La Spagna riesce ad entrare in corsa atomizzando il Costa Rica

Dopo la sconfitta a sorpresa della Germania contro il Giappone (2-1) All’inizio della giornata, la squadra spagnola, guidata da Luis Enrique, ha esordito contro il Costa Rica Keylor Navas. Come al solito, la Spagna ha preso il controllo della palla nella parte avversaria del campo e ha cercato di trovare varchi per sfondare la difesa costaricana. Fin dai primi minuti di gioco, i compagni di Sergio Busquets si sono resi pericolosi grazie a due passaggi ben intuiti di Pedri. Sulla prima il barcellonese manda un love dal centro per Dani Olmo ma l’attaccante del Lipsia, ancora in ottima posizione, apre troppo il piede e il suo recupero sfiora di poco il gol avversario (5°). Pochi minuti dopo, il centrocampista 19enne ha infilato un bel pallone in mezzo per Marco Asensio che ha sferrato un tiro potente senza controllo ma il suo tentativo ha flirtato con il palo del portiere costaricano (9°).

Cosa c’è dopo questo annuncio

Infine, Dani Olmo, all’inizio dell’azione, ha aperto le marcature in falcata. Dopo essersi affidato a Gavi al centro, la pepita del Barcellona ha provato a recuperare da un mestolo in area. La palla è stata leggermente deviata ma è comunque atterrata sull’attaccante iberico, che ha poi gestito un perfetto controllo del perno prima di battere Navas con un tuffo ravvicinato mentre padroneggiava (11esimo, 1-0), segnando il 100esimo gol della Spagna ai Mondiali. Scatenati, gli spagnoli hanno continuato a mantenere la pressione sulla difesa costaricana e dieci minuti dopo Jordi Alba ha crossato per Marco Ansensio il cui nuovo tiro in prima linea ha sorpreso Keylor Navas (21′, 2-0). A mezz’ora dall’inizio della partita, Jordi Alba, in una grande serata, ha causato il fallo di Oscar Duarte in area avversaria (29esimo). L’arbitro, il signor Abdulla Mohammed, non ha esitato e ha indicato il dischetto. Ferran Torres è stato responsabile dell’esecuzione della sentenza e dell’aumento del punteggio (31esimo, 3-0).

La Spagna passa 7

La partita è stata quindi di grande intensità. Nell’ultimo quarto d’ora di questo primo periodo, gli spagnoli ora gestiscono il vantaggio senza fretta quando vanno all’attacco. Fino ad allora, il gioco offerto da La Roja era vicino alla perfezione grazie alla precisione tecnica, alla creatività e al senso del lavoro di squadra, principi insiti nella selezione spagnola. Al rientro dagli spogliatoi, i giocatori di Luis Enrique sono tornati in campo con le stesse ambizioni. Trovato nell’asse vicino alla superficie, Marco Asensio ha sferrato un tiro potente che è passato appena sopra la gabbia di Keylor Navas (48°). Era solo un rinvio. Sempre coinvolto, Gavi si spostò a destra della superficie Ferran Torres. Quest’ultimo è inizialmente inciampato su Francisco Calvo prima di recuperare il cuoio e ingannare ancora una volta Keylor Navas, che è andato a pescare sul posto (54esimo, 4-0). Durante la gestione, la Spagna ha poi continuato a sviluppare il suo gioco e ha affrontato il Costa Rica.

Troppo passiva offensivamente e difensivamente, la selezione costaricana ha continuato ad affondare e soffrire senza riuscire a ribellarsi per ravvivare l’interesse di questo incontro mentre la Spagna ha mostrato grande padronanza collettiva sia in difesa che in attacco. Visibilmente non soddisfatti dell’entità del punteggio, gli spagnoli hanno premuto l’acceleratore per raggiungere la Manita. Su ricezione di un cross di Alvaro Morata, Gavi innesca un bel recupero che sfiora il palo prima di finire in fondo alla rete (75°, 5-0). Il barcellonese diventa così il più giovane marcatore del Mondiale dai tempi di Pelé nella finale dell’edizione del 1958 contro la Svezia (5-2). Visibilmente non soddisfatti, i giocatori della Roja hanno segnato altri due gol nel finale di partita. Su un’accelerazione e un cross di Nico Williams, Keylor Navas spinge in asse su Carlos Soler che non ha bisogno di essere chiesto e spara al portiere costaricano (90esimo, 6-0) poi Alvaro Morata approfitta di un passaggio di Dani Olmo a partecipare alla festa e segnare il 7° e ultimo gol della partita (90° + 3, 7-0). Vittoria netta e impeccabile per la Spagna che domenica prossima affronterà la Germania.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *