Mondiali di rugby: una Francia

La XV di Francia durante la sua grande vittoria contro l'Italia (39-3) nei quarti di finale della Coppa del Mondo di rugby 2022.
MICHAEL BRADLEY / AFP La XV di Francia durante la sua grande vittoria contro l’Italia (39-3) nei quarti di finale della Coppa del Mondo di rugby 2022.

MICHAEL BRADLEY / AFP

La XV di Francia durante la sua grande vittoria contro l’Italia (39-3) nei quarti di finale della Coppa del Mondo di rugby 2022.

RUGBY FEMMINILE – Una sfida degna dei Bleues. Bisogna alzarsi all’alba di questo sabato, 5 novembre, per seguire in diretta l’attesissimo incontro della squadra francese contro il ” Felci nere » Neozelandesi, per questa semifinale di Coppa del Mondo di rugby femminile. La partita inizia alle 7:30 ora francese.

I giocatori di XV di Francia non avrei potuto sperare in un avversario migliore per scrivere la propria pagina nella storia del rugby francesedi fronte alla nazione ospitante del torneo nel mitico Eden Park, che per l’occasione accoglierà quasi 40.000 spettatori.

Cinque volte campioni del mondo neozelandesi (1998, 2002, 2006, 2010 e 2017) spiccano ovviamente come grandi favoriti. Ma non abbastanza per stupire le donne francesi in cerca di un primo titolo mondiale: “L’obiettivo di sabato è vincere, fare la migliore prestazione possibile, riportare la vittoria e questo posto in finale. Siamo in grado di farcela, ma dovremo fare una grande prestazione”crede alla schiena Émilie Boulard.

E ” orco neozelandese » che non fa più paura

L’incontro mattutino si preannuncia ovviamente esplosivo tra l’armata offensiva delle compagne di Ruby Tui da una parte e la robustezza difensiva delle francesi dall’altra. La Francia, infatti, la miglior difesa delle ultime quattro (con solo 21 punti subiti) dovrà respingere le tante ondate neozelandesi. Il ” Felce Nera “Aver già segnato un totale di 209 punti dall’inizio del torneo, ovvero 35 mete.

“Certo, dovremo andare oltre” il contesto della partita, la prima tra le due squadre in terra neozelandese, “ma abbiamo un gruppo che ha la capacità di mettersi al passo con eventi e avversari quando necessario”crede il vice allenatore responsabile della mischia, David Ortiz.

“Ai ragazzi piacciono le ragazze, per molto tempo, li abbiamo sempre visti come l’orco neozelandese: li abbiamo suonati poco, c’era il Così, l’intera cultura dietro, la loro forza e potere. Oggi tutto questo è stato smorzato molto, perché li incontriamo più spesso, perché anche loro li abbiamo battuti ultimamente”spiega l’allenatore Thomas Darracq.

Vendetta contro gli inglesi

Da parte dei neozelandesi, dove ci sono 12 dei giocatori battuti dai francesi durante il loro tour dell’autunno 2021, il discorso vuole essere cauto. “Quello che è successo in passato rimane il passato. È un gioco come un altro e sappiamo che faranno di tutto, ma faremo lo stesso”.dice il terzino Renee Holmes.

Il loro allenatore, l’ex allenatore degli All Blacks Wayne Smith, è diffidente nei confronti di Émilie Boulard e del mediano d’apertura Caroline Drouin, capaci di stabilire il dominio territoriale dei Bleues grazie al loro gioco di calci. “che non è facile contrastare”.

Un ultimo passo da fare per Les Bleues prima di raggiungere la tanto attesa finale, quello loro controparti maschili hanno già raggiunto tre volte (1987, 1999 e 2011) senza mai riuscire a vincere. Davanti alle loro famiglie, le donne francesi si vedrebbero creare l’impresa, come scivola il centro Gabrielle Vernier: “solo per noi, questo gruppo, arrivare a questa finale sarebbe fantastico”.

In caso di vittoria sabato mattina, i Bleues giocherebbero la prima finale della loro storia, dopo aver perso otto semifinali. Una partita dove la Francia troverebbe il Canada o il suo miglior nemico: l’Inghilterra, già affrontata durante la fase a gironi. Una finale possibile che avrebbe aria di rivincita per gli Azzurri, battuti per un soffio (13-7) dall’imponente selezione di ” Rose rosse “, i grandi favoriti della Coppa del Mondo.

Vedi anche su L’HuffPost:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *