• Home
  • Luka Doncic e i Mavs realizzano un primato storico!

Luka Doncic e i Mavs realizzano un primato storico!

0 comments

Dantesco, memorabile, irraggiungibile… Usa l’aggettivo che vuoi, non basterà a descrivere il miracolo avvenuto nell’American Airlines Center. La prestazione di Luka Doncic, da un lato, ma anche e soprattutto questa rimonta negli ultimi secondi del match, con in ballo una statistica pazzesca.

Valeva la pena restare svegli la scorsa notte. Partite pazzesche per tutta la notte, specialmente questa Mavs-Knicks. E potevi vedere l’intensità di questo incontro in arrivo. Se non abbiamo avuto l’opportunità di incontrare faccia a faccia Jalen Brunson e Luka Doncic – il primo nominato per infortunio – abbiamo comunque potuto assistere a un masterclass di tutti i tempi de Luka Magic chi schiaffeggia il prima tripla doppia 60-20-10 della storia. SESSANTA. VENTI. DIECI. Merda, ma chi è questo ragazzo? E oltre a tutto ciò, siamo stati trattati per un ritorno di tutti i tempi. Chi dice che il sollevamento di tutti i tempi significhi necessariamente anche il soffocamento di tutti i tempi, e per questo chi meglio di questi amati Knicks? Te lo chiediamo.

Aspetta cosa? In effetti, A 33 secondi dalla fine del quarto quarto, i Mavs erano ancora sotto di 9 punti e tutto sembrava perduto. E per una buona ragione: negli ultimi vent’anni, quando una squadra è in svantaggio di 9 o più punti negli ultimi 35 secondi, il record nella NBA fino ad allora era 0 vittorie per 13.884 sconfitte. Zero, nada, niente, quel chi, in più di tredicimila partite! Luka entra nella storia dalla porta principale (no, non stiamo parlando del miglior prestazione di tutti i tempi in TTFL ma molte testimonianze concrete del Matador).

Ma poi, cosa è successo?

Ovviamente iniziamo con… beh no, un 3 di Christian Wood per riportare Dallas a 6 lunghezze. Sulla rimessa in gioco di New York, Luka riesce a strappare una via di mezzo a Quentin Grimes. Al momento della punta, lo sloveno recupera palla, passa a Tim Hardaway Jr. che manda una salsiccia sulla parte anteriore del canestro. Ma Luka Magic è ovunque e prende il rimbalzo… e un tap/fadeaway impossibile (non sapevamo nemmeno che esistesse). E-1, va quindi in lunetta il Wonder Boy che porta i suoi a tre punti. Mandiamo Miles McBride sulla linea: 1/2. Timeout Mavs, e rimessa laterale di Luka, dopo cinque secondi durante i quali avremmo avuto tutti il ​​tempo di prendere un caffè, una gita in bagno, la spesa, un ragazzino… insomma, la palla arriva nelle zampe di Spencer Dinwiddie, che sta dietro l’arco: corda.

Ma New York ha ancora un punto di vantaggio con 9,4 secondi sul cronometro e sulla palla… Fallo di Dinwiddie, che manda di nuovo McBride ai tiri, questa volta per un 2/2, e Dallas vede l’opportunità di mettere a segno un’estensione. Ma Tom Thibodeau non è nato ieri e ha mandato Grimes intorno a Luka per mandarlo oltre il limite e quindi non rischiare il temuto 3. Prima buttaci dentro, e per il resto vedi invece:

Irreale. Come gli ultimi 35 secondi. E per l’insolito aneddoto, secondo Tim MacMahon d’ESPN, Luka… pensava di aver vinto dopo il suo improbabile canestro. Da qui la celebrazione, hmm, stravagante diciamo. I Mavs hanno poi battuto New York ai tempi supplementari per ottenere una vittoria incredibile, che sarà senza dubbio ricordata per molto tempo.

Una fine del gioco di tutti i tempi, una performance individuale di tutti i tempi, insomma, questo è un incontro che ci fornirà storie da raccontare ai bambini in seguito. Luka non ha ancora 24 anni e già pone queste sciocchezze, nah ma renditi conto. E se sei un fan dei Knicks, ci dispiace per te. Metti giù quella bottiglia, andrà tutto bene…

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}