• Home
  • La tipica squadra della fase a gironi della Coppa del Mondo

La tipica squadra della fase a gironi della Coppa del Mondo

0 comments

Ci sarà stato di tutto in questo primo turno di Coppa del Mondo: sorprese, favoriti per strada, bei gol, rivelazioni. E anche se nel complesso è stata una fase a gironi di qualità, alcuni giocatori hanno comunque fatto bene.

Portiere

Wojciech Szczesny (Polonia)
Ha perso 100 euro in una scommessa con Lionel Messi, ma si è vendicato fermando il suo rigore, quattro giorni dopo aver già fermato il tentativo del saudita Al Dawsari. La squadra francese è avvisata: “La chiave per fermare Mbappé? Me stesso ! »

Difensori

Achraf Hakimi (Marocco)
C’è una sensazione migliore che ricordare al mondo che sei il migliore nel tuo lavoro e consentire al tuo paese di qualificarsi per la fase a eliminazione diretta di una Coppa del Mondo? Tutto sotto gli occhi di tua madre?

Kalidou Koulibaly (Senegal) Free Mp3 Download
2012: Kalidou Koulibaly scende in Nazionale con l’FC Metz. 2022: Kalidou Koulibaly manda il Senegal agli ottavi di finale del Mondiale, fascia da capitano intorno al bicipite. Anche Édouard Mendy non l’ha vissuta brillare.

Josko Guardiol (Croazia)
Zorro, Batman, Capitan America, Flash. A questo elenco di eroi mascherati dobbiamo ora aggiungere il nome di Joško Gvardiol.

Dayot Upamecano (Francia)
I tifosi dei Bleus erano preoccupati per il ritiro di Presnel Kimpembe e per l’evoluzione dell’infortunio di Varane. Ma questo prima di vedere Dayot Upamecano al lavoro. Che ferma gli aggressori a metà volo.

Centrocampisti

Bruno Fernandes (Portogallo)
Prima partita? Due assist. Seconda partita? Due gol. Terza partita? Due sonnellini in panchina. Quando penso a Fernandes…

Casemiró (Brasile)
Arriva il momento, placcaggi e praline, nel deserto del Qatar, ogni giorno la fa da padrone.

Gadri (Spagna)
La Spagna ha Xaviniesta da dieci anni, avrà Gadri per i prossimi dieci anni. E il calcio li ringrazia.

Attaccanti

Cody Gakpo (Paesi Bassi)
In La nostra bella famiglia, Cody è il nipote un po’ sciocco ma affettuoso. Ai Mondiali, Cody è l’unico giocatore in grado di segnare una pedina in ciascuna delle tre partite del girone con Álvaro Morata. Gakpo > Gakpe.

Enner Valenza (Ecuador)
Il chirurgo ortopedico Philippe Paillard è categorico, per una distorsione al ginocchio, “sono necessarie dalle 4 alle 6 settimane di riposo affinché i tessuti si riparino correttamente” . Ovviamente, Enner Valencia non è d’accordo, dal momento che cura il suo infortunio amoreggiando sul prato e segnando gol.

Marcus Rashford (Inghilterra)
Il vantaggio di giocare la partita dei parrucchieri è che è possibile fare punti e cambiare i piani del proprio allenatore. Come Marcus Rashford, che ha messo a segno una doppietta contro il Galles, compreso il 100e Obiettivo del CDM dell’Inghilterra. E il vantaggio di metterlo titolare è che sarà già fuori quando si giocheranno i calci di rigore.

Sulla panchina

Herve Renard (Arabia Saudita)
« Prendi il telefono, puoi fare una foto con lui se vuoi. » Per sempre nella leggenda.

Richarlison (Brasile)
Dovremo lottare per impedirgli di vincere il premio per il gol più bello del torneo.

Kylian Mbappe (Francia)
3 gol, 1 assist. Eppure non ha ancora superato il secondo.

Ritsu Doan (Giappone)
IL supersub del torneo. Sostituendo contro Spagna e Germania, ha pareggiato ogni volta. Titolare contro il Costa Rica, ha visto il Giappone inchinarsi senza restituire l’incontro. È quindi in panchina che dovrebbe partire titolare contro la Croazia.

Vincent Aboubakar (Camerun)
E pensare che se Vincent Aboubakar fosse sempre partito titolare, il Camerun sarebbe arrivato primo nel proprio girone.

Enzo Fernández (Argentina)
L’Argentina ha finalmente capito che era più facile vincere una partita con il suo miglior giocatore in campo. Puoi già dargli il trofeo.

Jack Grealish (Angleterre)
Proprio per la sua celebrazione, merita pienamente il suo posto.

Alvaro Morata (Spagna)
3 gol, 1 assist. Eppure non ha ancora superato il secondo.

Jamal Musiala (Germania)
Ad esempio, puoi chiamarti Germania, avere uno dei migliori giocatori del torneo nella tua squadra ed uscire dalla fase a gironi. Il calcio è cambiato.

Dov’è finito il boicottaggio dei Mondiali 2022?

Di Steven Oliveira

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}