MotoGP Valencia: è tempo di un triplo addio per il WithU Yamaha RNF MotoGP Team!

Per il Team WithU Yamaha RNF MotoGP, il Gran Premio de la Comunitat Valenciana non sarà solo l’ultimo round della stagione MotoGP 2022, ma anche un momento per ringraziare e salutare Darryn Raccoglitore, Cal Crutchlow non Yamaha.

Al termine del primo anno della nuova struttura messa a punto da Razlan Razali, questa volta senza Joan Stigefelt, i risultati non sono certo all’altezza delle aspettative di inizio anno, ma tra Yamaha che solo Fabio Quartararo è stato in grado di sfruttare appieno e a Andrea Dovizioso ritiratosi durante la stagione, la squadra britannica ha fatto del suo meglio, con finalmente a Darryn Raccoglitore che non è stato indegno dopo aver fatto la sempre difficile impasse della categoria Moto2, e a Cal Crutchlow che, con poco preavviso, ha saputo “fare il lavoro” facendo punti in 4 delle 5 gare a cui ha partecipato.

Prima dell’ultimo round con i due attuali piloti e la Yamaha, e prima di passare all’ovile Aprilia con Miguel Oliveira et Raul FernandezRazlan Razali ringrazia tutti, o quasi, visto che non si dice una parola per il marchio con i tre diapason!

« Come sapete, questo è l’ultimo round del Campionato del Mondo MotoGP 2022 a Valencia. È stata una stagione lunga, difficile e impegnativa per la nuova squadra al suo primo anno come RNF. Tuttavia, sono felice che, nonostante tutte le sfide, siamo in grado di completare il nostro primo anno. Non è stato facile su tutti i fronti: le prestazioni in pista, i ritiri dei piloti, la lotta per gli ultimi due posti in campionato, che non è quello che speravamo. Ma siamo felici di arrivare dove siamo, sapendo che martedì prossimo ci imbarcheremo in un nuovo progetto con una nuova casa costruttrice e due nuovi piloti per la stagione 2023 e il primo test invernale. Con l’ultima gara di Valencia, il meglio che possiamo fare è segnare ancora punti preziosi per staccare da Tech3 nella classifica a squadre e finire la stagione nel miglior modo possibile.

Vorrei ringraziare Darryn Binder per tutto quello che ha fatto. Siamo contenti della sua prestazione quest’anno. È stato un anno difficile, ha subito parecchie cadute ma ha anche mostrato scorci di buone gare, il migliore essendo stato a Mandalika, ottenendo alcuni punti in diverse gare ed essendo a volte il secondo miglior pilota Yamaha. Passare dalla Moto3 alla MotoGP è sempre difficile, ma penso che sia stato orgoglioso di se stesso e della squadra. Per non parlare, auguriamo anche il meglio a Darryn per il suo anno da rookie in Moto2 e speriamo che con la sua esperienza in MotoGP possa essere competitivo lì.

Siamo anche felici con Cal Crutchlow e vorremmo ringraziarlo per essersi unito a noi nelle ultime sei gare. Uscendo dalla pensione, Cal ha fatto straordinariamente bene, è un personaggio infernale. Ha ancora velocità e gli auguriamo il meglio per il prossimo anno mentre continua a sviluppare la Yamaha.

Voglio anche ringraziare il team per essere stato con noi nei momenti più difficili di quest’anno. Senza di loro non ci sarebbe squadra. C’è ancora una gara da fare e faremo del nostro meglio, essere il più professionali possibile e, come sai, inizieremo il nostro nuovo progetto. Una menzione speciale va fatta allo straordinario team di fornitori di servizi e fornitori, con persone come Fast, Tecnove, Paul Sannen e Impeco, che ci aiutano e supportano quando necessario per fornire il miglior servizio possibile a un team MotoGP. Infine, vorremmo ringraziare tutti i nostri sponsor per il loro supporto durante il nostro primo anno. So che non è quello che si aspettavano, ma è sport, vinci e perdi, ma non vediamo l’ora che arrivi il 2023.

A Valencia non solo parteciperemo alla nostra ultima gara, ma ci saranno anche alcuni annunci chiave che faremo durante il fine settimana. Questo dimostra solo la positività della squadra per il futuro. »

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *