LIVE – OM-Tottenham: “Un grande ricordo”, Guy Stéphan non ha dimenticato la qualificazione 2011

Una fuga di gas interrompe la gestione dei tifosi del Tottenham

Una fuga di gas ha cambiato i piani della prefettura di Bouches-du-Rhône. Mentre i sostenitori del Tottenham dovevano incontrarsi ed essere sorvegliati a Place de la Joliette, una fuga di gas ha impedito questa organizzazione.

“Place de la Joliette è CHIUSA a causa di una grave fuga di gas. I sostenitori del Tottenham sono invitati a riunirsi nella vicina Place Henri Verneuil. La polizia li reindirizzerà se necessario. La riapertura stimata di Joliette è alle 13”, ha twittato la prefettura.

I tifosi degli Spurs sono stati poi portati a Square Henri Verneuil: “Nonostante l’imminente riapertura di Square Joliette, i sostenitori di @SpursOfficial sono invitati a recarsi in Square Henri Verneuil dove gli autobus li porteranno allo stadio. Molte opzioni per il catering + un DJ li aspetta !”

Maggiori informazioni qui.

‘Quando ho avuto la palla sapevo cosa avrei fatto’: Valbuena racconta l’impresa contro il Dortmund nel 2011

L’OM deve assolutamente vincere contro il Tottenham martedì sera in Champions League (21:00, RMC Sport 1) per raggiungere gli ottavi di finale della competizione. L’ultima volta che il club marsigliese ha firmato una prestazione del genere in uno scenario simile, è stato a Dortmund, nel 2011. Una vittoria per 3-2, con un sublime ultimo gol di Mathieu Valbuena.

>> Intervista a Mathieu Valbuena, protagonista dell’impresa del 2011

Guy Stéphan ha “grandi ricordi” dell’ultima qualificazione di OM all’ottavo round

Guy Stéphan, assistente di Didier Deschamps all’interno dello staff della Francia, era in panchina per l’OM durante l’ultima qualificazione del Marsiglia per la fase a eliminazione diretta della LDC, nel 2011. È tornato per RMC Sport in questo momento intenso:

Era un Dortmund allenato da Klopp, che non aveva la stessa notorietà di oggi! Con futuri giocatori famosi come Hummels, Lewandowski o Gündogan… Non eravamo in una situazione molto buona in campionato, con molte sconfitte, una stagione complicata. Ma avevamo appena battuto il PSG al Velodromo! E questo, a Marsiglia, ci dà sicuramente le ali. Questo gol di Rémy prima dell’intervallo ci fa rivivere, e fino all’intervallo abbiamo avuto la sensazione di essere tornati dall’inferno, con due gol subiti contro questo muro giallo nel primo periodo. Eravamo asfissiati. Dopo il pareggio di André Ayew, c’è questo numero e questa rete eccezionale di Mathieu (Valbuena). C’è tutta la sua tecnica, la sua finezza, la sua aggressività, perché non mollava mai anche se in quel momento giocava poco. È una partita che resta nei ricordi, un po’ come quella del titolo contro il Rennes. Negli spogliatoi era gioia e solo sorrisi, è un bel ricordo”.

Fiorente Germain

Niente green per OM

Dopo essersi allenato il giorno prima della partita, Igor Tudor ha lasciato le sue truppe a casa, come spesso durante le partite al Vélodrome. Anche se questo incontro è cruciale, lo staff olimpico non ha voluto aggiungere una notte in più al Commanderie, soprattutto perché i giocatori sono rimasti in Germania per cinque notti consecutive tra la partita di Francoforte e quella di Strasburgo la scorsa settimana. .

Fiorente Germain

La probabile composizione dell’OM contro il Tottenham

Costretto a vincere per qualificarsi, il club marsigliese può contare sul ritorno di Eric Bailly al centro della difesa mentre Igor Tudor dovrà ancora decidere il ruolo affidato a Mattéo Guendouzi.

Gli undici che dovrebbero iniziare: Pau Lopez – Mbemba, Bailly, Balerdi – Clauss, Guendouzi (o Rongier), Veretout, Tavares – Under (o Guendouzi), Harit – Sanchez.

>> Maggiori dettagli nel nostro articolo

Quanta qualificazione porterebbe ai marsigliesi

L’OM sfiderà il Tottenham martedì sera al Vélodrome in Champions League (21 su RMC Sport) in un incontro cruciale per il futuro degli olimpionici in C1. È stata persino definita “partita dell’anno” dall’allenatore Igor Tudor. Una vittoria e una qualificazione agli ottavi di finale della competizione permetterebbero al club presieduto da Pablo Longoria di respirare un po’ di soldi.

Quanto potrebbe portare un successo contro il Tottenham martedì? Già, 2,8 milioni di euro, somma pagata per l’eventuale vittoria nella fase a gironi della C1 e che il Marsiglia ha intascato due volte contro lo Sporting Portugal (4-1, 2-0). Poi, a ricostituire le casse anche il bonus qualificazione agli ottavi, di 9,6 milioni di euro, senza dimenticare gli incassi previsti al botteghino (circa tre milioni di euro) e gli incassi da diritti tv e sponsorizzazioni (circa quattro milioni di euro).

In tutto si tratta quindi di un potenziale assegno di 17 milioni di euro, particolarmente gradito a Pablo Longoria e al cda del Marsiglia.

>> Una partita per porre fine all’emorragia finanziaria? È così

Perché i marsigliesi devono crederci

Presumibilmente la squadra più forte del Gruppo D, è chiaro che all’alba di quest’ultima giornata della fase a gironi, il Tottenham non ha davvero assunto il suo status. Battuti (2-0) e poi tenuti in scacco sul prato (1-1) contro lo Sporting Portugal, i giocatori di Antonio Conte perdono punti. Contro un OM ridotto a 10 ad inizio ripresa, durante il primo scontro tra le due squadre di settembre (2-0), dei londinesi aveva impiegato molto tempo per trovare il difetto e non aveva avuto successo (18 tiri, due in porta).

Dall’inizio della C1 hanno segnato addirittura un gol in meno degli olimpionici (sei contro sette) e hanno la stessa differenza reti (+1) del Marsiglia. Un altro argomento che dimostra che i dibattiti si prospettano serrati. E quando espandiamo le prestazioni degli Spurs in Premier League, c’è motivo di essere ottimisti dalla parte dell’OM.

>> Scopri perché qui

Il Marsiglia si è qualificato per l’ottavo posto se…

L’accordo è chiarissimo per i Phocaeans: dobbiamo vincere o addio agli ottavi. L’OM deve battere il Tottenham per rivendicare il proprio posto tra le migliori squadre d’Europa.

In via di eliminazione, gli OM possono ancora strappare la qualificazione come La banda di Mathieu Valbuena è riuscito a farlo nel 2011 dopo un successo di capitale contro il Borussia Dortmund (3-2). In caso di vittoria contro gli Spurs, il Marsiglia sarà certo di continuare l’avventura in Champions League.

Meglio, se pareggiano Sporting Portogallo e Francoforte, i compagni di Alexis Sanchez finirà primo nel girone D. Una vittoria del Marsiglia, insieme a una vittoria per i Lisbona oi tedeschi, e i residenti dello stadio Vélodrome finiranno al secondo posto nel loro girone.

>> Tutti i possibili scenari sono in questo documento

Ciao a tutti

Benvenuti nel nostro sito dedicato all’ultima partita dell’OM nella fase a gironi di Champions League, contro il Tottenham, questo martedì sera (ore 21) al Vélodrome. Il club marsigliese ha la possibilità di qualificarsi agli ottavi di finale della competizione, che non conosceva dal 2012, ma anche di essere eliminato da tutte le competizioni europee. In che direzione oscillerà il destino europeo di OM in questa stagione? Ci vediamo stasera in diretta dalle 21 per scoprirlo.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *