• Home
  • MotoGP, Giacomo Agostini: “Con Valentino Rossi e Bagnaia… quel trio”

MotoGP, Giacomo Agostini: “Con Valentino Rossi e Bagnaia… quel trio”

0 comments

Giacomo Agostini immagina la MotoGP stagione ’23. Pecco Bagnaia i favoriti, Franco Morbidelli in bilico, Marco Bezzecchi la sorpresa.

Par Luigi Ciamburo a partire dal Automobilismo

Giacomo Agostino, il pilota più vincente della storia, prova a guardare con lungimiranza alla prossima stagione della MotoGP. Mentre l’anno 2022 si avvicina al suo fotofinish, stiamo aspettando con impazienza i test pre-campionato a Sepang e Portimao. Ducati et Mi dispiace Bagnaia sono la squadra e il pilota da battere, il GP Desmosedici parte con un netto vantaggio tecnico di fondo, e sarà difficile per il giapponese accorciare il distacco in breve tempo.

Vincere il primo titolo MotoGP non è stato facile per Pecco, sarà ancora più difficile confermarlo. ” Bagnaia è una persona che mi piace, lui è un po’ tra Valentino e me: Rossi era molto showman, vivace. Pecco è l’opposto, calmo, serio. Ero da qualche parte nel mezzo. Siamo un bellissimo trio, con le nostre differenze ma la stessa passione “, ha dichiarato il cinque volte campione del mondo a “La Gazzetta dello Sport”. Ora si trova di fronte alla scelta di applicare il numero “1” alla livrea e alla carenatura della sua Ducati o per continuare con il suo “63”. Giacomo Agostino ha le idee chiare: Metterei il numero 1. Per motivi di marketing tutti hanno iniziato a indossare i propri. Un’opportunità come questa si ripeterà? La Ducati quest’anno ha fatto un passo avanti e non è un’impresa da poco. Altri devono non solo raggiungerlo, ma anche fare un passo avanti

prossima stagione, Ducati non solo partirà da favorito, ma avrà nello stesso box i due piloti teoricamente più veloci, visti i risultati del Mondiale 2022”. Avere due galli è sempre complicato… Il primo rivale è il tuo partner, ma tu vuoi battere tutti. Semplicemente, con un partner forte, non puoi aggrapparti a scuse su quanto sia competitiva la bici ».

Agostino

Giacomo Agostini ritiene possibili le partenze di Marc Marquez e Jorge Martin

« Ma non sarà certo una gara a due, lo scacchiere della MotoGP promette altri top avversari, a cominciare da Marc Marquez. A patto di avere un RC213V in grado di soddisfare le vostre richieste ed esigenze. Il rivale di Bagnaia? Domanda difficile, trovo Marquez un grande pilota, aggressivo, che non si arrende mai. Se la Honda gli dà la moto giusta, potrebbe essere lui… Se la Honda non gli dà una buona moto, dopo esserti innamorato, cambi strada ».

Grandi sorprese potrebbero arrivare dalla VR46 Academy of Valenti Rossi… o cattive notizie. Per Giacomo Agostino abbiamo potuto assistere alle gesta di Marco Bezzecchi, miglior rookie MotoGP 2022, con una pole position e un secondo posto già nel suo curriculum vitae. Il punto sensibile potrebbe essere Franco Morbidelli, che ha appena raggiunto due top 10 nello scorso campionato, il suo contratto in scadenza alla fine della prossima stagione. Prima dell’estate bisognerà fare un punto d’onore al suo futuro, in ballo c’è la sella di una Yamaha M1 ufficiale.

« La caduta di Morbidelli ha sorpreso tutti. Certo, non aveva una gran moto, ma ha faticato a stare vicino a Quartararo. Spero in una stagione di riscatto, perché se lo merita, ma se non migliora sarà dura, perché La Yamaha non lo aspetterà “. Per sostituirlo, ci sarebbe Giorgio Martino in pole, che ha digerito pochissimo il fallito passaggio alla scuderia ufficiale di Borgo Panigale. ” La Ducati crede in Jorge Martin e lo aiuterà il più possibile, il team Pramac ha tutto per vincere ed è molto vicino al team ufficiale – sottolinea ‘Fa’ – Gli andrebbe bene? “.

Rimane un punto significativo per Aprilia che, dopo un ottimo inizio di stagione, si è perso quasi inspiegabilmente nel finale. La squadra di Massimo Rivola forse non era psicologicamente pronto per lottare per il titolo, ha portato a qualche errore di inesperienza e un po’ di sfortuna. Ma Aleix Espargarò et Maverick Vinalesassistito dal nuovo team satellite RNF, potrebbe portare altre grandi soddisfazioni. ” Aprilia è stata la sorpresa prima di mettersi nei guai. Nessuno si aspettava questo inizio. Sono curioso di vedere i test e le prime gare, spero di rivederli davanti. Aleix ha fatto buone gare, Maverick ha oscillato di più, buone prestazioni e poi è caduto. Ma troverà Cazeauxil suo tecnico alla Suzuki, e per un pilota la fiducia è importante ».

MotoGp, Giacomo Agostini

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}