La FIA rivela le decisioni finali della Commissione F1 del 2022

Giornata della Commissione F1 a margine dell’ultimo Gran Premio della stagione ad Abu Dhabi. Nel menu di questo incontro finale: il futuro della F1, le coperte elettriche o anche l’evoluzione del DRS. Ecco un riassunto!

Revisione dei processi normativi e giudiziari

Non si tratta di una modifica per il 2023 ma per il 2024. La Commissione ha confermato che la FIA intende” intraprendere una revisione completa dei regolamenti sportivi per il 2024 come parte del suo costante impegno per l’evoluzione dei suoi processi normativi Durante questa revisione verranno consultati il ​​FOM (Fomula One Management) e le squadre. Si attendono i primi risultati entro aprile 2023 ». La FIA da parte sua effettuerà una revisione generale del proprio iter giudiziario anche per il 2024.

Aggiornamento sulla guida sul bagnato

Dopo aver ricevuto varie segnalazioni di scarsissima visibilità in condizioni di bagnato con le nuove monoposto, la FIA ha avviato uno studio per cercare di ridurre gli spruzzi d’acqua quando si presenta questa situazione estrema. Lo studio si concentra su cinque diversi punti:

  • Implementazione di un body kit standard, finalizzato all’eliminazione delle sporgenze quando i piloti guidano su terreno bagnato con una carenatura ridotta sopra le ruote (passaruota).
  • Comprendere il volume d’acqua aspirato dalle gallerie a fondo piatto per capirne l’importanza e le conseguenze.
  • Assicurarsi che il design non interferisca indebitamente con i cambi di pneumatici durante i pit stop.
  • Cerca altri tipi di aggiornamenti come luci aggiuntive per migliorare la visibilità.
  • Dispositivi da installare solo prima di una gara o durante una bandiera rossa a causa di condizioni di bagnato estremo.

Sanzioni al motore

Continuano le discussioni per rendere il sistema di penalità in griglia più dissuasivo e impedire alle squadre di prendere penalità volontariamente.

Termocoperte

L’obiettivo della FIA e della FOM resta quello di ritirare definitivamente le coperte elettriche nel 2024. Tuttavia, la Commissione ha deciso di rinviare ogni decisione definitiva a luglio 2023” dopo discussioni e vari feedback da parte dei piloti al fine di raccogliere ulteriori dati e avere più feedback sulle prove per informare pienamente le conclusioni.

Utilizzo di DRS

La Commissione ha validato una proposta per cercare di riavvicinare il gruppo con l’obiettivo di inasprire le gare anticipando l’attivazione del DRS dalla fine del primo giro di gara (compresa la Sprint), o dalla ripartenza dopo il intervento della Safety Car. La soluzione sarà testata durante ogni Sprint Race nel 2023 con l’obiettivo di introdurla definitivamente nel 2024.

Parc Fermé per i fine settimana Sprint

Si è discusso di un aggiornamento per semplificare il processo del Parco Chiuso nei fine settimana che includono una Sprint Race.

Risarcimento in caso di sinistro

La FIA annuncia che è stato raggiunto un accordo su una semplificazione del risarcimento dei danni legati a incidenti avvenuti durante le Sprint Race. Invece di chiedere un rimborso, i team avranno un importo fisso per ogni weekend di Sprint. L’indennità passerebbe così da 150.000 a 300.000 euro dal 2023.

Norme tecniche e finanziarie

Modifiche minori al regolamento tecnico e finanziario 2023 sono state approvate all’unanimità. Inoltre, le normative che introducono requisiti aggiuntivi e più severi per la resistenza dei roll bar sono state finalizzate per l’introduzione nel 2024.

Il rapporto completo

LEGGI ANCHE > Incidenti a Suzuka: la FIA riconosce che la gru è entrata troppo presto e annuncia l’azione

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *