• Home
  • la bellissima prima di El Chadaille Bitshiabu

la bellissima prima di El Chadaille Bitshiabu

0 comments

Cosa c’è dopo questo annuncio

È stato l’ospite dell’ultimo minuto negli undici del PSG quando sono state annunciate le composizioni. Sorpresa, niente Juan Bernat che era atteso, tanto meno Nuno Mendes, infortunato e forfettario per questo incontro, ma il giovanissimo El Chadaille Bitshiabu (17), titolare del ruolo di terzino sinistro con il PSG per la ripresa della Ligue 1 faccia, durante la ricezione dello Strasburgo (vittoria per 2-1). Stava festeggiando il suo primo mandato della sua carriera professionale.

Già presente nel girone da circa un anno, ed entrato addirittura in campo tre volte la scorsa stagione (42 minuti di gioco in totale), e per 7 minuti ad Ajaccio il 21 ottobre, stavolta titolare il solito difensore centrale. Ed è chiaro che in questi 79 minuti trascorsi in campo, il Titi non ha avuto ripensamenti in una partita per quanto complicata contro una squadra tosta, e rafforzata da una superiorità numerica dopo il rosso assegnato a Neymar.


Leggere
PSG: il grande ritorno vincente del salvatore Kylian Mbappé

L’elogio di Galtier

“Per l’assenza di Nuno Mendes e Juan Bernat, che stamattina ha avvertito dolore alla coscia. Abbiamo due partite ravvicinate, ve lo ricordo, quindi ho seguito il consiglio del mio staff medico decidendo di non farlo giocare stasera per avere la possibilità di ritrovarlo al Lens (domenica). Anche se eravamo pochi, avevamo lavorato sulla possibilità che Chad, questo il suo soprannome negli spogliatoi, potesse essere utilizzato a sinistra. Rapidamente, ci siamo resi conto che non era a suo agio a livello offensivo, ma era molto bravo in difesa dall’altro lato.ha salutato Galtier in una conferenza stampa post partita.

Cosa c’è dopo questo annuncio

In effetti, il ragazzo di 1m96 ha fatto tutto bene o quasi. Dopo uno dei primi palloni pasticciati e mandati direttamente all’avversario, è sembrato perfettamente a suo agio. Prima difensivamente con questo ritorno autoritario a Bellegarde (17°), e mantenendo la vigilanza nell’uno contro uno contro il centrocampista (43°), poi durante questo ottimo contrasto difensivo davanti a Doukouré (23°), e prendendo il sopravvento due volte di fila fisicamente su Gameiro (27′, 28′), mentre alla seconda azione l’attaccante ha la possibilità di girare in porta.

Ovazione del Parc des Princes alla sua uscita

Meno richiesto nella ripresa, riesce a restare concentrato su interventi rari ma decisivi. Quest’altro placcaggio si è rivelato salvavita su questa perdita del pallone parigino (53esimo), prima della sua uscita con una bellissima ovazione del pubblico al Parc des Princes, che probabilmente ricorderà per molto tempo. Offensivamente, non abbiamo visto molto di lui. Sulla stessa corsia di Mbappé, non ha avuto spesso occasione di mettersi in luce e probabilmente non voleva prendersi troppi rischi, ma noteremo questo bel gancio su Doukouré a inizio partita (7°).

Cosa c’è dopo questo annuncio

Cosa ricevere le congratulazioni del suo allenatore. “Abbiamo dovuto cambiare un po’ la nostra animazione. Ecco perché lo abbiamo visto partecipare molto poco a volte durante l’incontro. Abbiamo dovuto cambiare un po’ il modo di tirare fuori la palla per poter sfruttare i punti di forza di El Chadaille. Ma per la prima volta, in un contesto come quello di stasera, ha fatto un’ottima partita. Un ottimo primo mandato, che probabilmente ne chiamerà altri nel prossimo futuro perché ha convinto. Un modo anche per mandargli un messaggio, lui che, lo ricordiamo, è stato corteggiato in particolare dal Bayern Monaco.

Pub. il
PUOI ridere

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}