MotoGP, lo ammette Marc Marquez: “siamo in ritardo e la Honda lo sa”

Marc Marquez sta lavorando sodo per tornare al suo miglior livello e lo stesso vale per Honda, attualmente l’ultima casa classificata in MotoGP. Il 2023 dovrà mostrare un altro volto più vicino al lustro del passato, ma questa ambizione era già stata mostrata per le stagioni 2021 e 2022, che, al contrario, hanno solo spinto un po’ più in là lo stemma alato sempre più impiumato. Il prossimo anno però dovrà essere la giusta finestra di opportunità perché l’otto volte Campione del Mondo avrà sicuramente recuperato gran parte dei suoi mezzi e, soprattutto, entrerà nell’ultimo periodo del suo contratto che durerà fino al 2024. anno in cui Repsol farà riflettere anche sul proseguimento del suo coinvolgimento. La partita si preannuncia sempre più serrata in quanto all’HRC, abbiamo fretta sulla nuova moto che deve cambiare tutto…

In MotoGP oggi lo è Ducati che impone un ritmo tecnico che solo il connazionale Aprilia sembra seguire più o meno regolarmente. Il resto delle file del tabellone deve essere livellato. A casa di KTM sembra che siamo sulla strada giusta mentre a Yamahadevi ascoltare il pilota collaudatore e sempre verde Cal Crutchlow per imparare che a livello motorio stiamo vivendo una quarta evoluzione. In attesa di novità in altri ambiti, ed in particolare l’intero telaio.

et Honda ? Nel settore sono cambiate le consuetudini ei fatti hanno soffocato questa certezza che in termini di reattività e inventiva il produttore leader mondiale non aveva eguali nel mondo delle motociclette. Si presta oggi il gigante, un Gulliver abbattuto dalla frenetica attività dei lillipuziani italiani, industrialmente parlando. Peggio ancora, il problema non è solo una questione di portata. Lo spirito, la filosofia, l’approccio antiquato sono tante palle da trascinare per il sumo giapponese che quasi passerebbe per un ritardato.

Dopo aver deplorato il percorso tecnico sgomberato da Ducati e da allora diventare un percorso senza univoco verso un minimo di successo, il marchio Honda ha deciso di trarre ispirazione dalle canzoni messe in atto da Gigi Dall’Igna. Ma a quanto pare non è così semplice se si ascolta a Marc Marquez lasciare la Malesia per raggiungere Valencia, l’ultimo appuntamento in calendario, ma anche un nuovo Gran Premio che sarà in parte dedicato ai test in vista del 2023…” un Sepang, ci mancava aderenza e motoree quando sei in una situazione del genere, hai dei problemi commenta colui che ha 100 podi in MotoGP. ” Posso andare veloce su un giro, ma sulla distanza di gara è un’altra cosa. Se lo combini con due rettilinei molto lunghi, stai perdendo troppo tempo. ».

Cari giornalisti dell'odio Marc Marquez, ve lo diciamo per l'ennesima volta: avete rotto il c***o

Marc Marquez : ” avremo solo una possibilità, finora non abbiamo potuto provare la nuova moto«

Aggiunge : ” tutti i piloti Honda hanno avuto problemi di frenata. Se guardi le foto del weekend, vedrai che più volte freno con la ruota posteriore in aria, e non va bene se vuoi andare veloce. Ho provato le ali posteriori, ma solo nelle FP4. A Valencia li proverò di nuovo. Non so se avremo altre novità nella scatola che non abbiamo ancora visto. ».

Un’incertezza che lo insidia: ” abbiamo raccolto molte informazioni e ho dato loro più feedback possibile. Ora è il momento di lavorare sodo e trovare soluzioni “. E avverte di non farsi fregare. Si è accorto che il tempo scorreva troppo veloce per l’HRC: ” al test di Misano tutte le fabbriche normalmente portano la bici del prossimo anno ” menzionato Marc Marquez.

« Siamo in ritardo e la Honda lo sa. Avremo solo una possibilità, finora non abbiamo potuto testare la nuova moto e non sappiamo ancora se lo proveremo a Valencia. Se hanno qualcosa di nuovo, ovviamente, sarà molto utile. Honda funziona. Ci manca la potenza, ma dobbiamo anche trovare un compromesso tra velocità e manovrabilità » riflette prima di concludere: « Ho altri due anni di contratto, vorrei rimanere in HRC per sempre, ma voglio anche vincere “. Il conto alla rovescia è iniziato, ma lo precisiamo ancora Honda attese il ritorno del suo re per convalidare le sue novità MotoGP. Tuttavia, è tornato solo dall’Aragona.

Honda trema: Repsol rinnova, ma dipenderà  tutto di Marc Marquez (e Greta)

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *