L’Irlanda vince contro il Sud Africa, partono bene gli All Blacks master Galles, Scozia e Italia

Aurélie SACCHELLI, Media365, pubblicato sabato 05 novembre 2022 alle 20:46

L’Italia e la Scozia hanno prevalso rispettivamente contro Samoa e Fiji nella loro prima partita dell’Autunno Tour di sabato. La Nuova Zelanda, dal canto suo, ha avuto la meglio sul Galles a Cardiff quando l’Irlanda ha vinto contro il Sud Africa.

L’Irlanda invia un messaggio molto chiaro. In occasione del ricevimento del campione del mondo in carica del Sud Africa, il XV di Clover ha siglato una breve ma preziosa vittoria all’Aviva Stadium di Dublino. Jonathan Sexton ha impiegato solo tre minuti per aprire le marcature su rigore, ma Damian Willemse gli ha risposto molto rapidamente. Il cartellino giallo ricevuto da Cheslin Kolbe per un contrasto con ribaltamento su Mack Hansen al quarto d’ora di gioco non ha stravolto l’affare e gli Springboks hanno persino perso l’occasione di tornare in vantaggio da Damian Willemse su rigore. Jonathan Sexton non ha tremato a quattro minuti dall’intervallo ma, due minuti dopo la sirena, Cheslin Kolbe ha messo in parità le due squadre sul tabellone. Appena la ripresa, gli irlandesi hanno messo le mani sulla palla e Josh van der Flier ha fatto alzare in piedi i tifosi del Clover XV con la prima meta del match dopo un pallone portato. Gli Springboks hanno preso un altro colpo di testa quando Mack Hansen è andato a concludere un contropiede guidato senza intoppi tre minuti dopo. Tornati al muro, i sudafricani hanno aspettato l’ultimo quarto d’ora per rispondere. Franco Mostert è stato in grado di sfondare la difesa irlandese per riportare la sua squadra a cinque lunghezze. Jonathan Sexton ha poi dato un po’ di aria al suo allenamento ma i Boks hanno finito forte. Kurt-Lee Arendse, ritrovato in fondo alla linea, porta il Sudafrica a tre punti ma Cheslin Kolbe sbaglia la trasformazione. Senza tremare, l’Irlanda si assicurò la vittoria (19-16) e indicò la via alla XV di Francia.

Nuova Zelanda troppo forte per il Galles

Gli All Blacks non hanno saltato il loro primo vero test. Una settimana dopo una lenta vittoria in Giappone, i giocatori di Ian Foster hanno chiaramente vinto al Principality Stadium di Cardiff contro il Galles. Mentre Richie Mo’unga apre rapidamente le marcature su rigore, la prima meta arriva dopo undici minuti con Codie Taylor. Il tallonatore è poi andato lì con il suo doppio dopo una penalità di cinque yard giocata rapidamente. Il Leek XV ha reagito un quarto d’ora prima della pausa grazie a Rio Dyer prima che Gareth Anscombe riportasse il gallese a sette lunghezze. Tuttavia, Jordie Barrett è andato ad appiattire la terza meta degli All Blacks nell’intervallo, con Gareth Anscombe che ha portato il Galles a nove punti nell’intervallo su rigore. L’attaccante gallese ha trovato ancora una volta il bersaglio poco dopo l’intervallo, ma Aaron Smith ha dato nuova vita alla Nuova Zelanda. La resistenza gallese ha fatto miracoli con Justin Tipuric che ha trovato la buca del topo per registrare la seconda meta del Leek XV… ma ha segnato gli ultimi punti per la sua squadra. Due minuti dopo, Aaron Smith ha dato nuova vita alla Nuova Zelanda. Nell’ultimo quarto d’ora, Ardie Savea, Jordie Barrett e Samisoni Taukei’aho sono andati lì dalle loro prove per una netta vittoria per gli All Blacks (23-55), che andranno in Scozia il prossimo fine settimana quando il paese del Galles riceverà l’Argentina.

Scozia e Italia all’appuntamento

Dopo un antipasto sabato scorso (vittoria per l’Australia in Scozia e la Nuova Zelanda in Giappone), l’Autunno Tour 2022 che, a meno di un anno dai Mondiali in Francia, dovrebbe dare una bella idea di chi saranno i favoriti e gli outsider del prossimo Mondiale, continua questo sabato. Prima grande nazione europea sul ponte questo sabato, l’Italia ha fatto poco male alle Samoa, squadra ancora davanti a loro (11a contro 14a) nella classifica mondiale di rugby. La Squadra Azzurra, in difficoltà durante il Torneo 6 Nazioni (quattro sconfitte) ma che quest’estate ha ripreso fiducia contro le nazioni più deboli, ha vinto 49-17 (28-0, mt) a Padova, grazie alle mete di Brex, Bruno (doppietta), Ioane (doppietta) e Cannone, mentre i samoani sono riusciti a fare una buona ultima mezz’ora, con tre mete di Seuteni, Paia’aua e McFarland. La prossima settimana dovrebbe rivelarsi più complicata per l’Italia, contro l’Australia… Dal canto suo, la Scozia (9° al mondo) ha ricevuto le Fiji (12°) a Murrayfield, e il XV di Thistle si è imposto sul punteggio di 28-12. Tuttavia, ha portato solo 14-12 all’intervallo, dopo le mete di Turner e Hastings, contro le mete di Tuicuvu e Rotuisolia. Ma gli scozzesi hanno gestito un buon secondo tempo, ben aiutati dall’indisciplina dell’avversario (due ammonizioni nel secondo periodo), e segnati da van der Merwe e White. Un buon inizio, prima di sfidare l’orco neozelandese tra una settimana…

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *