Kyrie Irving viene in aiuto di Ben Simmons

Se la Reti non sono al massimo collettivamente, dall’inizio della stagione (una vittoria e tre sconfitte), nulla in confronto all’inizio di Ben Simmons. Con solo 5,3 punti di media, il 45% nei tiri e il 33% nei tiri, per andare con i suoi 5,8 rimbalzi e 7,5 assist a partita, è così solo l’ombra di se stesso in campo, nonostante 30 minuti di gioco medio…

Ricordiamo però che nei suoi primi quattro anni in campionato l’australiano riuscì a tirare quasi 16 punti, 8 rimbalzi, 8 assist e 2 palle rubate a partita (56% ai tiri e 60% ai tiri), ai Sixers . Le sue prestazioni, sia in attacco che in difesa, gli sono valse lo status di All-Star (tre volte), membro di un All-NBA Team (una volta), membro di un All-Defensive Team (due volte) o Esordiente dell’anno

Sì, ma eccolo qui: mentalmente e fisicamente afflitto da giugno 2021, Ben Simmons oggi fatica a salire la salita. Nel bel mezzo di una crisi di fiducia, al punto che a volte rifiuta i tiri “facili” vicino al cerchio, a volte è triste vederlo giocare. Soprattutto a livello offensivo, dove più spesso si avverte il suo disagio.

Insomma: non contare su un giocatore di Brooklyn di spingere ulteriormente il n. 1 della Bozza 2016, come dimostrano le dichiarazioni di Kyrie Irving ieri sera, in partenza sconfitta contro Milwaukee.

« Non sto solo cercando di essere eccessivamente critico nei confronti di Ben [Simmons] e cosa fa di giusto o sbagliato in ogni partita », Spiegare il playmaker All-Star. ” È un giocatore di basket, un professionista e ha le capacità per essere un grande professionista. L’ha già fatto e non suona da due anni, ma continuerai a chiedermi ogni volta: ‘E Ben? E Ben?’. È solo che non suona da due anni, quindi dagli una fottuta possibilità. »

La pazienza come parola chiave

Visibilmente vicino il Ben Simmons, che lui consiglia e con il quale condivide la nazionalità australiana, Kyrie Irving non perde occasione per difendersi in conferenza stampa, dopo averlo già fatto. Una settimana fa.

« Negli spogliatoi gli è stato detto che era una parte essenziale della squadra e che era necessario in campo », ha poi indicato il campione 2016, dopo la battuta d’arresto dei Nets contro i Pelicans.

Sette giorni dopo, Kyrie Irving vola di nuovo in aiuto di Ben Simmons, per non distruggere la poca fiducia che gli è rimasta e per aiutarlo anche a ritrovare i suoi sentimenti il ​​più rapidamente possibile…

« Restiamo su di lui, sulla sua schiena “, lui continua. ” Siamo lì solo per lui, lo incoraggiamo quando è in campo e lo lasciamo giocare. Mentre gioca e risale, dovremo davvero legare insieme come squadra, per imparare a vincere come gruppo. Non è un lavoro da solo, non deve andare là fuori e interpretare i supereroi per noi. »

Colpi Rimbalza
Giocatori MJ min Colpi 3pt LF Spento def Fino a quando Pd Bp int ct Fte Pt
Kevin Durant 4 36.3 52.4 31.8 87.8 0,5 4.3 4.8 3.8 3.8 0.3 2.0 3.3 32.3
Kyrie Irving 4 38.1 45.5 21.9 91.7 0.8 4.3 5.0 4.5 2.0 1.3 0.8 3.5 27.3
Nicolas Claxton 4 28.8 68.8 0.0 50.0 4.0 5.0 9.0 0.3 1.3 0,5 2.5 3.0 12.8
Royce O’neale 4 36.6 33.3 39.1 100.0 0,5 3.0 3.5 2.5 1.0 2.0 1.5 3.3 9.3
Patty Mills 4 17.7 42.9 42.1 100.0 0.3 0,5 0.8 1.3 0.3 0.0 0.0 0.0 8.0
Ben Simmons 4 29.6 45.0 0.0 33.3 0.3 5.5 5.8 7.5 3.3 0.8 0.8 4.5 5.3
Edmond Sumner 3 9.3 54.5 0.0 100.0 0.0 0.3 0.3 1.7 1.3 0.3 0.0 0.3 5.0
Joe Harris 3 20.3 29.4 33.3 0.0 1.3 2.3 3.7 2.0 0.0 0.0 0.3 2.3 4.7
Day’ron Sharpe 4 15.1 37.5 0.0 50.0 2.0 3.3 5.3 1.3 0.8 0.8 1.0 4.0 4.0
Markieff Morris 2 11.0 40.0 50.0 0.0 0,5 1.5 2.0 0.0 0,5 0.0 0,5 1.5 3.0
Yuta Watanabe 3 7.4 50.0 33.3 0.0 0.0 0.3 0.3 0.0 0.0 0.0 0.0 0.3 1.7
Kessler Edwards 2 2.4 33.3 50.0 0.0 0.0 1.0 1.0 1.0 0.0 0,5 0.0 0.0 1.5
Cam Thomas 2 6.8 25.0 0.0 0.0 0.0 0.0 0.0 0,5 0.0 0.0 0.0 0.0 1.0

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *