• Home
  • Kendrick Perkins mette in dubbio la vera età di Serge Ibaka

Kendrick Perkins mette in dubbio la vera età di Serge Ibaka

0 comments

Deriso da Kendrick Perkins sulla sua età, Serbe Ibaka ha tirato fuori il lanciafiamme per mettere al suo posto il suo ex compagno di squadra dei Thunder. L’inizio di una lite verbale sui social tra due ragazzi che non andranno in vacanza insieme…

Editorialista dal suo ritiro dalla NBA, Kendrick Perkins non perde occasione per far parlare di sé. Boccaccione asserito, l’ex-pivot non è cambiato di un centimetro da quando ha messo via le scarpe da ginnastica, non esita a dire le cose per cassa, anche a costo di litigare con i giocatori e anche ex compagni di squadra. Ultimo obiettivo fino ad oggi: Serge Ibaka. Durante lo spettacolo Prima presa di questo lunedì, Perk è tornato al tempo in cui giocava ancora ai Thunder. Mentre inizia a elencare le età dei suoi allora compagni di squadra (Kevin Durant, Russell Westbrook, James Harden), l’ex Big Man spiega a JJ Redick che il serbo Ibaka non aveva 21 anni ma piuttosto 30″perché alcune persone mentono sulla loro età“.

Difficile non notare una sfumatura in relazione alle origini africane dell’interno di Milwaukee, che a settembre ha festeggiato il suo 33esimo compleanno. Un’osservazione chiaramente non apprezzata dall’ispano-congolese, che si è preso il tempo di rispondere a Perkins via Cinguettio.

“Non sono abituato a reagire ai commenti su di me. Ma è deludente sentire qualcuno con cui ho condiviso uno spogliatoio diffondere informazioni false per ottenere visualizzazioni in TV e sui social media.

“Puoi parlare del mio gioco se non sto giocando bene, non avrò mai problemi con quello. Ma andare oltre senza motivo non è davvero accettabile. È irrispettoso nei miei confronti e penso che sia irrispettoso nei confronti di molti africani che devono convivere con questa accusa infondata”.

Dopo aver difeso la sua posizione, il giocatore dei Bucks ha poi lanciato la carica affrontando l’ex collega in relazione al suo modo di fare ma anche rispetto alla loro comune avventura all’OKC.

“Anche se sono deluso, non sono sorpreso di vedere queste azioni da parte di qualcuno che ha ottenuto il suo lavoro infrangendo il codice dello spogliatoio e diffondendo bugie su due dei suoi ex compagni di squadra e fratelli come KD e Russian”.

“Quando KD ha avuto una brutta partita, lo hai criticato alle sue spalle, e quando Russ ha avuto una brutta partita, hai criticato anche lui. Non eri un leader negli spogliatoi e continuavi a fare la stessa cosa con i media”.

Un’uscita alla quale Perkins ha prontamente reagito, prima scusandosi e poi prendendo al volo Ibaka in relazione al comportamento di quest’ultimo durante la loro permanenza congiunta in Oklahoma. Atmosfera…

Basti dire che non è domani l’altro che assisteremo a una reunion tra gli ex interni di OKC.

Fonte testo: @sergeibaka / Clutch Points

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}