Mondiali 2022: camere, sala pesi, spa, campi da padel… Tuffati all’Hotel des Bleus

Da mercoledì, la squadra francese si è stabilita nel suo campo base, presso l’hotel Al Messila Resort & Spa di Doha. Visita guidata nella casa che ospita i Blues durante questo Mondiale in Qatar.

Da mercoledì 16 novembre Didier Deschamps, Olivier Giroud ei Blues dormono sonni tranquilli a Doha. Quando non vengono svegliati da un pavone venuto a disturbare le loro notti qatariote. L’uccello era lì molto prima di loro e molto prima dell’Al Messila Resort and Spa. Lì è rimasto, diventando una delle mascotte del nuovo campo base dei campioni del mondo per tutta la competizione, iniziato martedì prossimo contro l’Australia (20:00).

Dietro le alte mura, lungo un viale ampio, a tratti rumoroso, batteranno dunque i cuori degli azzurri nelle prossime settimane. Nell’intimità di un palazzo a cinque stelle immerso in un’oasi naturale che abbiamo potuto visitare a giugno. Un’oasi di pace di 130.000 m2 costruita nel 2019, all’ombra di una moschea, dove tutto si riunisce per non rivivere il confinamento di Budapest (Ungheria) e Euro 2021.

Alla Federcalcio francese, non lo nascondiamo, non rivivere questa telecamera soffocante era un criterio preponderante. E ha spinto l’ente a mettere rapidamente gli occhi sulla costituzione della catena internazionale Marriott e della collezione Luxury.

“Dove scorre l’acqua”

In una città dove le trentadue selezioni erano anche in competizione per trovare sia l’alloggio che un centro di formazione di loro gradimento, contro un paese di solito, era necessario muoversi in fretta. L’Italia aveva così scavalcato gli azzurri e messo un’opzione sulla sistemazione. Ma un’eliminazione nello sbarramento ha fatto la felicità dei francesi.

Dall’autunno del 2019, Philippe Brocherieux (team manager) e Mohamed Sanhadji (capo della sicurezza) erano alla ricerca della perla rara. Quindi ha fermato due opzioni. L’esitazione relativa al complesso infine scelto dal Portogallo. Ma oltre ad essere situato alla periferia della capitale, era allora in costruzione, così come lo stadio annesso.

Al Messila, letteralmente “dove scorre l’acqua”, soddisfaceva tutte le condizioni. Con i suoi campi da padel, la sua spa di 14.000 m2, quattro ristoranti internazionali e una gigantesca piscina fiancheggiata da palme, lo stabilimento ha conquistato il presidente Le Graët, Didier Deschamps e il suo vice Guy Stephan, che ha visitato lo scorso aprile.

La delegazione tricolore, in totale una sessantina di persone compresi i 26 giocatori, occuperà l’edificio centrale, ovvero 132 camere con letto matrimoniale e ampio bagno.

Ville aperte, spazi comuni riservati

Comfort di alta gamma, senza essere ostentato, distribuito su due livelli, intorno a una massiccia hall con un soffitto di 15 m.

All’esterno l’hotel dispone anche di trenta ville. Che sarà ancora accessibile al grande pubblico durante la Coppa del Mondo, per un massimo di 2.600 euro a notte. Se non voleva cadere in paranoia, lo staff dei Blues ha pensato all’essenziale: i clienti di queste dimore non avranno accesso alle parti comuni.

Mbappé e compagni potranno quindi fare una piacevole passeggiata nel parco prima di raggiungere il loro centro di allenamento, lo stadio Jassim-bin-Hamad del club Al-Sadd, a soli cinque chilometri a sud dell’hotel. Un altro argomento forte in un contesto finanziario ristretto e in un paese molto costoso. Ma sullo stesso percorso, cioè fino alla finale del 18 dicembre, senza viaggio aereo o “staffetta hotel” tra le partite, la FFF avrà speso meno che in Russia. Dove l’estintore di Adil Rami aveva turbato le notti dell’Istria. Largo al pavone Al Messila.

Il fornitore della sicurezza dell’Hotel des Bleus è ancora bloccato

Straordinari non pagati, razzismo, alloggi angusti e denuncia di un informatore: il nuovo prestatore di sicurezza dell’Hôtel des Bleus di Doha è a sua volta implicato in un’inchiesta pubblicata da Marianne e Complément d’Enquête su France 2 Ancora una pietra nella scarpa del FFF che aveva già dovuto separarsi dalla precedente società in seguito alle rivelazioni di maltrattamenti dei dipendenti a settembre.

Ecco una tipica stanza del Blues con in particolare un letto king size per ognuna.

Ecco una tipica stanza del Blues con in particolare un letto king size per ognuna.
AL MESSILA

La sala pesi è completamente attrezzata per i Blues.

La sala pesi è completamente attrezzata per i Blues.
AL MESSILA – ABDULLA_HAMDAN_ALMANNAI

La vista non è poi così male, così come l'area relax.  A sinistra della gigantesca piscina, le 30 ville ancora accessibili ai clienti durante la competizione

La vista non è poi così male, così come l’area relax. A sinistra della gigantesca piscina, le 30 ville ancora accessibili ai clienti durante la competizione
PRANZO LIBERO – Maxime Raynaud

I giocatori beneficeranno delle migliori cure e delle migliori aree relax dell'hotel per massimizzare il recupero e il benessere.

I giocatori beneficeranno delle migliori cure e delle migliori aree relax dell’hotel per massimizzare il recupero e il benessere.
AL Messilla

I campi da padel saranno disponibili all'interno dell'hotel.  Ma non sono sicuro che Didier Deschamps sia convinto dell'idea.  Sulla destra, una moschea indipendente dall'albergo.

I campi da padel saranno disponibili all’interno dell’hotel. Ma non sono sicuro che Didier Deschamps sia convinto dell’idea. Sulla destra, una moschea indipendente dall’albergo.
MIDI GRATUITO – MAXIME RAYNAUD

I sentieri boscosi del complesso hanno attirato l'attenzione della FFF.

I sentieri boscosi del complesso hanno attirato l’attenzione della FFF.
PRANZO LIBERO – Maxime Raynaud

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *