MotoGP, Moto2, Moto3: Non è solo la Suzuki ad avere la sua ultima gara a Valencia!

Questo potrebbe essere passato inosservato agli appassionati di MotoGP, ma il liste di ingresso 2023 pubblicato ieri ha significato la scomparsa della struttura Avintia Racing di Raúl Romero.

Tuttavia, Avintia Racing ha conosciuto l’apice delle competizioni motociclistiche, apparendo per un certo periodo in MotoGP e accogliendo molti campioni del mondo, come Toni Elías, Maverick Vinales, Johann Zarco, Mike Di Meglio, Tito Rabat o Enea Bastianini.

Ma la squadra, che ha sempre destreggiato tra difficoltà finanziarie e che questo fine settimana sta partecipando alla sua ultima gara con i colori del QJMotor Avintia Racing Team in Moto3 con gli italiani Elia Bartolini et Nicola Carrarogetta la spugna per la stagione 2023.

È sempre triste vedere una squadra costretta a rinunciare al mondiale, ed ecco il comunicato esplicativo diffuso dalla squadra spagnola.


“L’avventura della squadra di Raúl Romero nel Campionato Mondiale Speed ​​è iniziata nel 2000 nella categoria 125 cc con il nome di By Queroseno Racing e, per 23 stagioni, la struttura spagnola è stata un riferimento nel Mondiale Speed, formando grandi piloti e partecipando a tutte le categorie, ma tutto ha una fine e, con grande dispiacere, la squadra chiude la sua carriera nel Motomondiale e disputerà l’ultima gara questo fine settimana a Valencia.

Dopo la difficile decisione di lasciare la categoria regina della MotoGP a fine 2021, in questa stagione il team Esponsorama ha partecipato alla Moto3, ma il campionato è sempre più impegnativo, ci sono sempre più gare e l’usura e la mancanza di motivazione hanno portato la squadra a prendere la difficile decisione di lasciare il campionato.

Ma l’impronta che lascia sul Motomondiale e anche sul CEV sarà molto difficile da cancellare. I suoi successi nel Campionato spagnolo di velocità non si fanno attendere e, nel Campionato del Mondo, dopo il debutto in 125, nel 2001 fa il salto al “quarto di litro”. Ha poi gareggiato in entrambe le categorie, diventando una delle le squadre con la migliore scuola per principianti del campionato. I colori biancoazzurri sono sempre stati il ​​suo marchio di fabbrica e la struttura di Raúl Romero ha visto passare giovani corridori che poi sono diventati grandi campioni. Herri Torrontegui, Agustín Escobar, Leon Haslam, Stefan Bradl, Scott Redding, Tito Rabat, Pablo Nieto, Álex Debón, Eugene Laverty, Hiroshi Aoyama, Kenny Noyes, Ivan Silva, Enrique Rocamora, David De Gea, Julián Simón, Héctor Barberá, Toni Elías, Loris Baz, Aleix Espargaró, Luis Salom, Maverick Viñales, Miguel Oliveira, Efrén Vázquez, Niccolò Antonelli, Dani Rivas, Mike Di Meglio, Johan Zarco, Enea Bastianini… e molti altri hanno fatto parte della famiglia durante il loro soggiorno nella campionato.

Nel team si sono formati negli anni non solo piloti, ma anche grandi tecnici e meccanici, molti dei quali sono ancora attivi nelle squadre ufficiali delle tre categorie.

Tra le pietre miliari rimaste nella storia dello sport c’è la vittoria di Scott Redding al Gran Premio di Gran Bretagna 2008, allora il più giovane nella storia ad averlo vinto. Maverick Viñales è stato anche il più giovane spagnolo a conquistare una vittoria nel Campionato del Mondo e, sebbene da allora questi record siano stati superati, la squadra ha sempre mostrato la sua voglia di migliorare e la sua grande competitività. Un altro grande traguardo è stata la vittoria del Campionato del Mondo Open nella categoria MotoGP nel 2015 con Héctor Barberá su Ducati.

Ma anche nella parte tecnica sono stati i protagonisti del lancio in pista della prima Moto2 della storia del campionato o dello sviluppo della prima Moto3 Honda con il costruttore di telai FTR.

Non possiamo dire addio senza ringraziare tutti gli sponsor che ci hanno accompagnato in queste 23 stagioni nel Motomondiale. In primis Avintia, che nell’ultimo decennio ha aiutato la squadra a fare il salto di qualità necessario per avvicinarsi alla massima categoria con garanzie di successo. La società spagnola è stata più di uno sponsor negli ultimi anni ed è stata con la squadra fino alla fine. Ma non possiamo nemmeno dimenticare Blusens, il cui supporto e dinamismo ha fatto crescere la squadra quando ha iniziato a lottare per risultati onorevoli. Con l’azienda galiziana arrivarono i primi podi e le vittorie nelle categorie 125 e 250 e il loro contributo fu fondamentale. Ma ce ne sono stati molti altri, il Gruppo Pacha, Galfer, J.Juan, Blumaq, Reale Seguros, Air Europa, Conservas Dani, Transantolín, Cañizos Faura, ITR, Remeco, Nascor… e molti altri che hanno sempre sostenuto una squadra di modesti origini, che ha raggiunto la vetta grazie a fatica e perseveranza. Indubbiamente le chiavi del successo nella realizzazione dei nostri sogni.

Vogliamo solo ringraziare questo sport, e la Dorna in particolare, per tutto quello che ci ha dato in questi anni meravigliosi.

Grazie mille ea presto! »

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *