MotoGP Valencia J2: note tecniche Michelin sul circuito Ricardo Tormo

Come al termine di ogni giornata di Gran Premio, Michelin pubblica le sue note tecniche riguardanti l’osmosi più o meno perfetta tra la pista e le gomme MotoGP che fornisce a tutti i concorrenti della categoria regina.

Secondo i feedback dei 24 piloti, Hard all’anteriore e Medium al posteriore sembra essere la combinazione che sarà favorita dalla maggioranza, anche se i più avventurosi potrebbero optare per il posteriore morbido…


Venerdì Note Tecniche Michelin:

Tempo asciutto venerdì a Valencia con molto vento che ha condizionato parecchio i piloti. Inoltre, la pista ha offerto un basso livello di aderenza, come spesso accade il primo giorno.

La temperatura della pista era di 24°C al mattino, toccando i 31°C nel pomeriggio.

Tutte le specifiche sono state testate, con feedback complessivamente positivo, in particolare la combinazione Hard anteriore/posteriore Medio che offriva un buon supporto e stabilità davanti e dietro, con buone prestazioni in riscaldamento, buona presa e buona consistenza. L’avantreno Soft è stato utilizzato per iniziare la sessione mattutina, ma è stato subito scoperto che era troppo morbido con movimenti eccessivi durante il caldo, ma ha funzionato bene per brevi time attack per i piloti meno esigenti. L’anteriore Medio era migliore ma non si comportava altrettanto bene in queste condizioni a causa della tendenza a perdere potenza sul lato sinistro della gomma. L’avantreno Hard, un po’ più rigido rispetto all’opzione 2021, sembrava l’opzione migliore per il circuito in queste condizioni.

Come già accennato, il posteriore Medio sembrava l’opzione più efficiente per il buon compromesso tra grip, costanza e stabilità che offriva. Il posteriore Soft utilizzato per gli attacchi a tempo non sembrava offrire molto grip in più, ma dovrebbe avere più potenziale rispetto al Medium una volta migliorate le condizioni della pista, anche se è probabile che anche questo sia accompagnato da un maggiore degrado. Il carro posteriore Hard è stato testato più volte, sia nella sessione mattutina che nel pomeriggio, ma il riscaldamento non è ottimale e il livello di grip si è sentito troppo basso, soprattutto negli angoli massimi.

Nonostante queste condizioni difficili, i tempi sul giro sono rimasti veloci per un venerdì.

Sabato Note Tecniche Michelin:

Condizioni migliori oggi a Valencia perché non c’era vento. La temperatura della pista era di 23°C al mattino e di 32°C durante le sessioni pomeridiane.

Molti giri sono stati completati con pneumatici usati per valutare le prestazioni sulla distanza di gara (27 giri). Alla fine, si è scoperto che l’anteriore Hard è l’opzione migliore per la gara di domani perché la stabilità e la costanza sono molto buone. Le opzioni Soft e Medium erano buone per sessioni mattutine più fresche o attacchi con il timer.

Per quanto riguarda le opzioni posteriori, la Medium è molto apprezzata perché il tempo di riscaldamento è abbastanza veloce, il grip è buono e la consistenza è molto accettabile per i piloti. La Soft può anche essere un’opzione per le corse, ma la differenza di prestazioni non è enorme rispetto alla Medium e il calo è più pronunciato. Tuttavia, lato positivo, il comportamento di quest’ultimo è stato apprezzato da alcuni piloti che hanno ritenuto che la moto si comportasse in modo più fluido/lineare con questo pneumatico.

Sulla base del feedback e delle condizioni dei piloti questo fine settimana, sembra che la stragrande maggioranza opterà per la combinazione anteriore Hard e posteriore Medium.

Gran Premio Qualifica 2 Risultati MotoGP della Comunità Valenciana sul circuito Ricardo Tormo:

Gran Premio Qualifica 1 Risultati MotoGP della Comunità Valenciana sul circuito Ricardo Tormo:

Credito in classifica: MotoGP.com

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *