L’OM non esclude il ritorno di Arkadiusz Milik

Cosa c’è dopo questo annuncio

Un prestito adatto a tutti. Il 26 agosto l’Olympique de Marseille ha raggiunto un accordo con la Juventus per il prestito di Arkadiusz Milik. Se Memphis Depay era la priorità dei bianconeri, costava decisamente troppo. Gli italiani ripiegano quindi sul polacco che ha anche il vantaggio di conoscere bene la Serie A dopo la parentesi napoletana di qualche anno prima. Per questo motivo e anche perché disponibile e più economico, il centravanti è arrivato quindi al Torino da poche settimane.

L’attaccante polacco Arkadiusz Milik vestirà i colori della Juventus nel 2022-2023. Olympique de Marseille e Juventus hanno raggiunto un accordo per il prestito con opzione per l’acquisto dell’attaccante polacco Arkadiusz Milik per la stagione 2022-2023., aveva precisato anche OM in un comunicato pubblicato sul proprio sito ufficiale. Secondo le varie informazioni pubblicate sulla stampa, si trattava anche di un prestito pagante di 2 milioni di euro con opzione di acquisto di 8 milioni di euro. Non è necessariamente molto per un numero 9.

Longoria si difende sul fascicolo Milik

Tanto più che Igor Tudor lo aveva rilanciato e affermato durante le prime 2 giornate di L1, lui che aveva avuto difficoltà con Jorge Sampaoli. Nonostante ciò, i leader olimpici sentivano di poterne fare a meno. Un errore ? Alcuni osservatori ritengono che sia così visto che il polacco ha un profilo che potrebbe aderire a quello di Alexis Sanchez, arrivato quest’estate dopo una parentesi all’Inter. I due uomini avrebbero potuto evolversi insieme in attacco a Marsiglia. Milik sembra invece in ottima forma a Torino, dove ha segnato 6 gol in 17 presenze in tutte le competizioni (10 da titolare).

Ad ogni modo, Pablo Longoria assume questa scelta. Ne ha parlato anche questo giovedì alle Provenzache gli ha chiesto se sentiva di aver fatto un regalo alla Juve. “Riteniamo che la partenza di Arkadiusz sia una riflessione che tutti devono porsi nel calcio moderno. Preferisci avere un giocatore di alto livello o un giocatore adattabile alla tua squadra? Se hai entrambi, è magico. Si ritiene che Milik sia un giocatore di altissimo livello, uno dei migliori marcatori europei, ma che non sia adatto allo stile di gioco che vogliamo sviluppare. Questa è la nostra sensazione, forse ci sbagliamo. Ma dovevamo prendere una decisione, sapere cosa fare sul mercato con uno dei salari più alti della forza lavoro ma che non è il più adattabile..

La porta è aperta per un ritorno del polacco

Ha aggiunto : “Per me, il giocatore più pagato della squadra deve essere il più importante della squadra. Abbiamo trovato soluzioni. La Juve è sempre stata interessata. Abbiamo trovato un buon prestito. Mettere un giocatore in un ottimo club, una squadra di livello Champions League e che lotterà per il titolo in Italia, questo gli dà valore. Sarebbe stato più facile mandarlo in un club inferiore per proteggerci e dire che non aveva il livello dell’OM. Sta facendo molto bene con la Juve, siamo molto contenti per lui. La Juve ha un’opzione per acquistare il giocatore, ma forse può tornare in futuro”. Una dichiarazione importante del presidente del Marsiglia.

Difficile però immaginare il ritorno del 28enne, soprattutto perché Torino gli piace. Aveva comunque spiegato il mese scorso di essersi trovato bene a Marsiglia dove aveva fatto uno scambio con Pablo Longoria che gli aveva detto di volerlo vendere. Dalla parte della Juventus, siamo piuttosto contenti dell’attaccante polacco, a differenza di altri elementi come Angel Di Maria, Leandro Paredes o Paul Pogba. Togliere la sua opzione, che è a priori 8 milioni di euro, non dovrebbe essere un problema. La palla è nel campo della Juve. Da parte sua, Pablo Longoria è paziente per scoprire se alla fine riuscirà a recuperare Milik.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *