Messi davanti alla stampa, l’Iran che non canta l’inno o la celebrazione di Grealish… i momenti salienti di questo lunedì

Trova tutti gli highlights di questa seconda giornata dei Mondiali 2022.

La celebrazione del giorno: Grealish onora un bambino malato

L’Inghilterra ha fatto un ingresso perfetto questa Coppa del Mondo 2022. I nostri vicini hanno sbaragliato l’Iran vincendo 6-2. Jack Grealish ha anche segnato l’ultimo gol della sua squadra poco prima del recupero.

L’attaccante del Manchester City ha agitato le braccia per rendere omaggio all’undicenne Finlayaffetto da paralisi cerebrale, al quale aveva promesso una celebrazione speciale.

Jack Grealish mantiene la sua promessa sul suo obiettivo. Panoramica

Il fallimento di giornata: la gestione del portiere iraniano

Il Il portiere iraniano Alireza Beiranvand è stato sostituito all’inizio della partita contro l’Inghilterra dopo aver subito un trauma cranico. Il portiere si è scontrato con il compagno di squadra Hosseini Majid mentre cercava di raccogliere un cross e ha passato diversi minuti a farsi curare in campo.

Il 30enne è stato finalmente autorizzato a continuare il gioco, nonostante il sangue gli colasse dal naso, ma chiaramente non era in condizioni di prendere parte al gioco. Dopo aver segnalato ai compagni, è crollato nuovamente a terra ed è stato portato fuori dal campo in barella per essere sostituito dal portiere di riserva Seyed Hossein Hosseini.

Alireza Beiranvand portato fuori in barella. Panoramica.

Il momento shock della giornata: gli iraniani non cantano il loro inno

I calciatori iraniani continuano la loro protesta dopo le manifestazioni che hanno interessato il Paese. I giocatori del “Team Melli” sono rimasti in silenzio durante il loro inno, all’inizio della partita contro l’Inghilterra. Una decisione presa “collettivamente”, come gli ha assicurato qualche giorno fa il capitano Alireza Jahanbakhsh.

La grande storia del giorno: Jakobs scopre i Mondiali

È appena successo per il senegalese Ismail Jakobs. Il difensore dell’AS Monaco ha potuto partecipare ai Mondiali dopo aver ricevuto una risposta positiva alla sua richiesta di naturalizzazione dalla FIFA… questo lunedì mattina.

Nato a Colonia, Ismail Jakobs aveva indossato la maglia della Germania nove volte nelle giovanili, prima di scoprire la squadra senegalese due volte a settembre durante le amichevoli. In panchina durante il match contro l’Olanda, la fascia sinistra ha approfittato dell’infortunio di Abdou Diallo per entrare poco prima dell’ora e festeggiare così la sua prima partita ufficiale con i Lions.

La cifra del giorno: 5,13 milioni

Questo lunedì mattina, abbiamo appreso che il Partita inaugurale Qatar-Ecuador ha riunito questa domenica 5,13 milioni di telespettatori davanti a TF1, come annunciato da Médiamétrie. Ciò corrisponde a una quota di pubblico del 31,3%.

Nel 2018, la partita Russia-Arabia Saudita è stata vista da 3,98 milioni di persone (36,3% di share). Tuttavia, si è svolto un giovedì alle 13:00, ora della Francia metropolitana.

Mondiali: chi sono i capocannonieri nella storia dei Blues?

Vai alla presentazione (15)

La polemica del giorno: oltre 45 minuti di recupero in tre partite

Già record dalla seconda giornata di questo Mondiale 2022? In tre partite, abbiamo un totale di 52 minuti di recupero, che è più di un periodo.

La prima partita tra Inghilterra e Iran ha fatto esplodere tutti i contatori con 14 minuti di recupero dopo ogni periodo. Dall’inizio della partita, il portiere iraniano si è infortunato provocando una lunga interruzione del gioco.

Durante la partita Senegal – Olanda, un primo tempo supplementare ragionevole di due minuti, prima di un tempo minimo annunciato di otto nel secondo tempo. Ci sono stati anche altri dieci minuti di gioco da allora David Claasse segnato alla fine della suspense.

Infine durante l’incontro, Stati Uniti – Olanda, partita finale della giornata, questa volta ci sono quattro minuti di recupero prima dell’intervallo e nove dopo il secondo tempo. Un tempo che sembra eccessivo.

Frase del giorno: “Probabilmente questo sarà il mio ultimo Mondiale”

Commenti fatti da Lionel Messi. Presente in conferenza stampa, il capitano argentino ha risposto alle domande di 200 giornalisti che non hanno esitato ad applaudirlo al suo congedo.

«Voglio realizzare il nostro sogno, è probabile che sia il mio ultimo MondialeSpiega il sette volte Pallone d’Oro che ha voluto rassicurare sul suo stato di salute. “Mi sento molto bene fisicamente. Mi sto divertendo molto, sia personalmente che fisicamente. Non ho problemi.»

Tutti i vincitori della Coppa del Mondo dal 1930

Vai alla presentazione (21)

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *