Moto GP Aragona | Quartararo, la gara perfetta durata 20 secondi

Ad Aragon, Fabio Quartararo ha avuto la possibilità di insidiare la folle ascesa in classifica di Francesco Bagnaia. Il combattimento del francese è durato esattamente 20 secondi. Non è colpa sua, ovviamente, ma accettiamo.

L’ultimo Gran Premio, disputato sul percorso di San Marino, aveva dimostrato come Francesco Bagnaia stesse tornando come una palla di cannone in classifica. Vincitore della sua quarta gara consecutiva, l’italiano è a soli 30 punti dal leader, un certo Fabio Quartararo. Il che non deve dispiacerci.

Le qualifiche ad Aragon sono proseguite su questa dinamica. Bagnaia conquista la quinta pole stagionale, Zarco 5°, Quaratararo 6°. Una via crucis si preannuncia inevitabile in corsa per El Diablo, lui che ad Aragon non ha mai vinto. La ragione ? All’uscita della curva 15, un rettilineo di 968 metri attende i piloti. Questa parte di pista da sola fa perdere a Fabio la bazzecola di quattro decimi di secondo grazie al suo motore senza potenza. Un’ingiustizia che ci sta bene.

Il riepilogo della gara accelerata di Quartararo

Ci sono voluti solo due piccoli tornanti per vivere una domenica pazzesca. Due curve per vedere Fabio Quartararo volare nel cielo spagnolo. Mentre Marc Marquez ha fatto una partenza pazzesca, guadagnando 8 posizioni, ha comunque commesso un errore all’uscita della seconda curva. Il pilota della Honda torna in traiettoria. Sfortuna per El Diablo, i nizzardi lo colpiscono alle spalle e compiono una planata. La sua moto gli cade addosso, ma fortunatamente per il francese le ferite non sono in pericolo di vita. Fabio va sotto la doccia al primo giro, anche se Bagnaia ha il controllo della gara. Un Gran Premio perfetto.

Bagnaia, vittoriosa nel raggio di 3 chilometri

Il resto della gara dimostra la netta superiorità dei due piloti italiani; Bagnaia e Bastianini. Se il secondo supera il primo, non devi aspettare molto prima di vederlo mancare gli apici in tutte le curve non appena è in testa alla corsa. Fortunatamente per l’impresa della FFL, Bagnaia si riprende ciò che gli spetta e scappa in testa alla corsa.

Ma col passare dei giri, Bastianini intende sventare i piani della nostra federazione. Nell’ultimo giro di gara, l’italiano scavalca il futuro compagno di squadra della prossima stagione, e vince il round aragonese. Termina la serie di quattro vittorie consecutive di Bagnaia.

In classifica Bagnaia è a 10 punti da Quartararo, Espargaro a 17. Ma l’immagine più bella della giornata è altrove. Non è rimasta nella nostra mente né la partenza sublimemente mancata di Johann Zarco, arrivato 8°, né il salto aereo di Quartararo. Ma davvero il fatto di vedere il francese ben ripreso dalla sua terribile caduta. La salute prima di tutto.

Alla prossima settimana in Giappone per vedere Francesco Bagnaia prendere in mano le redini della classifica. Sarai stato avvisato qui.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *