• Home
  • la straordinaria carriera di Matt Turner, solido portiere del Team USA

la straordinaria carriera di Matt Turner, solido portiere del Team USA

0 comments

Cosa c’è dopo questo annuncio

“Tra cinque anni mi vedo bene in una banca d’affari. » Fortunatamente per lui, Matt Turner non è un medium, ma un portiere professionista. Perché ecco cosa disse poco meno di dieci anni fa. Ecco una grande storia di questa Coppa del Mondo 2022 da evidenziare in occasione degli ottavi di finale tra Stati Uniti e Olanda, che incroceranno le spade questo sabato (16:00) in Qatar. Se la stella a stelle e strisce si chiama innegabilmente Christian Pulisic, il portiere 28enne è una parte imprescindibile di questa selezione americana. Oltre al suo innegabile talento in porta, è anche la sua carriera molto originale che lo rende così speciale dall’altra parte dell’Atlantico, mentre solo dodici anni di allenamento gli saranno bastati per guadagnarsi un posto d’elezione nel calcio mondo.

Il fatto che Matt Turner abbia iniziato a giocare a “calcio” all’età di 16 anni pone le basi, mentre le sue prime vere storie con la palla tonda, che ha iniziato a giocare solo a 14 anni per mantenersi fisicamente in forma ed essere al top delle sue due passioni, basket e baseball, è a dir poco idilliaco. In molti hanno rimesso spesso in tavola il suo enorme gnocco, nell’ottobre 2013, quando faceva la guardia agli obiettivi del Fairfield (università di divisione 1). Sulla caduta di un tiro dalla distanza che si è schiantato contro la sua traversa contro Iona, Turner non è riuscito a prendere la palla, rilasciandola nella propria porta dopo che il cuoio gli è rimbalzato sulla faccia.

Turner è diventato un punto di riferimento in MLS

“Avevo sacrificato tanto per questa opportunità e non poteva andare peggio”, ha confidato di recente l’americano, che ha poi approfittato dell’infortunio del solito titolare per poi tornare a sedersi sulla stessa panchina che da 2 anni faceva la ceretta. Ma questo pronipote di un immigrato lituano che voleva fuggire dai nazisti nel 1940 approfittò di questa delicata situazione per forgiare una vera conchiglia e riprendersi meglio, dopo aver seriamente pensato di rinunciare al calcio. Tre anni dopo questo sfortunato episodio, Matt Turner, innamoratosi del calcio grazie al gol all’ultimo minuto di London Donovan contro l’Algeria ai Mondiali del 2010, si è unito alla Major League Soccer sotto i colori della rivoluzione del New England.

L’inizio della sua fulminea ascesa. Quello che si è ispirato ai video di YouTube per imparare a diventare portiere si è affermato abbastanza velocemente con la New England Revolution, dopo aver lasciato il segno in seconda divisione, in prestito. Nel corso delle stagioni, Matt Turner, preso sotto la sua ala protettrice da Brad Friedel ai Ravs, è diventato uno dei portieri più affidabili del campionato nordamericano. Tra il 2018 e il 2021 ha fermato 32,2 potenziali gol, 10 in più di qualsiasi altro portiere della MLS. Abbastanza per portarlo lentamente ma inesorabilmente al Team USA, dove ricopre il ruolo di numero 1 dal luglio 2021, ma anche nella Premier League inglese.

Prima di dirigersi verso gli inglesi ai Gunners

Spinto al grado di miglior portiere della MLS nel 2021, Matt Turner ha convinto l’Arsenal a scommettere su di lui come sostituto di Aaron Ramsdale. I suoi primi passi nel Regno di Sua Maestà confermarono i Gunners nella loro scelta, dando ancora più fiducia agli Stati Uniti. Se non ha ancora avuto modo di evolversi in Premier League, il nativo di Park Ridge (New Jersey) ha fatto parlare le sue qualità in Europa League (4 partite, 4 vittorie e 3 reti inviolate), dove ha comunque mancato l’ultima due giorni della fase a gironi a causa di un lieve infortunio. Sulla scena europea, Matt Turner si è distinto compiendo diverse parate decisive e mostrandosi a suo agio nelle gabbie londinesi. Il suo unico gol subito, a Zurigo, è stato su rigore.

Turner porta anche il Team USA in Qatar

In termini di prestazioni, Matt Turner è ora in linea con Tim Howard, Brad Friedel o persino Kasey Keller per l’USMNT, con cui ha 23 presenze (16 clean sheet). Nella continuità delle sue prestazioni all’Arsenal, l’ex residente della MLS si è distinto in Qatar dall’inizio del Mondiale 2022 (5 parate, di cui 3 contro i Tre Leoni). Anche lì ha subito un solo gol, su rigore (da Bale contro il Galles), come con il suo club (portando il suo totale a 5 reti inviolate in 7 partite in questa stagione). Per il resto l’americano è irreprensibile e rassicurante sulla sua linea di porta, come le sue parate decisive contro Ben Davies o Mason Mount.

Matt Turner, dotato di un gioco di calci interessante (93% di passaggi riusciti nella sua metà campo dall’inizio della competizione), ha pagato anche il lusso di essere all’origine del primo gol del Team USA contro l’Iran (1 -0) grazie al suo rilancio perfetto. Più fiducioso che mai, il portiere dell’Arsenal proclama forte e chiaro le sue ambizioni. “Voglio questa responsabilità, mostrarmi sulla scena mondialeha detto di recente. È la prima volta che lo dico ad alta voce: mi sento come se meritassi di suonare. » Quale modo migliore per brillare di una Coppa del Mondo di ottavi di finale per brillare?

In occasione dei Mondiali, Parions Sport en Ligne ti offre la tua prima scommessa doppia fino a 100€ e 10€ di scommesse gratuite offerte senza deposito con il codice FMCDM. Crea il tuo account oggi per approfittare di questa offerta esclusiva.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}