l’invincibile Ramos nei coccodrilli

Sergio Ramos “sogna” di partecipare ai Mondiali in Qatar. JB Autissier / PANORAMICO

FOCUS – Probabile titolare questa domenica a Lorient, il 36enne difensore spagnolo è (molto) ambizioso per il futuro, nel club… e nella selezione.

Sergio Ramos «altri quattro o cinque anni al massimo livello“, di cui due al PSG? Questo è il piano del 36enne nazionale spagnolo, come ha spiegato a fine aprile in poi Video Amazon Prime . Parole che all’epoca avevano qualcosa per cui sorridere… Un po’ meno oggi. Ostacolato da problemi muscolari e un infortunio al ginocchio, Ramos aveva già giocato poco negli ultimi sei mesi al Real Madrid. Arrivato a Parigi nell’estate del 2021, è stato il vitello a privarlo di terreno per molto tempo. In realtà, non ha davvero incatenato le partite prima dello scorso aprile, partecipando a otto delle nove delle ultime partite di Paris-SG nel 2021-22, di cui sei negli 11 titolari. Non proprio rassicurante per il futuro. Oltretutto, Luis Campos sperava di attirare Milan Skriniar fino alla fine dell’ultima finestra di mercatoanche se Christophe Galtier contava su una difesa a tre.

Quale Galtier non lesina sugli elogi quando si tratta di Ramos, giocatore al “corso eccezionale“in club come in selezione e che affitta a suo piacimento”il requisito“, il “professionalità“, senza esitare a parlare di lui come di un “cornice dello spogliatoio“. Tuttavia, questa non è una garanzia di tempo di gioco nella mente del tecnico 56enne. “Mi è capitato, in diversi club, di avere dirigenti che non giocavano perché c’era di meglio, con una sana competizione», scivolato l’allenatore parigino ad inizio stagione.

Non ho mai dubitato.

Sergio Ramos

Solo che ha detto che Skriniar non è mai arrivato. E che Ramos sia finalmente risparmiato dalle preoccupazioni a livello fisico. Improvvisamente, il campione del mondo e due volte campione d’Europa con la Spagna (180 presenze, 23 gol) ha allineato i mandati dall’inizio della stagione. Dopo aver giocato solo 13 partite nel 2021-22 (2 gol), il rock andaluso ne ha già giocate 18 nel 2022-23 (1 gol). Potrebbero essere le 19 a Lorient questa domenica (13:00). Scontro inaspettato in testa alla classifica, gli Hakes occupano il quarto posto in classifica L1 prima dell’apertura di questo 14° giorno. In ogni caso, Ramos ha sbagliato solo due volte dalla ripresa, per squalifica dopo l’espulsione Parole improprie nei confronti dell’arbitro a Reims (0-0), ad ottobre. Anche il passaggio a quattro dietro, e quindi a due nel cardine centrale, non ha influito sul suo tempo di gioco. Va detto che Galtier riposò Marquinhos ccontro Troyes (4-3) e che Presnel Kimpembe è stato incamerato contro la Juventus (1-2)che ha ridotto le sue opzioni per comporre la sua linea di fondo. Il francese, non recuperato, salterà anche la convocazione di Moustoir.

C’è sempre quello Ramos, che a inizio stagione ha ammesso di sentirsi”molto bene fisicamente», dimostra settimana dopo settimana che possiamo contare su di lui a Parigi. Certo, a volte sembra la sua età in termini di velocità e corsa, ma il suo senso della posizione, la sua autorità naturale, la sua forza nei duelli e la sua visione del gioco lungo lo rendono, a 36 anni, una risorsa per il PSG e una vera opzione per Galtier. “Non ho mai dubitatoha detto in conferenza stampa, prima di affrontare la Juve. È stato un anno molto difficile a causa degli infortuni. Ho sempre giocato per il Real, ho avuto la fortuna di non essermi infortunato molto finora. Succede… Fa parte del lavoro. Con costanza e professionalità sono riuscito a superarlo. Questo è ciò che mi definisce come giocatore“, martella, evidenziando”la sua fame di vincere“, lui il quadruplo vincitore della Champions League.

31 partite senza sconfitte con il PSG, un record

Intanto non perde. In 31 partite sotto la casacca del Paris, Ramos non ha mai conosciuto una sconfitta, un record nella storia del club ! L’ex capitano del PSG Rai ha visto terminare la sua serie di imbattibilità alla 29a partita. Per vedere se il Merlus di questa domenica o l’Auxerre, la prossima, mineranno questa sorprendente statistica. Inoltre, il PSG è l’unica squadra nella Top 5 europea ancora imbattuta nel 2022-23. Certo, il Benfica può anche rivendicare il proprio posto al tavolo degli invincibili, Parigi lo sa bene

Resta da vedere quali saranno gli orientamenti di coach Galtier, con la difesa a quattro o meno e, se necessario, con quali giocatori comporre il cardine centrale. Una cosa è certa: se si dicesseravi” per evolvere asse destro in difesa con tre ad inizio stagione, Ramos non nasconde che lui”preferisco giocarne quattro», come Marquinhos. Tuttavia, non intende spingere pubblicamente per nessuna particolare opzione tattica. “Non dipende da noi (i giocatori), è una scelta dell’allenatore“, elude. Inoltre, nulla dice che un difensore non arriverà nella finestra di mercato invernale. Si dice qua e là che il Paris Saint-Germain non ha dimenticato Skriniar, libero a fine stagione all’Inter e che non ha (ancora?) allungato.

Se è così, Ramos potrebbe, forse, preoccuparsi. Nel frattempo vede con ambizione e appetito il futuro, lui che è sotto contratto fino a giugno 2023”.Mi sento molto bene con la mia famiglia e i miei figliassicura, a suo agio a Parigi. Spero di poter giocare ancora per qualche anno perché vivo per il calcio, lo adoro.“E per aggiungere:”La mia motivazione è sempre quella di evolvere al massimo livello. Sono molto felice dell’amore che ho ricevuto al PSG. Spero di ripagare quell’amore con titoli e un buon ritorno.“Tutto insieme a Lionel Messi con cui ora si confronta dopo tanti anni di lotta con lui. “Abbiamo un ottimo rapporto e si vede sul campo. Per vincere ci vuole un bel gruppo, rispetto tra i giocatori e spirito di fratellanza: il nemico è fuori, non nella squadra. Abbiamo bisogno di pace per vincere le cose“, giura.

Tutti sanno cosa significa per me difendere i colori del mio Paese. Mi sento molto bene, sto giocando di nuovo e sono disponibile.

Sergio Ramos

Precetti che il veterano spagnolo vorrebbe distillare all’interno di La Roja, durante i Mondiali (20 novembre-18 dicembre). “Tutti sanno cosa significa per me difendere i colori del mio Paese“, scivola, lui che non si chiama da marzo 2021 ma che si dichiara”a disposizione“e chi confessa”sognareper fare il Mondiale. “Allora non è una mia decisione“, osserva. In effetti, è quello di Luis Enrique. L’ex allenatore del Barça, da fonti spagnole, ha inserito il suo nome in una rosa di 55 giocatori. Risposta l’11 novembre. Fino ad allora Sergio Ramos non intende risparmiarsi: “La conservazione non funziona. Se lo facciamo, possiamo ancora farci male“, giura, parafrasando il discorso del suo allenatore sull’argomento. E in termini di infortuni, l’ex stella del Real Madrid ha già ampiamente avuto il suo account.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *