Lydia Ko, dall’inizio alla fine, Boutier finisce bene!

Attesissimo il match tra Lydia Ko e Leona Maguire nell’ultimo torneo LPGA della stagione e lo scontro si è ribaltato a vantaggio della neozelandese che è stata logicamente incoronata miglior giocatrice dell’anno (foto). Ha intascato il più grosso assegno mai dato a una giocatrice di golf in un torneo. Céline Boutier chiude con un nuovo 69 ed entra nella top 10.

Leona Maguire aveva totalmente rilanciato il finale di stagione LPGA sabato con un clamoroso 63 (-9) che gli aveva permesso di tornare all’altezza della Lidia Koma l’irlandese non è riuscito a battere il miglior giocatore della stagione al quarto turno.

Anzi, quello che è rimasto 135 settimane in testa alla classifica mondiale dilettantistica non ha potuto fare meglio di una carta alla pari. Insufficiente per sfruttare il neozelandese che ne ha segnati 70 (-2).

Questa logica vittoria per l’indiscusso numero 1 dell’LPGA nel 2022 è stata accompagnata da un assegno record di due milioni di dollari offerto con il trofeo. È il più grande assegno nella storia del golf femminile.

Questa è la seconda volta che il neozelandese vince il Campionato di giro di gruppo CME dopo il successo nel 2014, è anche il suo 19° titolo in LPGA a soli 25 anni!

Una fantastica stagione di costanza

Questa terza vittoria in questa stagione dopo il Gainbridge LPGA a Boca Rio a gennaio e Campionato femminile BMW a Wonju, in Corea del Sud, il mese scorso lo ha visto finire in testa alla classifica generale della stagione a Lidia Koriconoscimento che aveva già ottenuto nel 2014 e nel 2015 a soli 17 e 18 anni.

Arriva anche a completare una stagione in cui l’ex numero 1 del mondo ha registrato tre top 10 nelle major. Ma soprattutto, la giovane di 25 anni ha mostrato una regolarità eccezionale con 14 top 10 quest’anno sul LPGA senza perdere un solo taglio.

Pluripremiato

Il prezzo del Giocatore dell’anno gli è stato quindi logicamente assegnato! Si noti che nella foto anche Lydia Ko posa con il Trofeo Vare che premia il giocatore con la media di punteggio più bassa della stagione.

La neozelandese, che si è separata dal coach Sean Foley a fine ottobre, ha giocato una media di 68.988!

Anna Nordqvist ya cru

Partiti sei colpi dietro i due leader, Anna Nordqvist si è data i mezzi per crederci con la sua carta di 67 (-5) e in particolare cinque uccellini intervallati da uno spauracchio a 16 sull’ultimo terzo del percorso. Lo svedese ha infine concluso al terzo posto, a tre punti dal vincitore.

Celine Boutier finisce in bellezza

Come il giorno prima, Céline Boutier ha restituito un 69 (-3) sul Mazza da golf degli squali. La francese aveva iniziato con un tamburo battente con cinque uccellini in sei buche tra la 3a e l’8a. Rallentato da tre spauracchi, il doppio vincitore sul PERMETTERE alla fine è arrivato 10 °, insiemeAthaya Thitikulsecondo assoluto per la sua prima stagione sul LPGA a 19 anni.

Se non ha alzato un trofeo nel 2022, a differenza del 2019 e del 2021, Céline Boutier firma ancora la sua migliore stagione in carriera sul LPGA con un 11° posto finale.

In totale in 24 uscite, la francese ha chiuso dodici volte nella top 10, e sei volte tra le prime 5!

La classifica

©Michael Reaves / GETTY IMAGES NORD AMERICA / Getty Images via AFP

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *