MotoGP, Enea Bastianini, pilota ufficiale Ducati: “sarà particolarmente difficile all’inizio”

Prima di approfittare della pausa invernale, Enea Bastianini ha fatto le sue ultime confidenze che sono anche le sue prime dichiarazioni da pilota ufficiale Ducati. Un cappotto rosso di cui ha individuato tutte le responsabilità e le difficoltà, perché dovrà adattarsi a un nuovo ambiente così come a nuove persone e nuovi metodi. Ma sarà affiancato anche da un Carlo Pernat di cui tocca anche due parole… Infine, se il dirigente è autorizzato ad entrare nel box ufficiale Ducati…

Enea Bastianini ha inaugurato la sua vita come pilota di fabbrica Ducati sulle tracce di Valence per il primo test della bassa stagione 2023 e ha persino aperto il suo contatore di cadute sulla via Ricardo Tormo. Niente di grave, un incidente che non ha alterato il suo buon feeling o il suo discernimento. Perché oltre ad imbarcarsi in una nuova scuderia, dovrà scoprirla senza il filtro di un noto capo meccanico, da allora Alberto Giribuola chi era con lui a Gresini non lo seguì…

Elementi che verranno presi in considerazione quando il concorso riprenderà i suoi diritti: “ sarà particolarmente difficile all’inizio, perché non ci conosciamo ancora riconosce “Bestia” in un’intervista su InSella.it. « Dovrai orientarti e non sarà facile essere subito veloci. Ma quello sarà l’obiettivo. Dovrò adattarmi a certe situazioni che saranno nuove per me. Solo così posso tirare fuori le mie armi, il mio potenziale ed esprimermi al meglio ».

C’è la squadra, ma c’è anche il compagno di squadra che altri non è che il Campione del Mondo Mi dispiace Bagnaia. Anche lì, dice…” non sarà facile nel senso che siamo due piloti che vanno molto forte, il nostro livello è molto simile. A volte non sarà facile gestire le situazioni riconosce il quattro volte vincitore della passata stagione e il terzo nell’ultima campionato. Ma rassicura: Mi sono sempre trovato bene con Pecco. C’è un sacco di gente che dice cose al riguardo, ma alla fine siamo due ragazzi, ci conosciamo da quando eravamo bambini ».

Enea Bastianini

Enea Bastianini: « sarò felice se un giorno riuscirò a battere Pecco Bagnaia«

« Il clima all’interno del box era fantastico a Valencia e mi è piaciuto ” aggiunge, precisando lo stesso: ” avere accanto il Campione del Mondo è una grande spinta, mi spinge a dare un po’ di più. Sono felice che Pecco sia diventato campione perché se lo merita e sarò felice se un giorno riuscirò a batterlo ».

La sfida nel 2023 per Bastianini sarà quindi anche umano: le persone più importanti per la mia crescita sono state mio padre e mia madre, mi hanno sempre sostenuto molto da quando ho iniziato a correre e non hanno mai dubitato delle mie potenzialità – disse BastianiniL’amore gioca un ruolo nella mia vita un ruolo molto importante, perché per arrivare dove vuoi hai bisogno di persone che ti amino. La mia famiglia e la mia ragazza vengono prima di tutto, ma anche gli amici sono fondamentali ».

E c’è un uomo che può aiutarla in questo settore, è il suo manager Carlo Pernat che descrive come: Carletto è una persona vera, di cui mi fido molto “. Tuttavia… ” È un po’ da tenere a bada, è molto testardo come me, quindi in alcune situazioni bisogna gestirlo, ma lo considero il mio angelo custode. Spesso sembra che siamo contro tutti e cerchiamo sempre di reagire nel miglior modo possibile. ».

Conclude: ” abbiamo un carattere molto simile, è una persona intelligente, con cui possiamo parlare e ragionare bene “. Lo ricorderemo Carlo Pernat ha, per così dire, abbronzato il personale Ducati su questa storia di un bonus eccezionale in caso di classifica sul podio finale. E a quanto pare ha lasciato il segno sulle Giubbe Rosse…

Enea Bastianini

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *