MotoGP, Carola Bagnaia contro i nemici di Pecco: “Basta parlare”

Carola Bagnaia, sorella del campione della MotoGP, ripercorre i momenti difficili della stagione 2022. Ma Pecco ha vinto contro tutto e contro tutti.

Par Luigi Ciamburro di Automobilismo

Mi dispiace Bagnaia ha vinto il titolo MotoGP e messo a tacere la critica dopo quelle due cadute a Le Mans e Sachsenring. Nel corso della stagione 2022 ha collezionato ben cinque ritiri: a Losail ha provato a spingere al limite una Desmosedici ancora immatura in fase di evoluzione, in Catalogna è stato letteralmente travolto da Taka Nakagami all’inizio. Per gli altri tre non ci sono scuse, anche per la pressione di un ambiente come la fabbrica Ducati. Grazie anche all’aiuto della sua inseparabile sorella e collaboratrice Carola Bagnaiaè riuscito a riprendersi mentalmente e atleticamente prima di estinguere gli “odiatori”.

Secondo la sorella Carola e chi conosce bene il pilota piemontese, il tratto specifico del suo carattere è la caparbietà. A differenza di tanti colleghi in MotoGP, ha sempre rifiutato l’idea di affidarsi a uno psicologo dello sport, per gestire al meglio momenti difficili e riprendersi da una situazione difficile. La caduta del Sachsenring è stata una batosta che avrebbe schiacciato chiunque, con il diretto avversario che ha vinto e volato in classifica di +91 punti. Mi dispiace Bagnaia vinse subito il round successivo ad Assen, prima della pausa estiva, che non interruppe certo la storica rimonta che portò a vincere quattro GP di fila e conquistare il Mondiale. La sua fidanzata Domizia, sua sorella Carola, la famiglia e gli amici della VR46 Riders Academy lo hanno sostenuto… tutto tranne uno psicologo!

Moto GP, Pecco Bagnaia

Carola Bagnaia: « Pecco è molto testardo diceva sempre che un giorno avrebbe vinto il mondiale con la Ducati«

Carola ha quasi due anni meno di Mi dispiace Bagnaia e svolge un ruolo importante nella vita professionale di suo fratello. Lo segue da anni su tutti i circuiti del mondo, lo sostiene moralmente e nella comunicazione sui social, si occupa di sponsor personali, eventi e problemi organizzativi. Soprattutto sui social, Pecco ha dovuto subire molte critiche nella prima parte della stagione MotoGP, ed è stata proprio Carola a fare da filtro. ” Fa parte del gioco, ma ovviamente è stato difficile. Se vinci, non ti interessa, perché le critiche arrivano anche se vinci, ma non ti interessa perché hai appena vinto. Invece, se tutto è già andato storto e stai attraversando un periodo difficile, allora vai sui social media e leggi i commenti… È chiaro che ti dà fastidio. Ma poi ci pensi razionalmente e dici: ‘Ci conosciamo personalmente? Questa è una critica costruttiva? No.’ Alla fine, come ha detto Pecco “Ciò che resta è il fatto che ha vinto il titolo mondiale”. Il resto sono solo chiacchiere. »

Mi dispiace Bagnaia è il nuovo campione del mondo MotoGP, ha riportato il titolo in Italia, dando ancora più lustro al marchio italiano Ducati. L’ultima volta che un italiano si è confermato al vertice della categoria regina è stato nel 2009 grazie al suo maestro Valenti Rossi. Il merito va al suo talento, alla Ducati GP22 che parte come un razzo, ma anche al carattere del pilota. ” È andato per la sua strada “, ha aggiunto Carola Bagnaia. « Era ed è ancora molto bravo a rimanere positivo anche nei momenti difficili. Sarebbe facile dire “io sono il problema” o “la bici è il problema”. Tuttavia, non dice. Dice: “Dobbiamo trovare una soluzione e lo faremo”. È molto testardo al riguardo. E diceva sempre che un giorno avrebbe vinto il mondiale con la Ducati “. L’impresa ha avuto successo, ora il prossimo obiettivo è ripetere.

TC-Pecco Bagnaia

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *