MotoGP Valencia J3 Debriefing Johann Zarco (Ducati/Ab): “il più grande spavento di fine anno”, etc. (Intero)

Questa domenica, 6 novembre 2022, Giovanni Zarco ha risposto alle domande dei giornalisti del circuito Ricardo Tormo al termine del Gran Premio della Comunità Valenciana.

Una caduta e una gara da dimenticare per il pilota francese caduto improvvisamente all’8° posto in campionato.

Come di solitoriportiamo qui le sue parole senza alcuna formattazione, anche se parzialmente tradotte (vouvoiement per l’inglese, tu per il francese).


Come di solitoriportiamo qui le sue parole senza alcuna formattazione, anche se parzialmente tradotte (vouvoiement per l’inglese, tu per il francese).

Giovanni Zarco : “Ho avuto le peggiori sensazioni sull’avantreno di tutto il weekend. Ho avuto un buon avantreno per tre o quattro giri e poi non sono più riuscito a guidare la moto. Quindi ho rallentato un po’ pensando che quando avrò più spazio con le altre moto staremmo meglio con la gomma anteriore, ma è stata davvero davvero dura. E alla (curva) 11, cercando di riprendere il gas, quando il ritmo in quel momento non era male, volevo fare un po’ di più ma ho avuto la sensazione peggiore del weekend. Sono davvero deluso da questo. Il miglior inizio dell’anno, a quanto pare (ride), quindi almeno, nonostante il più grande spavento di fine anno, posso cancellarlo dalla mia mente.
Al mattino avevo un ottimo feeling, quindi mi aspettavo cose molto buone. Non sono riuscito a finire bene la stagione, ma lo sto mettendo in prospettiva. Tutti stanno andando molto veloci e so che sono le piccole cose che faranno una grande differenza per me in futuro, quindi spingerò per questo e continuerò ad avere fiducia di poter essere là fuori, perché io’ m davanti o non troppo lontano. La sensazione di oggi, purtroppo, è stata la peggiore di tutto il weekend, ed è anche per questo che sono caduto. »

La tua caduta può essere dovuta anche alla gomma Moto2 depositata sull’asfalto?
“Penso che la gomma della Moto2 non fosse un grosso problema, e per me era più la temperatura più alta nel pomeriggio, più stare nel gruppo. Lo sappiamo e stiamo regolando la pressione e tutto il resto, ma oggi è stato un passo di troppo e ha reso la gara molto difficile. »

Cosa ne pensate della stagione di Pecco?
“Sette vittorie, credo: è un sogno (ride)! Conferma quindi la velocità che aveva l’anno scorso a fine stagione, e che aveva questa velocità molto prima, dalla vittoria a Jerez poi alla conferma al Mugello. Lui e Fabio quindi sono davvero due grandi! Anche per Fabio il modo in cui ha gestito la stagione è stato fantastico, perché ha vinto alcune gare ed è stato di gran lunga il più costante, ed è stato quasi l’unico a farlo con la sua moto (Yamaha). Quindi avrebbe potuto perdere la pazienza prima, ma non l’ha fatto affatto, e anche durante questo weekend è stato forte. Ecco perché, lui contro Pecco, anche se in gara non hanno mai avuto una vera lotta tra loro, a parte una piccola al Sachsenring o anche oggi. Ero molto felice, con Brad, era come se li stessimo guardando. Non volevamo fare niente, perché non potevamo metterci tra loro. Abbiamo guardato e hanno combattuto molto bene: è stato davvero bello! Quindi sì, sono stati in grado di avere quel tipo di combattimento, ma a parte questo è stata più una battaglia di nervi per l’intera stagione. Sono felice per Pecco, felice per Ducati. Possono essere felici perché erano tutti molto tesi: è una cosa religiosa essere campioni del mondo come pilota, è mitico. Dopo tanto tempo, va bene così.
Siamo felici e ho imparato molto durante quest’anno. Certo, finire ottavo non è una grande soddisfazione per tutti gli investimenti e le energie che ho messo in questa stagione, ma è il massimo. Ho davvero un grande fuoco interiore per continuare a spingere, perché con tutto ciò che ho imparato e tutto ciò che posso vedere e sentire, mi dà una buona motivazione per continuare a progredire. »

Campionato

Risultati del Gran Premio MotoGP della Comunità Valenciana sul circuito Ricardo Tormo:

Valenza

Credito in classifica: MotoGP.com

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *