• Home
  • MotoGP, Brad Binder è sicuro: “KTM si avvicina al vertice, è indiscutibile”

MotoGP, Brad Binder è sicuro: “KTM si avvicina al vertice, è indiscutibile”

0 comments

Brad Binder non ha vinto certo due Gran Premi durante la stagione 2022 della MotoGP, come ha fatto il suo compagno di squadra, da quando è rimasto in casa Aprilia, Miguel Oliveira, ma è stato davvero il più convincente sulla RC16. Sesto nella classifica generale finale del campionato, il sudafricano ha dimostrato costanza e combattività, quest’ultimo punto dimostrato dai suoi 96 sorpassi registrati in gara durante questa campagna. Eppure questa KTM non è la migliore opera sul set. Beh, non ancora, perché Brad Binder pensa che nel 2023 sarà diverso…

Brad Binder gli assicura, da Aragon e l’installazione di una nuova versione dell’RC16 nella sua scatola, KTM è sulla buona strada per giocare nei campionati più importanti. In un’intervista rilasciata a Settimana velocelui dice : ” abbiamo fatto progressi a settembre e abbiamo recuperato molto rispetto alla concorrenza. Ci stiamo avvicinando alla cima. È indiscutibile Precisando le sue difficoltà incontrate, rivela allo stesso tempo la mole di lavoro svolto nelle officine di Mattighofen: “ abbiamo avuto piccoli svantaggi in tutte le aree. Non abbiamo avuto la frenata migliore, non abbiamo avuto le curve più sorprendenti e il nostro comportamento in uscita di curva non è stato fantastico. ».

« Ma poi abbiamo fatto piccoli progressi in tutte queste aree, e lo abbiamo già visto nel test di misano. Molte piccole tappe si sono sommate per migliorare i tempi sul giro. DalAragonasiamo davvero migliorati ».

Test di Valencia a novembre: primo aggiornamento aerodinamico testato per il 2023

Brad Binder: « nessuno se ne sta a guardare, tutte le fabbriche, tutti gli ingegneri lavorano costantemente«

C’erano anche altre insidie Brad Binder suddivisa in due aree: quando abbiamo girato su piste a bassa aderenza, ci siamo comportati molto bene durante le sessioni e le qualifiche. Ma i nostri avversari potrebbero sfruttare le nuove gomme più a loro vantaggio di noi, se il battistrada offrisse abbastanza grip. Eravamo più forti sulle superfici scivolose, motivo per cui avevamo un livello di aderenza molto basso. Quest’anno l’ho notato quando le piste erano scivolose, ci ha aiutato molto ».

E c’è anche questo, che è la conseguenza del primo problema: dovevamo anche capire esattamente perché non eravamo competitivi in ​​termini di prestazioni sul giro singolo. Ma, come dicevo, da Aragon siamo migliorati in questo senso. Tuttavia, le qualifiche rimangono un punto debole su alcuni binari, sui quali dobbiamo lavorare ».

Sul lavoro, Brad Binder conferma che il ritmo è cambiato in MotoGP…” Nessuno sta a guardare. Tutte le fabbriche, tutti gli ingegneri lavorano continuamente. Vediamo miglioramenti ogni fine settimana. Ovviamente anche KTM lavora instancabilmente. Purtroppo abbiamo avuto difficoltà temporanee in primavera, quando la competizione ha fatto un passo avanti “. Tuttavia, ripete: stiamo guadagnando terreno sui nostri avversari. Ci stiamo avvicinando alla cima. È innegabile “. Ricordiamo la valutazione di Carlo Pernat sulla stagione di KTM : « Mi aspettavo una maggiore crescita quest’annovisto che Sterlacchini è lì da due anni. Mora hanno assunto Giribuola come responsabile dello sviluppo della seconda squadra; prendi Miller e Populin e tieni a casa un pilota come Binder. Sarà un anno molto importante per la casa KTM, che deve fare il passo che non ha ancora fatto. »

Brad Binder

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}