Lotto Soudal non è riuscito a salvarsi nonostante un ottimo De Lie

La stagione 2022 è stata fondamentale per la squadra Lotto Soudal. Più che preoccupata dalla lotta per restare nel WorldTour, la formazione belga era in zona rossa (20°, con quasi 800 punti di distacco dalla 18°) quando ha attaccato questo nuovo esercizio. E nonostante tutti gli sforzi, la vittoria di tappa di Thomas De Gendt sul Giro d’Italia e i buoni risultati raccolti durante l’anno – 25 vittorie, di cui nove per l’unico Arnaud de Lie… neo-pro nel 2022, e due per ora in pensione Filippo Gilbert – gli uomini di Giovanni Lelangue non è riuscita a superare la linea di galleggiamento, fallendo in un 19° posto che la costringerà ad evolversi a livello ProTeam dal prossimo 1° gennaio… anche se colei che verrà chiamata Lotto-Dstny nel 2023 beneficeranno di un invito automatico a ogni evento WorldTour.

Video – Philippe Gilbert ha avuto un ottimo anno scorso

Arnaud De Lie, la grande rivelazione della stagione 2022

A 20 anni e per il suo primo anno da professionista, Arnaud De Lie sono esplosi i contatori nel 2022! Presente da gennaio a ottobre, il giovane vallone ha mostrato doti di velocità e spumeggiante esplosività, che gli hanno permesso di alzare le braccia nove volte. Vincitore di otto gare di un giorno (GP Jean-Pierre Monseré, Scala Sels Merksem, Giro del Limburgo…) e un passo del Giro della Vallonia, Arnaud De Lie ha anche dimostrato in alcune gare di non essere solo un velocista e che nelle Classiche avrebbe detto la sua in un futuro più o meno prossimo.

“Javrebbe firmato con entrambe le mani per realizzare una stagione del genere. Dopo, con le vittorie, ho preso fiducia direttamente e so che la fiducia gioca un ruolo fondamentale nello sport, soprattutto nel ciclismo. Il bilancio è più che buono e ne sono molto contento”.disse il Tauréau de Lescheret poche settimane fa. Tocca ora al campione belga Juniors 2019 confermare tutto il suo talento nelle gare del WorldTour, lui che in questa stagione ne ha disputate solo cinque, con un quarto posto nella Brittany Classic West-Francia per il miglior risultato.

Philippe Gilbert ha fatto del suo addio un successo

Insieme a Vincenzo Nibali et Alessandro Valverdeè l’altro grande uomo del ciclismo ad essersi ritirato nel 2022. Ed è mostrando l’immagine di un corridore ancora performante che Filippo Gilbert ha salutato il gruppo, il 40enne belga ha completato un’intera stagione, scandita da 73 giorni di gare e dalla partecipazione ad alcuni dei più grandi eventi del calendario (Giro di Francia, Milano-Sanremo, Parigi-Roubaix, Liegi-Bastogne-Liegi…). Prezioso per i suoi giovani compagni di squadra, il capitano di strada della squadra Lotto Soudal ha addirittura ritrovato la strada del successo nel 2022 vincendo una tappa e la classifica generale di 4 giorni di Dunkerque lo scorso maggio, e questo quando non alzava le braccia da due anni e mezzo. Questo è ciò che viene chiamato un inizio di successo e con lode!

Caleb Ewan, i numeri non raccontano tutta la storia

Se guardiamo le statistiche in modo grezzo, Caleb Ewan avuto una buona stagione. Con sette vittorie, alle quali vanno aggiunti cinque podi, l’australiano si è infatti distinto durante il suo ottavo anno tra i professionisti. Ma l’impressione lasciata dall’australiano nel 2022 non è così positiva, con un solo successo nel WorldTour (tappa di Tirreno-Adriatico) e soprattutto nessuna vittoria del Grand Tour, che non gli capitava dal 2018.

Troppo spesso a terra (è caduto in particolare durante la 1a tappa del Giro d’Italia e riassaporò l’asfalto al Tour de France durante la tappa pavè), il nativo di Sydney ha perso lustro ed è nettamente calato nella gerarchia dei velocisti, superato tra gli altri da Fabio Jacobsen (Quick-Step Alpha Vinyl Team) et al Jasper Philipsen (Alpecin-Deceuninck). Inoltre, la sua stagione 2022 si è conclusa con un’immensa delusione poiché non è stato in grado di competere nel Campionati Mondiali organizzata in Australia alla fine di settembre, la sua federazione non l’aveva convocata…

Van Gils, Vermeersch, Kron… Alte fortune tra i giovani germogli di Lotto Soudal

Potendo contare su alcuni giovani corridori di grande talento, la formazione Lotto Soudal non ha registrato solo soddisfazioni durante questo esercizio 2022. In particolare, avevamo il diritto di aspettarci molto di più da Florian Vermerschsecondo di Parigi-Roubaix nell’ottobre 2021. Anche se il 23enne belga ha ottenuto la prima vittoria della sua carriera sulAntwerp Port Epic / Trofeo Selsha perso la sua campagna Classics, il suo 19 ° posto Gand-Wevelgem essendo il suo miglior risultato, e non è riuscito a brillare nella sua prima partecipazione al Giro di Francia.

Andrea Kron et Danneggiare Vanhoucke neanche all’altezza delle aspettative. Mentre il primo – due volte vincitore del WorldTour nel 2021 – quest’anno non è riuscito ad alzare le braccia, il secondo – che indosserà la maglia di Squadra DSM l’anno prossimo – tarda a confermare le sue qualità in montagna, le sue prestazioni nelle corse a tappe sono state molto deludenti. Più positiva, invece, la stagione 2022 Maxim Van Gilsche ha vinto il Saudi Tour all’inizio della stagione, e Sylvain Moniquetnella top 10 della Giro di Germania (7°) e autore di grandi prestazioni su certe gare per pugili.

E adesso ?

Molte cose cambieranno all’interno del team belga nel 2023. Prima di tutto, e questo non è il cambiamento meno importante, Lotto non sarà più accompagnato da Soudal – lasciato per unire le forze con il grande rivale, il Quick-Step Alpha Vinyl Team – ma di Dstny, una società specializzata in soluzioni di comunicazione aziendale basate su cloud. Deluso dalla retrocessione della struttura in seconda divisione – Se avessi saputo a gennaio quello che sapevo a maggio, non credo che avrei firmato questo contratto di sponsorizzazione”. Dan de Wever, il capo di Dstny, ha chiesto il cambiamento… e c’è già stato! In effetti, Giovanni Lelangue non sarà più il grande capo della squadra nel 2023. Partito nell’organizzazione del Giro della Poloniail belga sarà sostituito da Kurt Van de Wouwer per quanto riguarda la parte sportiva, mentre un amministratore delegato dovrebbe arrivare all’inizio del prossimo anno.

Dalla parte dei corridori, se il Lotto Dstny avrà ancora Caleb Ewan et Arnaud De Lie come leader, invece, non potrà più contare Tim Wellenscon cui ha firmato Emirati Arabi Uniti Team Emirateset Filippo Gilbert, ora in pensione. Le reclute principali sono nominate Jacopo Guarnieri (Groupama-FDJ), che integrerà il Caleb Ewanet Pasquale Unicorno (Team Jumbo-Visma), il campione dei Paesi Bassi. Monitoreremo con attenzione anche i primi passi del neo-pro Lennert Van Eetveltsecondo dentro Giro d’Italia Speranze lo scorso giugno, così come i servizi di Victor Campenaerts nelle classiche delle Fiandre, l’ex due volte campione europeo a cronometro si trova sempre più a suo agio in queste gare. Quanto a Thomas De Gendtvincitore di una tappa del Giro d’Italia lo scorso maggio e chi è tornato per due stagioni, vedremo se riuscirà a rifare numeri di cui ha il segreto…

I movimenti dei corridori per il 2023

Arrivi : Lennert Van Eetvelt, Liam Slock (Lotto Soudal U23), Jacopo Guarnieri (Groupama-FDJ), Pascal Eenkhoorn (Jumbo-Visma), Mathijs Paasschens, Arjen Livyns, Milan Menten (Bingoal Pauwels Sauces WB)

Partenze : Philippe Gilbert (ritiro), Tim Wellens (UAE Team Emirates), Steff Cras (Team Total Energies), Harm Vanhoucke (Team DSM), Filippo Conca (Q36.5 Pro Cycling Team)

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *