• Home
  • Le 5 pepite da seguire nel 2023

Le 5 pepite da seguire nel 2023

0 comments

Ollie Bearman
17 anni, Gran Bretagna, Formula 2Secondo

Ollie Bearman

Ollie Bearman si è congratulato con il campione Victor Martins. © Florent Gooden / DPPI

È la principale speranza della Ferrari per gli anni a venire. Primo pilota a riuscire a laurearsi campione sia della F4 tedesca che di quella italiana nel 2020, il britannico aveva lanciato quest’anno una sfida rocambolesca, quella di saltare gli schemi F3 Regionale per salire direttamente in F3 FIA, come Theo Pourchaire lo aveva fatto prima di lui nel 2020. E va detto che è stato un grande successo. Il protetto del Scuderia ha battuto i suoi due compagni di squadra ripetuti alla Prema, in questo caso Arthur Leclerc e Jak Crawford, ed è arrivato addirittura 3° in campionato, a soli sette punti dal campione Victor Martins.

Dopo un inizio di stagione all’insegna dell’apprendimento dove ha commesso qualche errore logico, come ad Imola dove ha ricevuto una penalità di 20 secondi per un contatto con Grégoire Saucy, Bearman ha finito per mettersi subito al passo essendo stato probabilmente il pilota più costante della stagione con 5 podi in gara principale, cosa che nessun altro è riuscito a fare. Nel 2023 continuerà con la Prema, ma questa volta in Formula 2. L’età e l’inesperienza saranno sulla carta il suo tallone d’Achille, ma all’interno della struttura italiana riponiamo molte speranze sul volante del britannico, che sarà uno degli ovvi outsider della stagione.

LEGGI ANCHE > Oliver Bearman, la nuova pepita britannica

Isack Hadjar
18 anni, Francia, Formula 2, Hitech Grand Prix

Isack Hadjar

Isack Hadjar, pilota Toro Rosso © Sebastiaan Rozendaal / Agenzia fotografica olandese / DPPI

Insieme a Ollie Bearman e Zane Maloney, che hanno giocato nei due migliori team FIA Formula 3 (Prema e Trident), Isack Hadjar è stata la grande rivelazione della stagione FIA ​​Formula 3 di quest’anno. The Habs, nonostante il suo status di rookie, è riuscito a sfondare il soffitto di vetro che sembrava limitare il team Hitech nelle ultime stagioni. Spesso piazzati ma raramente vincenti in passato con Liam Lawson o Jüri Vips che avevano realizzato buone prestazioni senza giocarsi davvero il titolo, la struttura di Oliver Oakes ha questa volta monopolizzato gli avamposti con il francese. Per due terzi dell’anno, Isack è stato il principale avversario di Victor Martins. Ha anche ottenuto una pole position e una vittoria nella gara principale in Austria, oltre ad altri due successi in griglia inversa in Bahrain e Silverstone.

Solo un finale di stagione poco brillante gli ha impedito di lottare davvero fino all’ultima gara per il titolo, ma la qualità delle sue prestazioni, i suoi sorpassi e la sua sferzata di velocità hanno finito per convincere Helmut Marko, consapevole di avere un enorme talento tra le mani . L’austriaco ci ha addirittura detto durante la stagione che pensava già agli Habs, che lui chiama anche i nuovi Prostper un posto a Alfa Tauro nel 2024. Questo ovviamente attraverserà un grande anno in Formula 2, nelle file di Hitech. Anche il team di Silverstone ha fatto di tutto per mantenere Hadjar, mentre sono state avanzate discussioni tra Red Bull e DAMS per il francese per il 2023. Come Ollie Bearman, Isack Hadjar sarà un grande sfavorito per il titolo.

LEGGI ANCHE > Helmut Marko: “Se si esibisce in F2, c’è un’alta probabilità di vedere Isack Hadjar in F1 nel 2024”

Nikola Tsolov
16 anni, Bulgaria, Formula 3, ART Grand Prix

Nikola Tsolov

Nikola Tsolov, campione di F4 spagnolo.

Ecco un’altra pepita non necessariamente ancora molto conosciuta, ma che dovrà essere osservata molto da vicino nel 2023. Nikola Tsolov è bulgaro, ed è attualmente gestito dalla struttura di Fernando Alonso (A14 Management), lo spagnolo ripone molte speranze nel suo piccolo protetto. Molto competitivo in karting dove si è distinto nel 2021 grazie in particolare al suo 4° posto nel campionato europeo e alla sua 5° posizione finale nel mondiale, il giovane sedicenne è poi riuscito brillantemente nel suo passaggio alla monoposto vincendo la F4 spagnola, come Richard Verschoor, Christian Lundgaard, Franco Colapinto o anche Kas Haverkort prima di lui.

A Campos, ha posto fine al dominio di MP Motorsport vincendo 13 delle 21 gare dell’anno, otto delle quali consecutivamente, tutte coronate da 15 partenze in pole position! Il ragazzo è molto veloce. Così in fretta che ha deciso di saltare la FRECA e passare direttamente alla Formula 3. Tsolov ha firmato con ART Grand Prix, di cui difenderà i colori. La marcia sarà alta, ma Théo Pourchaire, all’interno della squadra tricolore, non era riuscito in questa scommessa nel 2020 finendo vice-campione? Per quanto riguarda la squadra guidata da Sebastien Philippe, riponiamo molte speranze su Tsolov ma ovviamente non sottovalutiamo il passaggio che attende il bulgaro. Possiamo infatti immaginare una graduale ascesa al potere per la pepita di Fernando Alonso, e vederlo candidato alla vittoria nella seconda parte della stagione. A meno che non abbia decisamente fretta e crei una sorpresa fin dall’inizio.

LEGGI ANCHE > Nikola Tsolov si unisce all’ART Grand Prix

Andrea Kimi Antonelli
16 anni, Italia, FRECA, Prema

Andrea Kimi Antonelli © Prema

Kimi è probabilmente il pilota più pubblicizzato delle attuali formule di promozione. Come Ollie Bearman prima di lui, il Transalpin quest’anno ha vinto la F4 tedesca e italiana, impresa che purtroppo non siamo pronti a rivedere quando il campionato ADAC scomparirà. Dopo un complicato primo incontro a Imola, Andrea Kimi ha incatenato nove vittorie su dieci gare e ha vinto il campionato italiano con 104 punti di vantaggio. In Germania, ha vinto 9 volte in 15 gare ed è stato incoronato nonostante un incontro meno contestato. Calma. Membro del programma junior Mercedesl’italiano si evolverà il prossimo anno in FRECA.

E se questo campionato è probabilmente uno dei più difficili per i debuttanti, a causa delle particolarità della Tatuus T-318, Kimi ha il talento e la determinazione per lottare per il titolo al primo anno. Rimane un fattore ancora sconosciuto sulla sua stagione: la sua condizione fisica. Vincitore dei FIA Motorsport Games in F4, il bolognese si è rotto il polso a Le Castellet ed è stato privato di preziosi test FRECA di fine stagione. Da allora è stato operato e dovrebbe prendere parte a tutte le gare della Formula Regional Asia (ora denominata Formula Regional Middle East), mentre inizialmente avrebbe dovuto disputarne solo due o tre. Con test limitati, la sfida promette di essere ancora più grande per Kimi. Ma questo non dovrebbe preoccupare il pilota della Mercedes.

LEGGI ANCHE > Ritratto di Andrea Kimi Antonelli, la nuova stella della Mercedes

Tuukka Taponen
16 anni, Finlandia, F4 Italia, Prema

Tuukka Taponen Prema

Tuukka Taponen scoprirà le monoposto con Prema © Prema

Non è né più né meno che il campione del mondo di kart OK 2021. Recente vincitore del programma di rilevamento della Scuderia, Tuukka Taponen è entrato a far parte della Ferrari Driver Academy. Kartman geniale al punto da essere arrivato 3° nella finale del campionato europeo e addirittura 2° nel mondiale a Portimão nel 2020, Taponen ha quindi finalmente toccato il suo Santo Graal venendo incoronato a Campillos (Spagna) lo scorso anno in OK. Nonostante questo, Tuukka Taponen si è presa il suo tempo prima di salire sulla monoposto. Questa volta, il 2023 sarà l’anno giusto, visto che ha firmato con Prema nella F4 italiana. A differenza di altri kartisti prima di lui, lo scorso anno non ha preso parte a nessun round preparatorio e scoprirà il campionato a Imola il prossimo aprile. Un ragazzo da tenere d’occhio visto il talento dimostrato sui kartodromi. Si noti che il suo futuro compagno di squadra Ugo Ugochukwu, membro dell’accademia McLarenseguirà anche.

LEGGI ANCHE > Tuukka Taponen entra a far parte della Ferrari Driver Academy

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}