La FIA annuncia la sanzione contro la Red Bull

Dovevano essere prese misure forti nell’interesse del budget cap e della sua credibilità in futuro, e la FIA lo ha fatto. Per aver superato il budget cap 2021, la Red Bull è stata infatti sanzionata dalla commissione budget cap, sia finanziariamente che sportivamente. La squadra austriaca, che lo scorso anno ha infranto il tetto di 1,8 milioni di sterline, è stata multata di 7 milioni di dollari. I concorrenti della squadra con sede a Milton Keynes Chiesero soprattutto una sanzione sportiva, ritenendo che questi quasi due milioni di dollari di eccedenza andassero a beneficio del colosso della lattina dal punto di vista sportivo. Così hanno vinto la loro causa.

Poiché l’infrazione è stata una violazione minore del regolamento finanziario (superamento del budget massimo inferiore al 5%), non vi è stata alcuna squalifica dal campionato 2021 o perdita di punti che avrebbe potuto costare Max Verstappen il suo primo titolo mondiale. Invece, una sanzione più misurata ma che dovrebbe ostacolare la Red Bull per il prossimo anno con una riduzione di circa il 10% del suo coefficiente di tempo in galleria del vento del 2023 (quota).

Ricordiamo che Red Bull, in qualità di campione Costruttori, avrebbe dovuto avere diritto al 70% del valore di riferimento del tempo totale in galleria del vento previsto dal Regolamento (Articolo 6 dell’Appendice 7 del Regolamento Sportivo 2022). Sottraendo questo 10% di penalità, la squadra con sede a Milton Keynes avrà quindi diritto solo a 63% del valore di riferimento, sia in termini di utilizzo della galleria che CFD (fluidodinamica). A titolo di confronto, il secondo del campionato avrà la possibilità di utilizzare la galleria del vento fino al 75% del valore di riferimento precedentemente emanato, l’80% per il 3°, fino al 115% per l’ultimo del campionato.

Limite di budget Red Bull

Fino ad allora, Christian Horner aveva sempre rivendicato l’innocenza della Red Bull riguardo al budget cap. © DPP

Ricordiamo che la FIA aveva ufficializzato dopo il Gran Premio del Giappone il sorpasso Toro Rosso del plafond di budget 2021 (145 milioni di dollari, ndr), precisando che si trattava comunque di una lieve violazione del regolamento finanziario (superamento inferiore al 5%), senza però annunciare alcuna sanzione specifica nei confronti della squadra campione del mondo nel 2021.

Nel processo, il colosso delle lattine aveva risposto con un breve comunicato stampa, assicurandosi che fosse nelle unghie del fair play finanziario, pur specificando di mantenere “tutte le opzioni aperte” a seconda di ciò che decide la FIA. Nel frattempo, Zak Brown, il capo di McLarenaveva parlato in una lettera inviata alla FIA, chiedendo sanzioni economiche ma soprattutto sportive per la credibilità di Formula 1.

Red Bull ha accettato l’ABA

La scorsa settimana, ad Austin, abbiamo appreso che la FIA aveva proposto un ABA (accordo di violazione accettato, che potrebbe essere tradotto come un contratto di infrazione) alla Red Bull, essendo una delle opzioni a disposizione del legislatore in caso di infrazione minore come quella di cui è colpevole la squadra austriaca. Questo modus operandi ha costretto la squadra in questione ad ammettere la propria colpevolezza nei confronti dell’istanza, ad accettare la sanzione (generalmente meno severa rispetto al caso di presentazione davanti a una giuria) ea non ricorrere in appello.

La Red Bull ha quindi accettato l’ABA e ha ammesso ufficialmente di essersi resa colpevole di aver superato il tetto di budget, dopo averlo pubblicamente smentito per quindici giorni. Ha accettato la sanzione proposta dalla FIA. In base all’ABA, la Red Bull non potrà quindi presentare ricorso legalmente. Tuttavia, nei prossimi minuti è attesa una comunicazione ufficiale da parte della squadra austriaca, poiché questo venerdì alle 18:30 ora francese si terrà una conferenza stampa eccezionale sull’argomento.

Ad Austin, Christian Horner aveva promesso che avrebbe preso la parola per spiegare i dettagli del caso una volta completato il processo di discussione con la FIA. Il resoconto della conferenza stampa sarà ovviamente disponibile da venerdì sera in poi AUTOhebdo.fr.

Maggiori info a seguire…

LEGGI ANCHE > Limite di budget: la Red Bull terrà una conferenza stampa venerdì

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *