LIVE – Juventus-PSG, P-1: “Sogno il Mondiale”, dice Sergio Ramos

Ramos a livello di Champions League

“La Champions si gioca sui piccoli dettagli. (…) Il fattore fortuna, il fattore storia può entrare in gioco. La Juventus è sempre una squadra che conta in Champions League. Ma se fosse solo una storia di numeri, tutti avrebbe una Champions in casa”.

La conferenza stampa si conclude con questa risposta.

Ramos sul suo “ottimo” rapporto con Marquinhos

“Il mio rapporto con Marquinhos è molto buono. Da quando sono arrivato, il rapporto con tutti i miei compagni di squadra è stato meraviglioso. Marquinhos è un top player, è un giocatore fondamentale per tutti. (…) Quando ci sono momenti difficili, cerchiamo di affrontare i problemi nello spogliatoio. Lo faccio in modo naturale, non è calcolato. Tutti rispettano il capitano e sono felice di aiutare Marquinhos”.

Ramos su Messi e Mondiale: ‘È molto concentrato’

“Messi è sempre ai massimi livelli. Continua ad essere uno dei giocatori più decisivi al mondo. È un privilegio averlo nella nostra squadra. (…) Lo vedo molto concentrato, come l’anno scorso Forse lo ha fatto il Mondiale nella sua mente, ma è concentrato sull’essere bravo in campo”.

Ramos sui cartellini rossi in Francia: ‘Nessun problema’

“Per i cartellini rossi non c’è problema. Impariamo, sbagliamo”.

Ramos sugli infortuni: “L’anno scorso è dimenticato, sono perfettamente in forma”

“L’anno scorso è stato difficile. Mi sono infortunato, mi sono dovuto adattare dopo aver trascorso gran parte della mia carriera al Real. In nessun momento ho pensato che fosse la fine della mia carriera. È stata una sfida. (…) L’anno scorso è dimenticato. Ci sono stati dei cambiamenti e sono felice, mi sono completamente adattato a Parigi e ho fame di titoli. Se penso che sia finita, starò a casa a prendermi cura dei miei figli. Ma penso di può durare qualche anno in più al miglior livello del calcio”.

Ramos sul contratto: “Vedremo”

“Per il prolungamento? Penso solo a giocare al mio massimo livello. Vedremo. Sono contento che il PSG abbia fatto uno sforzo per ingaggiarmi”.

Ramos sul sistema difensivo: ‘Preferisco la linea a quattro’

“Giocare con una difesa a tre oa quattro dipende dall’allenatore. È lui che analizza gli avversari. Le grandi squadre hanno questa flessibilità. Personalmente preferisco la linea a quattro. Hai un po’ più di equilibrio, soprattutto in campo di mezzo quando serve il possesso. Ma con tre c’è più sicurezza”.

Ramos descrive il suo rapporto “eccellente” con Messi

“E’ una cosa che suscita molta curiosità. Ma abbiamo lo stesso obiettivo: vincere con il PSG. Vogliamo rendere migliore la squadra, con la nostra esperienza e buone prestazioni. Il mio rapporto con Messi è ottimo. Si vede sul campo C’è grande rispetto tra i giocatori e un buon stato d’animo”.

Ramos sulle sue possibilità di giocare la Coppa del Mondo con la Spagna

“Tutti sanno cosa significa per me difendere i colori del mio Paese. Dopo una stagione difficile, mi sento di nuovo bene, gioco di nuovo e sono disponibile. Spero ancora di tornare in selezione e sogno il Mondiali. Ma dobbiamo aspettare, continuare a giocare ai massimi livelli per convincere l’allenatore. Spero di avere la possibilità di giocare un altro Mondiale”.

Maggiori informazioni qui.

Galtier sui motivi dell’eliminazione della Juve

“La Juventus non ha avuto successo e non ha mai avuto a disposizione la sua squadra tipo. Quando hai giocatori di livello mondiale, Pogba o Chiesa che sono assenti, è ovvio che ci si indebolisce rapidamente, si sminuisce. Anche con temperamento e voglia, servono giocatori di esperienza e di classe internazionale. La Juve è stata privata dei suoi migliori giocatori”.

Galtier sullo squilibrio del suo sistema

“Vivere in squilibrio? No. Ma abbiamo profili e un modo di giocare che significa che ad un certo punto ci sarà uno squilibrio. Sulla reazione alla sconfitta, ovviamente ne ho parlato. A volte c’è il desiderio di esserci, ma senza intensità, con qualche ritegno in particolare sull’ultima partita di campionato, sulle situazioni subite, siamo stati molto vicini alla palla e all’avversario senza vincere il duello, con un maggiore impegno e magari con un po’ più di abilità, con errori tattici fermare le transizioni che possono essere pericolose”.

Galtier sul numero di gol subiti su calci piazzati

“Sono stato molto seccato dopo le ultime due partite. Il posizionamento non è buono, non è rispettato. È questione di impegno, a volte di sacrificio. Ne ho parlato stamattina con i miei giocatori. Abbiamo più che parlato, ci abbiamo lavorato . A parte il valore di ogni giocatore sulla sua capacità di vincere duelli aerei, sui calci piazzati perdiamo molti palloni in area. È una mancanza di concentrazione, una mancanza di investimento. Dobbiamo rimediare. La Juventus ha segnato un tanti gol su calci piazzati. Dovremo essere molto vigili”.

Galtier: “Vincere perché c’è un obiettivo importante”

“Non c’è voglia di dire che dobbiamo battere la Juve perché storicamente non è mai stato così. Abbiamo l’ambizione di giocare per vincere perché c’è un molto importante: il primo posto. L’eliminazione della Juventus è un peccato per loro, ma noi siamo concentrati su quello che dobbiamo fare”.

Galtier sulla necessità di vincere per finire in testa al girone

“È molto più bello qualificarsi prima dell’ultima partita. Era un obiettivo obbligatorio, al Paris Saint-Germain. C’è questo obiettivo di finire primo. Conosciamo le conseguenze nei sorteggi quando arrivi secondo. Abbiamo questa ambizione sportiva. Abbiamo ne abbiamo parlato con i giocatori, siamo concentrati. La gente potrebbe pensare che sarà una partita meno tirata. No, non sarà il caso. Abbiamo il dovere di arrivare primi per aspettare un pareggio più clemente. Lo sappiamo che avremo la Juve, eliminata ma che farà di tutto per qualificarsi all’Europa League. Ed è un club con una storia incredibile con tanto orgoglio e orgoglio”.

Galtier sull’assenza di Kimpembe: “Niente di allarmante”

“Presnel era rientrato nel girone e ha potuto partecipare all’ultima partita di Champions League. Tutto andava bene, ma oggi abbiamo camminato sul suo tendine che già gli faceva male. Nell’ultima seduta il dolore era troppo per lui” può prendere parte alla partita. Non c’è niente di allarmante rispetto alle partite che dobbiamo ancora giocare”.

Galtier a un giornalista italiano sulla speranza di vincere la C1

“C’è molta aspettativa intorno al Paris Saint-Germain, in Francia e in Europa. Il che è normale, se si vede come è composta la nostra rosa. Abbiamo giocatori di livello mondiale, con molta esperienza, molta esperienza . È un trofeo molto difficile da vincere. A volte le partite sono irrazionali con capovolgimenti della situazione. Il PSG è molto vicino a vincere un trofeo. Speriamo che lo sia quest’anno, ma è successo poco qualche stagione fa. Il Lo scenario è stato incredibile la scorsa stagione, c’è molta speranza, molte aspettative, ma il nostro club sta facendo tutto il possibile per vincere questo magnifico trofeo un giorno.

Ci vediamo alle 19:30 per la conferenza stampa

Christophe Galtier sarà accompagnato da Sergio Ramos in una conferenza stampa.

Vlahovic, Di Maria, Paredes… Juve decimata contro il Paris

Massimiliano Allegri dovrà ripensare ai suoi piani. Il tecnico bianconero non potrà contare su una rosa al completo contro il PSG domani sera, nell’ultima giornata della fase a gironi di Champions League. Dusan Vlahovic, Angel Di Maria, Leandro Paredes e Weston McKennie sono decaduti per questa riunione con i parigini. Assenze che si aggiungono a quella di Paul Pogba, ancora in infermeria dopo l’operazione al ginocchio durante l’estate.

Nessuna preoccupazione per Kimpembe, pacchetto contro la Juventus

Il difensore centrale del Paris Saint-Germain ha rinunciato alla trasferta di Torino (mercoledì alle 21), in Champions League, per una botta ricevuta in allenamento, nulla di grave a priori. Questo fastidio al tendine d’Achille non dovrebbe tenerlo lontano dal campo a lungo, lui appena rientrato dall’infortunio. A seconda delle visite mediche e delle sue sensazioni, il difensore potrebbe riprendere gli allenamenti collettivi a fine settimana.

FH

“Se avesse deciso di operarsi…”, Allegri non tenero con Paul Pogba

Presente in conferenza stampa alla vigilia del ricevimento del PSG, Massimiliano Allegri ha ricordato il caso di Paul Pogba, che deve ritirarsi dal Mondiale e che non ha ancora giocato una partita ufficiale in questa stagione con i bianconeri.

“Non ho ancora parlato con Paul (Pogba). Inutile ripetere quanto già detto. Una volta presa la decisione di non operarsi, subito dopo l’infortunio (inizio agosto), è normale che la speranza di rivedere Paul giocare con la Juventus e ai Mondiali è stato ridotto al minimo, è normale che sia dispiaciuto di saltare i Mondiali, di non poter giocare con la Juventus e, ovviamente, siamo penalizzati perché non abbiamo mai avuto un simile giocatore a disposizione”.

Maggiori informazioni qui.

Kimpembe e Navas si ritirano dalla Juve

Il PSG ha comunicato questo martedì il suo punto medico prima della trasferta a Torino. Due giocatori sono colpiti e vengono espulsi per l’ultima partita di Champions League: Presnel Kimpembe e Keylor Navas.

“A seguito di una botta, Presnel Kimpembe ha un fastidio al tendine d’Achille destro e resterà in cura al Training Center, scrive il club in un comunicato. Vittima di un mal di schiena, Keylor Navas resterà in cura anche al Training Center. “

Maggiori informazioni qui.

Mercoledì a Torino 2.100 tifosi del PSG

Saranno 2.100 i tifosi del PSG in trasferta a Torino. Compresi 600 ultras. I membri del Collectif Ultras Paris (CUP) faranno finalmente il viaggio in autobus. Per gli altri tifosi sarà in aereo e in treno.

AP

Sergio Ramos in conferenza stampa con Christophe Galtier dalle 19:30

Potrebbe essere questa una prima indicazione della scelta del tecnico francese al centro della difesa, mentre Presnel Kimpembe, Marquinhos e quindi Sergio Ramos sono tutti e tre a disposizione per la trasferta di Torino. Ramos è apparso in tutte le partite di questa stagione a parte le due per le quali è stato sospeso. Il passaggio a una difesa a quattro non ha posto problemi gestionali a Galtier finché Kimpembe è rimasto infortunato, ma le scelte più difficili saranno imposte all’allenatore ora, e forse domani se Galtier mantiene il suo 4-3-1-2.

Ciao a tutti

Benvenuto nel nostro sito per seguire le ultime informazioni (declas, gironi, probabili formazioni e statistiche) alla vigilia dell’ultima partita del girone del PSG in Champions League, mercoledì (21:00). I parigini si recheranno a Torino questa settimana, con l’ambizione di arrivare primi nel girone prima del Mondiale (20 novembre – 18 dicembre). Paris e Benfica, entrambe qualificate agli ottavi del Gruppo H, hanno lo stesso numero di punti ma la differenza reti è a favore dei parigini. Gli uomini di Christophe Galtier avranno quindi bisogno di una vittoria per dormire sonni tranquilli prima del sorteggio degli ottavi di finale in programma lunedì 7 novembre.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *