• Home
  • Mondiali 2022: la Corea del Sud manda all’inferno l’Uruguay, tutti gli ottavi di finale…cosa ricordare di questo venerdì 2 dicembre

Mondiali 2022: la Corea del Sud manda all’inferno l’Uruguay, tutti gli ottavi di finale…cosa ricordare di questo venerdì 2 dicembre

0 comments

L’incredibile vittoria della Corea del Sud contro il Portogallo, l’Uruguay in casa nonostante il successo contro il Ghana, la sconfitta del Brasile nell’ultima partita… nel Qatar.

Sensazione

A forza di giocare con moderazione, il Portogallo è stato punito venerdì dalla Corea del Sud (2-1), che ha strappato la qualificazione agli ottavi di finale della Coppa del Mondo nei minuti di recupero. Il Portogallo, invece, mantiene il primo posto nel Gruppo H.

I coreani non hanno perso l’equilibrio dopo che Ricardo Horta (5°) ha aperto rapidamente le marcature dopo una lunga apertura di Pepe sulla destra per Diogo Dalot, e un cross ideale di quest’ultimo. Prima del pareggio su corner di Kim Young-gwon (27esimo), grazie a un assist involontario di Cristiano Ronaldo da… dietro.

I giocatori di Fernando Santos si erano già qualificati per le finali prima della partita, e lo ha dimostrato all’Education City Stadium di Doha, dove non hanno forzato prima di essere puniti da un gol di Hwang Hee-chan alla fine della suspense (90+ 1). Dopo un corner portoghese, la stella coreana Son Heung-min si è precipitata verso le gabbie portoghesi prima di servire sottilmente l’attaccante del Wolverhampton, che ha dovuto solo incrociare il suo tiro davanti a Diogo Costa.

Angoscia

Negli ultimi minuti, Luis Suarez, controverso eroe del quarto del 2010, è passato in vantaggio con entrambe le mani in panchina. L’Uruguay credeva da tempo di potersi qualificare, ma il gol della Corea del Sud nei minuti di recupero contro il Portogallo ha posto fine all’avventura dei sudamericani in questa edizione.

Tuttavia, tutto era iniziato bene per Celeste. Affermato a centrocampo, Giorgian De Arrascaeta (Flamengo) aveva usato testa (26°) e piede (32°) per infrangere le speranze dei ghanesi, a differenza di Suarez, colpevole di una memorabile mano volontaria dodici anni fa nei quarti di finale (1- 1, 4 penne a 2).

La storia si era decisamente ripetuta questo venerdì con un nuovo rigore maledetto per i Black Stars. Dopo quello sbagliato alla fine dei tempi supplementari nel 2010 da Asamoah Gyan su mano di Suarez, anche André Ayew ha fallito il suo tentativo. Già un po’ storditi dal rigore sbagliato, i ghanesi sono stati eliminati da questa doppietta in sei minuti e non sono mai riusciti a reagire davvero.

Shock

La Svizzera ha convalidato l’ultimo biglietto per gli ottavi di finale del Mondiale battendo ed eliminando la Serbia (3-2) come nel 2018, dopo lo spettacolare e teso incontro di venerdì a Doha. In un’atmosfera surriscaldata con un’ampia maggioranza serba, l’incontro è iniziato a tutto gas e ogni squadra si è alternata in testa al punteggio.

Gli svizzeri segnano per primi con l’inevitabile Shaqiri (20′), prima che Mitrovic pareggi pochi minuti dopo (27′) di testa. I serbi hanno addirittura raddoppiato la scommessa dell’attaccante della Juventus Torino Vlahovic (35esimo). Totalmente sfrenato, l’incontro è rimasto tale fino all’intervallo da quando l’attaccante del Monaco Breel Embolo, già marcatore contro il Camerun (suo paese d’origine) ha pareggiato per la Svizzera prendendo da vicino un cross dalla destra di Silvan Widmer (44esimo).

Appena il tempo di prendere fiato durante l’intervallo, e il folle incontro riprende sulle stesse basi, con il terzo gol del Nati messo a segno al termine di un’azione di scuola: cross di Shaqiri per Ruben Vargas la cui brillante deviazione trova Remo Freuler, solo sul secondo palo (48°). Senza che i serbi riescano a segnare un solo gol in un incontro molto teso.

Una vittoria per niente

Già qualificato dopo due vittorie, il Brasile ha pagato in contanti per la revisione della rosa e ha subito la prima sconfitta (1-0) venerdì nel Gruppo G contro il Camerun, uscito a testa alta.

Nessuna squadra è stata dunque a cartellino pieno nel girone di andata e nessuna difesa è più serrata mentre la Seleçao, prima nel proprio girone con sette punti, sarà opposta agli ottavi alla Corea del Sud.

La colpa è di un colpo di testa nel finale di Aboubakar (90° + 1), escluso in falcata per una seconda ammonizione evitabile, che ha premiato il piano di gioco perfettamente eseguito dei compagni e ha permesso loro di chiudere finalmente terzi con quattro punti.

All Known Round di 16

Terminata quest’ultima giornata della fase a gironi, ora conosciamo tutti gli ottavi di finale di questo Mondiale.

Paesi Bassi – Stati Uniti, sabato 3 dicembre alle 16:00
Argentina – Australia, sabato 3 dicembre alle 20
FRANCIA – Polonia, domenica 4 dicembre alle 16:00
Inghilterra – Generale, domenica 4 dicembre alle 20:00
Giappone – Croazia, lunedì 5 dicembre alle 20:00
Brasile – Corea del Sud, lunedì 5 dicembre alle 20:00
Marocco – Spagna, martedì 6 dicembre alle 16
Portogallo – Svizzera, martedì 6 dicembre alle 20:00

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}