la mensa della Red Bull all’origine del superamento del budget

La sentenza è finalmente caduta all’alba del Gran Premio del Messico. La FIA e il team Red Bull hanno raggiunto un accordo per sanzionare la struttura austriaca per aver superato il tetto di budget per la stagione 2021.

Ricordiamo che all’inizio di ottobre erano comparsi dei sospetti nel paddock di Formula 1 di Singapore. Christian Horner (direttore del team Red Bull) aveva fermamente smentito tutte queste voci, pur rimanendo sorpreso nell’osservare tali accuse. Un mese dopo, e dopo lunghe settimane di analisi delle proprie spese, la FIA ha finalmente concluso che la squadra campione del mondo in carica aveva effettivamente superato il budget di 1,8 milioni di sterline (ovvero quasi 2,15 milioni di euro).

Mensa Red Bull responsabile del superamento del budget

Tra questi eccessi, è stato individuato che l’area del restauro conta come parte importante. Durante una conferenza stampa, Christian Horner ha parlato della situazione e delle varie sanzioni subite dalla sua squadra. Il dirigente sportivo ha segnalato in particolare un’errata interpretazione del nuovo regolamento, che ha portato al superamento del tetto di bilancio.

Il catering alla Red Bull è sempre stato un vantaggio fornito dal gruppo, un vantaggio di lavorare all’interno del gruppo Red Bull: cibo e bevande gratuiti sono sempre stati forniti. Pertanto, poiché si tratta di una politica Red Bull, l’abbiamo considerata un costo escluso. Era aggressivo, ma l’abbiamo trovato accettabile.

La FIA ha avuto un’opinione diversa su questo e ha detto che il cibo non poteva essere escluso. Bene. Ma ciò che è stato incluso è l’intero costo della nostra intera attività, quindi 1,4 milioni di sterline di cibo, bevande e caffè. Red Bull Powertrains non ha avuto nulla a che fare con la Red Bull Racing fino a quest’anno. Quindi c’è una divergenza di opinioni su come questo è stato applicato.

I budget destinati alle assenze per malattia, così come ai dipendenti le cui funzioni non rientrano nell’ambito del progetto F1, sono tra le aree su cui il team di Milton Keynes ha calcolato male le proprie spese.

Abbiamo interagito con la giuria, la FIA ha convenuto che avevamo delle attenuanti, e in particolare che abbiamo pagato in eccesso, nel cap, un certo numero di tasse. Fondamentalmente, abbiamo incluso 1,4 milioni di sterline di tasse che non avrebbero dovuto essere incluse. Questo porta il nostro surplus di budget a soli £ 400.000. Oltre a questa spesa eccessiva ea questa incomprensione delle tasse, c’è stato anche un cambiamento nella normativa dopo che i nostri conti sono stati resi, senza che abbiamo il diritto di aggiornare i nostri moduli, per le parti non utilizzate. Questo rappresenta per noi 1,2 milioni.

Una sanzione sufficiente?

A causa di questa violazione del tetto massimo di budget, il team Red Bull è costretto a pagare una multa di 7 milioni di euro e vede ridotti del 10% i tempi in galleria del vento e test aerodinamici. Sui social molti fan hanno mostrato la loro insoddisfazione per questa sanzione. Anche la Scuderia Ferrari ritiene che quest’ultima sia insufficiente. Mentre Toto Wolff (direttore della scuderia Mercedes) ha reagito con umorismo spiegando che se la punizione si rivelerà semplicemente finanziaria, anche lui valuterebbe il superamento del tetto di bilancio in alcune misure.

Durante la sua presentazione pubblica, è con estremo dolore che Christian Horner ha parlato delle sanzioni. Il direttore sportivo stima che il rigore sarà “quasi mezzo secondosulla pura prestazione della monoposto 2023 ad inizio stagione. Vista la classifica Costruttori, con la Scuderia Ferrari al 2° posto e la Mercedes al 3° posto, questo si traduce in un notevole ritardo nello sviluppo della vettura per la stagione. prossimo.

Più informazioni :

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *