• Home
  • MotoGP: Yamaha vuole un team satellite dopo il 2023? C’è solo un’opzione possibile ed ecco quale

MotoGP: Yamaha vuole un team satellite dopo il 2023? C’è solo un’opzione possibile ed ecco quale

0 comments

La Yamaha sta cercando disperatamente il suo team satellite… Jorge Viegas, il presidente della FIM rinnovato per quattro anni con un punteggio al fiume, ha fatto notizia lo scorso fine settimana dicendo che aveva fonti che gli permettevano di dire che nel 2024, la VR46 avrebbe guidato con le Yamaha lontano dai fasti di un tempo, invece che dalla loro Ducati che è la moto del momento… La smentita degli uomini di Valentino Rossi non si è fatta attendere, interrogandosi anche sulla manovra. Resta però da onorare la missione di Lin Jarvis: il 2023 deve essere l’unica e unica stagione MotoGP che Yamaha farà con le sue uniche due moto ufficiali. E a ben vedere, ha solo una carta da giocare per non riprodurre lo scenario nel 2024…

I costruttori giapponesi non hanno più successo, nemmeno con i team della MotoGP, che fino a poco tempo fa sognavano di entrare a far parte della loro storia. Per quanto riguarda Yamaha, Razlan Razali non ci ha pensato due volte quando ha avuto la rassicurazione daAprilia avere RS-GP nell’ultima fase della loro evoluzione per due stagioni, con coinvolgimento nello sviluppo. Lin Jarvis gli ha offerto solo un contratto di locazione annuale con lo status di cliente. Come sempre. Ma la situazione è cambiata e il malese ha consegnato le chiavi della sua M1.

In primo luogo, Fabio Quartararo non l’ho trovato molto serio, ma poi abbiamo visto Lin Jarvis prendere il suo bastone da pellegrino per rimediare alla situazione dal 2024. L’inglese ha così ricordato ai suoi compatrioti la sua posizione di crash.net : « abbiamo intenzione di tornare con una squadra satellite il prima possibile. L’anno prossimo non sarà certo un vantaggio avere solo due moto! E spiega perché: Certo, Ducati raccoglie molti dati. Non hanno solo otto moto, ma hanno cinque o sei piloti molto veloci. Sono tutti veloci, ma ne hanno cinque o sei davvero eccezionali. Con tutta questa disponibilità di datipossono provare ogni pneumatico durante la riunione, possono considerare tutto e poi possono valutarlo. È sicuramente un vantaggio ».

Yamaha

« La Yamaha non vuole avere otto moto perché è tanto un vantaggio quanto un peso«

Su questo punto, carmelo ezpeletta è intervenuta chiarendo questa situazione delle otto moto, ricordando così a chi si rammarica di questo cospicuo numero delle loro mansioni: “ è come quando la MotoGP era il regno di Rossi o Marquez. Hanno le stesse regole e le stesse possibilità, lascia che gli altri costruttori si muovano. Le Ducati sono otto perché i team privati, che sono molto importanti, hanno trovato offerte migliori altrove. In altre occasioni abbiamo avuto otto Honda e otto Yamaha ».

In eco, Lin Jarvis sviluppato : “Non vogliamo avere otto moto perché anche questo è un peso. È un vantaggio, ma è anche un peso continuare a supportare otto macchine. Quindi la nostra valutazione è questa quattro è davvero il numero ottimale ed è un peccato che l’anno prossimo non ne abbiamo quattro. Ma spero che al più presto in futuro torneremo con una squadra satellite ».

Dal momento che il VR46 ha logicamente confermato la sua intenzione di onorare il contratto con Ducati che durerà fino al 2024, Lin Jarvis deve cercare altrove. E c’è solo una squadra in MotoGP a cui deve pensare dopo il 2023. È Gresini…” Il nostro accordo con Ducati copre il 2022 e il 2023 “, disse Carlo Merlini della squadra Gresini. ” I nostri piani per il 2024 sono ancora in discussione “. Con il passaggio di Bastianini nel team ufficiale Ducati, Alex Marquez cavalcherà a fianco Fabio di Giannantonio alla Gresini nel 2023. Due piloti che non salterebbero di gioia all’annuncio di entrare a far parte dell’ovile del marchio in sintonia. Inoltre, anche il loro contratto scade a fine 2023… Gresini è stata nella sua storia una squadra satellite Hondauna base logistica Aprilia e ora un cliente Ducati.

Lin Jarvis

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}