• Home
  • La Germania designa i colpevoli del fiasco

La Germania designa i colpevoli del fiasco

0 comments

Cosa c’è dopo questo annuncio

Questo venerdì mattina, la Germania si sveglia con i postumi di una sbornia. La selezione guidata da Hans-Dieter Flick è fallita in Qatar e le conseguenze sono terribili visto che non vedrà gli ottavi di finale Coppa del Mondo. Un nuovo fallimento per il Paese, già eliminato ai gironi ai Mondiali del 2018 e agli ottavi di finale a Euro 2020, giocato nel 2021. Dopo questo fiasco, la stampa tedesca ha tirato fuori la solfateusa e ha attaccato tutti. “La fine di una grande nazione calcistica”titolo Immagine che aggiunge: “essere eliminati dai Mondiali nel turno preliminare è un vero peccato nonostante la vittoria 4-2 contro il Costa Rica

“La DFB sta affondando a tutti i livelli: non deve continuare così”assicura dalla sua parte Calciatore prima di approfondire l’argomento. “Il calcio tedesco è naufragato a tutti i livelli durante questo controverso Mondiale, soprattutto in Germania (…) La debacle è perfetta: per la terza volta consecutiva, la Germania ha salutato in anticipo un torneo importante. La colpa è di molti – dall’allenatore della nazionale Hansi Flick all’allenatore Oliver Bierhoff al presidente della DFB Bernd Neuendorf..

La stampa tedesca è libera

Immagine nemmeno risparmiare nessuno. “Non sono gli altri, ma la DFB, l’allenatore della nazionale e i giocatori ad essere responsabili. Nessun altro ! In questo 1° dicembre 2022, abbiamo assistito alla fine di una nazione calcistica un tempo grande e orgogliosa. Quattro volte campione del mondo, tre volte campione europeo, quello era prima! La brutale realtà ora è: turno preliminare della Coppa del Mondo 2018, ottavi di finale del Campionato Europeo 2021, turno preliminare della Coppa del Mondo 2022”.

Dopo questo fiasco, i vertici sono i primi a prendersela cara, loro che hanno lasciato crescere il conflitto con Fifa e Qatar sulla fascia “One Love” invece di risolverlo più velocemente. Per Calciatore, “la federazione ha lasciato che il problema peggiorasse sempre di più fino a oscurare completamente le preparazioni sportive e causare sconvolgimenti anche nella cerchia della squadra”. Immagine spiega che questa polemica ha notevolmente creato un piccolo divario tra i giocatori che vogliono assolutamente indossare la fascia e altri, come Ilkay Gündogan o Antonio Rüdiger, che non hanno protestato contro il divieto della FIFA.

Diversi i colpevoli dopo questo nuovo fallimento

Anche Olivier Bierhoff è attaccato per i suoi numerosi errori di giudizio. È stato anche malmenato da un presentatore tedesco sulla sua gestione della vicenda del bracciale. “Possiamo certamente discuterne prima o poi. Ma credi davvero che dopo tre partite giocate sul campo, quella fascia One Love abbia giocato un ruolo così importante? Nei primi 70 minuti contro il Giappone, abbiamo giocato con fiducia? Avevamo l’avversario sotto controllo? E contro la Spagna? Non è andata bene senza dubbio, ma quello (la fascia di One Love, ndr) non è un aspetto da tenere in considerazione nell’analisi sportiva.

Anche il direttore generale delle nazionali, che ha optato per un campo base (Zulal Wellness Resort) abbastanza lontano, non ha avuto l’impatto sperato sulla selezione e sul calcio tedesco. Comunque la Germania dovrà reagire in fretta, lei che avrà solo un anno e mezzo per prepararsi a Euro 2024. Ma Calciatore è preoccupato.“Non c’è tempo per una ricostruzione completa. La parte di Hansi Flick in questa uscita ancora una volta imbarazzante deve essere analizzata tanto più rapidamente.

Hansi Flick ha sostenuto ma criticato

Il tecnico non era al livello, lui di cui “la squadra si contraddistingue per la mancanza di istinto omicida che è stata la più grande costante di questa selezione negli ultimi mesi”. Le sue scelte contro il Giappone, soprattutto per quanto riguarda la difesa o le sostituzioni, non sono state comprese. Successivamente, si è discusso del mantenimento di Thomas Müller o dell’uso di Joshua Kimmich. In campo, ma anche fuori, Hansi Flick, che non è riuscito a creare un sentimento di unità nazionale, ha fallito. La preparazione della sua squadra per la Coppa del Mondo, che si è svolta in Oman, è stata messa in discussione.

Nonostante tutto, è stato mantenuto dai suoi leader, compreso Olivier Bierhoff, che dovrebbe rimanere in carica nonostante le critiche. “Hansi è un grande allenatore. Non ho dubbi su di lui”. Anche il tecnico vuole continuare l’avventura. Ma dovrà farsi le domande giuste visto che diversi dirigenti sono anziani. Manuel Neuer è pronto a continuare. Thomas Müller, ha aperto la porta socchiusa. Flick dovrà ricostruire una squadra solida e dimenticare i traumi degli ultimi anni. Ma dovrà essere un bravo psicologo quando ascolteremo le dichiarazioni di certi come Joshua Kimmich, traumatizzato dopo l’eliminazione.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}