MotoGP Emilio Alzamora: “La Ducati avrà sempre interesse per Marc Marquez, anche se non ha più bisogno di lui”

Nonostante tra Emilio Alzamora ei fratelli Marquez la storia sia stata un chiaro e storico successo, il rapporto legato tra il manager ei due piloti, fin dall’infanzia, non ha ancora resistito all’erosione. volta. I due partiti hanno tuttavia avuto l’intelligenza per rendersene conto prima che una crisi li mettesse ai piedi del muro. Tutto è quindi per il meglio nel migliore dei mondi, ognuno ora vola da solo. Comunque l’esperienza dell’ex iridato della 125, titolato senza la minima vittoria, è grande. Pertanto, quando parla dei nuovi equilibri di potere in MotoGP e delle sue possibili conseguenze, lo ascoltiamo…

Emilia Alzamora ha scelto una nuova strada in una carriera che vuole ancora declinare in un paddock che è il suo habitat naturale. SU GPone, non ha solo dato la sua notizia. Ha anche analizzato la nuova situazione in MotoGP, che peserà sul futuro. Un approccio che si attiene a quello di a Davide Brivio che allerta sui produttori giapponesi alle corde e chi potrebbe finire per chiedersi se il gioco vale ancora la candela. Ne ha parlato anche lo spagnolo Marc Marquez con un possibile scenario dal 2024…

Per prima cosa sentiamo la sua opinione sugli ormai unici due rappresentanti dell’industria giapponese al più alto livello di competizione su pista, vale a dire Honda et Yamaha : « le normative sono cambiate, tutto sta cambiando. Meglio le case europee, Ducati in primis ma anche Aprilia che, pur non avendo gareggiato da molto in MotoGP, ha portato un metodo nuovo e corretto, sia dentro che fuori dai box. Penso che se i giapponesi non cambieranno presto qualcosa di importante, potrebbe diventare difficile per loro ».

Emilio Alzamora_Alberto Puig_Repsol Honda Team_2020

Emilio Alzamora: « Marc Marquez è un vincitore per natura, è qui solo per vincere il mondiale«

Qui si unisce pienamente all’expertise di Davide BrivioaffinchéEmilia Alzamora può lusingarsi con il suo ultimo atto a beneficio del Marquez, in questo caso Alex, piazzato al posto giusto al momento giusto a Gresini per un Ducati… « Penso che questa sia una grande opportunità per Alex e ne aveva bisogno Egli ha detto. ” Sappiamo che con la Honda tutti i piloti hanno sofferto per anni, mentre che ora Alex avrà una moto chiaramente competitiva, come è avvenuto quest’anno per Bastianini. Non ha potuto mostrare tutto il suo potenziale e sono più che sicuro che questa sia un’ottima occasione per lui, dopo aver avuto tante difficoltà. Forse non sarà velocissimo subito, ma piano piano arriverà con il suo vero stile. ».

E se parliamo di Alex, arriviamo inevitabilmente, ad un certo punto, da Marc… Prenderà la stessa strada del fratello minore? ” Tutto dipenderà dalla Honda. Se costruiscono una moto per vincere il campionato del mondo, va bene. Marc è un vincitore per natura, è lì solo per vincere il mondiale. Se qualcosa non migliora dopo questi due anni, credo che Marc cambierà idea. “. Il che significa, almeno per il momento, girare, a Ducati. Ma il marchio di Borgo Panigale non ha più bisogno di un fenomeno per conquistare titoli e vittorie… Comunque: “ La Ducati ha fatto un ottimo lavoro sotto tutti i punti di vista » analizzare Alzamora.

“Con Gigi Dall’Igna hanno fatto un grande passo avanti dal punto di vista tecnico. Con Paolo Ciabatti hanno fatto molto di più. Hanno una moto competitiva, ma la cosa impressionante è che hanno otto moto in pista con squadre forti, hanno contratti con i piloti e sono tutti giovani e forti. Ma penso che ci sarà sempre un interesse per Marc, anche se ora non hanno più davvero bisogno di lui. “. Cogliere l’occasione per arruolarlo è neutralizzare un avversario considerevole. Meglio averlo con te che contro di te…

Marc Marquez, Emilio Alzamora, Alex Marquez

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *