la tipica squadra della 6a giornata

Cosa c’è dopo questo annuncio

Questa sesta giornata di Champions League è stata ancora una volta allietata da colpi di scena, uno più pazzo dell’altro. Mentre alcune squadre si sono assicurate la qualificazione nell’ultima giornata come il Milan (4-0 contro il Salisburgo), altre hanno visto crollare il sogno del primo posto. È ovviamente il caso del PSG che, nonostante la vittoria contro la Juventus (2-1), è arrivato secondo alle spalle del Benfica che ha schiacciato il Maccabi Haifa (6-1), e che quindi è passato grazie a una serie di gol segnati in trasferta più importante di il club francese (9 contro 6). E nelle partite senza palo il Bayern ha dominato l’Inter (2-0) mentre il Manchester City ha chiuso in bellezza con la vittoria contro il Siviglia (3-1).

Nei gol del nostro tipo undici troviamo gli esperti Simone Mignolet. Nell’incontro tra Club Brugge e Bayern Leverkusen, l’ex portiere del Liverpool ha letteralmente disgustato gli attaccanti tedeschi incatenando parate spettacolari. Se la sua squadra ha conservato lo 0-0 è soprattutto grazie a lui che ha fatto 5 parate e ha chiuso logicamente il migliore in campo. In posizione di terzino destro, posto per le giovanili con i giovanissimi Rico Lewis. Il 17enne terzino destro ha approfittato del turnover di Pep Guardiola per giocare la sua prima partita di Champions League con il Manchester City. Risultato, una grande attività sulla sua destra e un gol, quello del pareggio. È diventato il più giovane marcatore nella storia della C1 a segnare al suo primo sorpasso in gara… Karim Benzema. La cerniera centrale è composta da Benjamin Pavard et Antonio Silva. Il francese, in difficoltà da alcune settimane, martedì ha riguadagnato una posizione da titolare come difensore centrale. Una posizione che padroneggia meglio e che gli permette di prosperare a terra. Bravo nei duelli, ha aperto le marcature anche contro l’Inter. Con lui il giovane difensore portoghese del Benfica che ha fatto una prestazione XXL nel cuore della difesa. Ottimo nel recupero, bravissimo nel posizionamento, ha dimostrato di avere tutte le carte in regola da grande difensore. Infine a sinistra, troviamo Ben Chilwell. Il nazionale inglese è stato molto attivo sulla sua corsia durante la vittoria del Chelsea contro Zagabria, creando molto spazio ed essendo sempre tecnicamente corretto. Purtroppo ha lasciato i suoi compagni nei minuti di recupero dopo un infortunio che potrebbe fargli saltare la Coppa del Mondo…

Un attacco francese al 100%.

Nel nostro centrocampo a tre, logicamente propenso all’offensiva, troviamo il tuttofare del Real Madrid: Federico Valverde. Il centrocampista uruguaiano ultimamente si è esibito in prestazioni mostruose e continua ad essere indiscusso tra le Merengues. Nella grande vittoria della sua squadra contro il Celtic, ha dimostrato ancora una volta la sua ampia tavolozza tecnica e tattica. In difesa, in attacco, sui corridoi, insomma Valverde ha fatto Valverde e ha segnato ancora con un gran tiro di cui ora ha il segreto. A proposito di grandi successi, giovanni mario fa anche parte del nostro tipo undici. Il centrocampista portoghese, prezioso con il Benfica contro l’Haifa, ha mandato la sua squadra in vetta al Gruppo H con un gol sublime negli ultimi secondi del match. Infine, per supportare questi due giocatori, lo è Dusan Tadic che abbiamo scelto. Il centrocampista serbo è stato decisivo nella vittoria contro i Rangers. Passante decisivo, è stato soprattutto un vero veleno per la difesa avversaria essendo in tutte le mosse giuste e vagando tecnicamente per tutta la partita.

Davanti c’è un attacco francese al 100% che è presente nella nostra squadra standard. A sostegno degli attaccanti, troviamo Cristoforo Nkunku. Il giocatore del Lipsia conferma la sua ultima stagione molto buona continuando il suo slancio. Ancora marcatore mercoledì, ha anche fornito un assist e ha partecipato al 4° gol della sua squadra. Un altro gioco completo. Lo stesso si può dire dell’inesauribile Olivier Giroud. La sua squadra doveva assolutamente vincere per qualificarsi all’8° posto, e ovviamente potevano contare sulla risposta del francese. Autore di una doppietta, ha offerto anche un gol a Krunic e ha confermato di essere un giocatore decisamente a parte. E per accompagnarlo in questo attacco: Kylian Mbappé. Il Bondynois ha salvato da solo il PSG contro la Juventus. Uomo in campo, si è distinto con un assist preciso per Nuno Mendes ma soprattutto con il suo magnifico gol dove da solo ha umiliato la difesa italiana prima di ingannare Wojciech Szczęsny con un bellissimo tiro. Ma nei nostri undici avremmo anche potuto accennare Choupo-Moting marcatore contro l’Inter e bravissimo con il Bayern, Mahdi Taremi ancora decisivo con il Porto o addirittura Mohamed Ascolta passante decisivo con Lipsia e Alessandro Bahche ha offerto due gol al Benfica.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *