• Home
  • La Fifa dalla parte di Messi per farlo vincere? I croati gridano al complotto

La Fifa dalla parte di Messi per farlo vincere? I croati gridano al complotto

0 comments

Parte della stampa croata sostiene che la Fifa stia spingendo perché Lionel Messi alzi il Mondiale domenica prossima, il giorno dopo l’eliminazione di Vatreni contro l’Argentina (3-0) in semifinale.

Ogni vittoria per l’Argentina porta Lionel Messi un passo avanti verso la sua prima vittoria in Coppa del Mondo, l’anno della sua ultima apparizione in una Coppa del Mondo. La Pulga ha solo un altro gradino da salire, domenica prossima sarà contro Marocco o Francia. L’Albiceleste si è qualificato per la finale di martedì sera dominando la Croazia (3-0) dopo una partita segnata da una manciata di decisioni discutibili, come il rigore che ha permesso a Lionel Messi di aprire le marcature nel primo periodo (33′).

“Solo un incidente?”

Tanto è bastato per alimentare sui social la teoria di un complotto fomentato dalla Fifa, che spingerebbe a favore di un’incoronazione di Lionel Messi. “Posso scommettere che l’Argentina sarà campione del mondo”, aveva già pronosticato il portoghese Pepe dopo l’eliminazione della Seleçao, con un’insinuazione appena velata.

Il fatto che sia stato nominato migliore in campo, al posto di Julian Alvarez (che ha causato il rigore e ha segnato due gol contro la Croazia) “dimostra che la Fifa è dietro a Messi”, osa Notizie sportive. Solo che, come prevede il regolamento Fifa, “l’uomo partita” viene eletto dal pubblico. Gli utenti di Internet possono votare durante ogni partita della Coppa del Mondo dal 60° all’88° minuto. Per votare basta registrarsi sul sito dell’organismo internazionale.

Pur riconoscendo in generale la superiorità dell’Argentina, la stampa croata ha anche evidenziato la prestazione, ai suoi occhi disastrosa, dell’italiano Daniele Orsato, arbitro principale. Arbitro Fifa dal 2010, Orsato aveva condotto due partite in questo Mondiale, tra cui quella che ha permesso all’Argentina di risollevarsi, contro il Messico (2-0), dopo una prima battuta d’arresto contro l’Arabia Saudita.

Né è scappato Dalmazia Libera che ieri sera l’arbitro del VAR era Massimiliano Irrati, già in carica nella finale del Mondiale 2018, partita che i croati hanno ancora in gola. “Ha preso di nuovo delle decisioni a danno della Croazia. Per caso? Non andremo così lontano, ma…”, conclude Dalmazia Libera.

“Una sconfitta meritata”, secondo Dalic

Luka Modric non si riversa in teorie fumose, ma la delusione per l’eliminazione gli ha fatto dire il male più grande dell’arbitro: “Il primo rigore, per me, non era un rigore, ha valutato il giocatore del Real Madrid al fischio finale. Non mi piace parlare dell’arbitro ma oggi è impossibile per me fare diversamente, è uno dei peggiori che conosca e non è questione solo della sua prestazione oggi, mi ha arbitrato spesso e non potrei mai conservare un buon ricordo di lui. ” Molto di classe, l’allenatore di Ardente (“I Flamboyants”) Zlatko Dalic è andato a salutare Lionel Messi mentre rilasciava un’intervista post partita.

“Mi congratulo con l’Argentina per la vittoria, ha dichiarato alla televisione croata. Dobbiamo restare uniti, alzare la testa. Non ho nulla da rimproverare ai miei giocatori. lamentarsi. Lotteremo per il terzo posto. Abbiamo creato alcune buone situazioni, ma senza vere possibilità. Ci eravamo preparati ma ci mancava un vero attaccante. Abbiamo perso, ma non posso criticare i giocatori. ragazzi. Hanno dato il massimo in questo torneo. Dobbiamo prepararci per la prossima partita. È una sconfitta meritata .”

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}