MotoGP, il team Yamaha vuole una spiegazione: “nei test di Valencia ci è mancato qualcosa e ci aspettiamo che gli ingegneri trovino il motivo”

I test di Valencia della MotoGP hanno aperto la bassa stagione 2023 e, per chi è deluso dalla stagione 2022, era molto atteso, a cominciare dalla Yamaha. Era come previsto anche per le novità Honda, ma i due costruttori hanno perso questo incontro strategico che avrebbe rassicurato le sue truppe ei suoi piloti. La delusione fu tale che Marc Marquez si arrabbiò, arrivando a riformulare in seguito le sue osservazioni in un approccio più politicamente corretto. Da parte di Fabio Quartararo, l’amarezza si è fatta sentire ei due Campioni del Mondo hanno manifestato apertamente le loro preoccupazioni per la competizione del prossimo anno. Intanto, all’interno dei team, si pretendono risposte dalle sedi centrali, come Maio Meragalli per il brand in sintonia…

Fabio Quartararo sperava di finire con il suo deficit cronico di velocità massima Yamaha prendendo il manubrio della M1 da sviluppare per il 2023. C’è da dire che aveva buone ragioni per pensare che durante questo test di Valencia si sarebbe aperto un nuovo capitolo. Cal Crutchlow aveva fatto annunci incoraggianti dopo i suoi test, assicurando che il motore rivisto e corretto dal guru dei motori di Formula 1, Luca Marmoriniera già al suo quarta versione. Quindi quando siamo sulla linea retta del tracciato Ricardo Tormo Fabio Quartararo et Franco Morbidelli hanno scoperto di aver perso ancora più di otto km/h contro Francesco Bagnaia con la sua Ducati la delusione è stata grande.

« Ovviamente sono deluso “ha affermato il francese in un primo comunicato stampa dopo la giornata di test. ” Non volevo finire l’anno così. Qualcosa è andato storto, perché non è possibile che abbiamo sentito progressi a Misano e Barcellona e niente oggi. Cal ha poi fatto provare il motore anche a Motegi e Jerez e ha potuto vedere una netta differenza ». Franco Morbidelli inoltre non poteva spiegare le scarse prestazioni: non so cosa sia successo ».

Fabio Quartararo, Monster Energy Yamaha MotoGP™, Test ufficiale Valencia MotoGP™

Team Yamaha: « non capiamo perché sappiamo cosa avrebbe dovuto portarci questo motore«

Delusione e perplessità hanno colpito anche la dirigenza Yamaha. « Ci aspettavamo di più da questo motore in termini di velocità massima “, ha spiegato il team manager Massimo Meregalli Su rivista di sport motoristici. « Non lo capiamo, perché sappiamo cosa avrebbe dovuto portarci questo motore. I nostri ingegneri ora lo analizzeranno attentamente perché non possono spiegare questa performance. Era la stessa specifica che avevamo già quest’anno a Barcellona, ​​che abbiamo testato a Misano e più recentemente anche con Cal Crutchlow a Motegi e Jerez. Cal ci ha assicurato che il motore è potente e forse un po’ troppo aggressivo. Così Qualcosa è andato storto ».

Ciò che può sembrare ancora più preoccupante è che i tecnici Iwata non sono stati in grado di determinare esattamente dove fosse il problema, come rivelato Meregalli : « questo giorno di prova non è stato abbastanza per quello. Abbiamo dedicato del tempo al controllo, ma il nostro programma era molto ampio. Eravamo anche impegnati con il pacchetto aerodinamico e il telaio. Abbiamo dovuto sfruttare al meglio questa giornata di test ».

Lo stesso Meregalli spiega a cosa serve il prossimo passo Yamaha. « Dobbiamo tornare al banco di prova ora. Poi faremo un altro test in Giappone con i nostri collaudatori giapponesi prima di Natale. Ci mancava qualcosa a Valencia e ci aspettiamo che gli ingegneri trovino il motivo “, conclude il team manager visibilmente arrabbiato. E per una buona ragione: Crutchlow rivelò che « L’85% di questo motore sarà quello con cui gareggeremo nella stagione 2023 » …

Quartararo, Bagnaia, Touch, VAL

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *