni (in 68 minuti), meno di Fabiano Ruiz (29) infortunato al 21° minuto o addirittura Gigio Donnarumma (40 palloncini). Nella seconda metà, Renato Sanches spesso si lamentava Carlos Soler essere nella sua zona. Ma lo spagnolo non aveva altra scelta perché Lionel Messi si dezonava molto e molto spesso occupava la sua zona di campo.

Dalla sua parte, Il parigino evoca anche questa frustrante vittoria per il PSG a Torino (2-1) con un secondo posto in classifica. E per la vita di tutti i giorni, la colpa è tutta del Rouge & Bleu “che si sono imposti senza davvero convincere nel Piemonte quando Benfica ha continuato nel secondo tempo ad accumulare gol contro il Maccabi (6-1) fino ad ereditare il ruolo di leader. » Un successo contro Juve ottenuto grazie al solo talento di Kylian Mbappé. Niente è stato facile per il club parigino in questo girone, né i loro pareggi contro Benfica né le sue vittorie contro il Vecchia. ” Il PSG indica che non appartiene ancora al rango dei favoriti, che rimane questo undici capace di tutto nello stesso incontro”astratto LP. Dopo l’apertura del punteggio di Kylian Mbappé (13′), i campioni di Francia in carica hanno offerto troppo poco nel gioco ” con un Carlos Soler che ha rispettato perfettamente questa non corrispondenza programmatica. » L’ingresso anticipato di Renato Sanches inoltre non ha convinto. Il 3-5-2 di Massimiliano Allegri avrà messo in imbarazzo i parigini, incapaci di uscire dalla densità. Nella ripresa le modifiche hanno avuto un effetto immediato sulla partita del PSG con in particolare il gol della vittoria di Nuno Mendes48 secondi dopo essere entrato in gioco.

Il quotidiano Ile-de-France si concentra anche sulla fornitura Kylian Mbappé. Con un gol e un assist, il francese ha portato il PSG sul prato del Juventus Torino, ma non è bastato per prendere il primo posto nel girone. In assenza di Neymar Jril numero 7 del PSG è stato l’attaccante più pericoloso con il bonus aggiuntivo di un assist nella partita, il suo terzo in C1 in questa stagione. Dopo 18 partite in tutte le competizioni, il campione del mondo ha un record di 18 gol e 5 assist. “Più in generale, nel 2022 il francese porta il suo totale a 42 successi, superando così il totale del 2019. Ed è solo a una distanza dal suo record del 2021 (43) con altre due partite in programma (FC Lorient, AJ Auxerre) prima di Coppa del Mondo. Alla fine del gioco, Kylian Mbappé ha cercato di mettere in prospettiva la delusione di questo secondo posto: “Certo che avremmo voluto essere i primi. Abbiamo fatto il lavoro. Ma fa parte del calcio. Guarderemo il sorteggio e giocheremo per vincere. »

Rovesciato nel cappello 2, il PSG può far entrare un cadore europeo Ottavi di finale di Champions League. Tra le formazioni di cappello 1 (Bayern Monaco, Manchester City, Real Madrid, Chelsea, Tottenham, Porto, Napoli, Benfica), sono da evitare tre pesi massimi: il FC Bayern, Manchester City e il Real Madrid. Altre squadre sembrano più convenienti come Tottenham dove il FC Porto. E come ogni anno esistono proiezioni sulle possibili avversarie secondo le regole del sorteggio (due squadre della stessa nazione non possono incontrarsi, due squadre che hanno giocato in girone non possono incontrarsi). ” In tal modo, Parigi avrebbe una probabilità del 18% di cadere sul Bayern14% in più Città11% su Madrid o 17% per il Napoli. »

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *