Nairo Quintana: “Sarò attivo ai massimi livelli nel 2023”

Nairo Quintana sta attraversando un periodo complicato da agosto e l’annuncio di il suo test positivo per tramadolo sul Giro di Francia 2022. Ricorso respinto dinanzi al Tribunale Arbitrale dello Sport (QUELLO), attualmente senza squadra per la stagione 2023… la carriera del pilota colombiano è a un punto morto. Tuttavia, ha appena fatto una dichiarazione positiva sul suo futuro, via l’agenzia di stampa spagnola EFE. Il nativo di Combita ha così annunciato che il prossimo anno sarà in una squadra del World Tour. Non posso ancora dire molto, ma sarò attivo ai massimi livelli e rimarrò motivato a vincere grandi eventi. Voglio continuare a correre le gare più importanti e questa è l’ambizione per il 2023“, spiega l’ex vincitore del Giro.

Video – Nairo Quintana, ancora senza contratto per il 2023!

“Movistar? Potrebbe essere una delle opzioni…”

Qualche giorno fa, Nairo Quintana ha ricevuto un’ancora di salvezza sorprendente da una formazione colombiana che gioca a livello continentale (3a divisione), il Squadra Medellin EPM. La squadra a cui appartengono in particolare Fabio Duarte et Oscar Siviglia ha pubblicato un messaggio sui suoi social network, offrendo così un posto a Quintana nella sua forza lavoro per il 2023. Il vincitore del Giro di Spagna 2016 non esclude tuttavia un ritorno a Movistarformazione per la quale si è comportato bene per otto anni: Potrebbe essere una delle opzioni. Abbiamo avuto un buon rapporto, ma la cosa più importante è che ho delle opzioni per continuare come pilota.

L’appello di Quintana è stato respinto dal TAS!

Nonostante il suo ottimismo e le sue argomentazioni, Nairo Quintana non è riuscito, all’inizio di novembre, a convincere il Tribunale Arbitrale dello Sport (QUELLO) della sua innocenza e quindi ha perso definitivamente il 6° posto conquistato dopo una dura lotta lo scorso luglio sulle strade di Giro di Francia 2022. Risultato positivo per due volte al Tramadol, lo scalatore colombiano ha sempre negato di aver assunto questa sostanza il cui uso è vietato in gara… e non è questo il verdetto del QUELLO tramandata pochi giorni fa, il che gli farà cambiare rotta. “Ho molte ragioni per non prendere questo prodotto e non l’ho preso”ha spiegato l’ex corridoreArkea-Samsic in un video realizzato dopo aver appreso della sua definitiva squalifica dal Tour e distribuito da Ciclismo.

Sfortunatamente, la decisione non è stata buona per me e mi dispiace dirlo. Ma sono anche orgoglioso di dirlo Ho subito più di 300 controlli antidoping nella mia carriera e non ho mai avuto problemi di doping. Vi racconterò tutto dopo, come è successo, come abbiamo presentato la nostra difesa e perché il TAS non l’ha ritenuta valida”.aveva aggiunto Nairo Quintanail cui futuro è diventato notevolmente più oscuro dalla pubblicazione di questa vicenda. “La vita va avanti e tu devi andare avanti. Ho una bella famiglia e grandi amici che mi supportano, li ringrazio per questo. Ci rivedremo presto”aveva concluso quello che dovrà trovare una nuova squadra per il 2023 visto che, ricordiamolo, non è sospeso dall’Unione Ciclistica Internazionale (UCI) e può continuare ad esercitare la sua professione.

Quintana non fa parte di Arkéa-Samsic dalla fine di settembre!

Fine settembre, lo abbiamo imparato Nairo Quintana non faceva più parte della formazione Arkea-Samsic. Ad annunciarlo era stato lo scalatore colombiano stesso in un video postato sui suoi social, anche se a metà agosto aveva prolungato il contratto con la formazione bretone per altre tre stagioni: Vorrei ringraziare Arkéa-Samsic per queste tre stagioni in cui abbiamo potuto fare tante gare. Ne abbiamo vinti alcuni, ne abbiamo persi altri. Ho potuto dare tutta la mia esperienza, tutta la mia esperienza a una grande squadra. Sono stato in grado di ottenere i punti per portare la squadra al World Tour, mantenendo ciò che era stato promesso quando mi hanno assunto“.

Il corridore 32enne ha poi ricordato di aver ancora negato di aver utilizzato tramadolo e di aver continuato a contestare la sua sanzione davanti a il Tribunale Arbitrale dello Sport (QUELLO). Ho presentato ricorso al TAS e continuo a collaborare con i miei avvocati. Sono ottimista perché sono una persona onesta, non ho fatto niente di male, di illegale e mi difenderò“, aveva insistito colui che avrà alzato le braccia undici volte con Archaea-samsico e che ora si ritrova libero. “Vi terrò informati del mio futuro nelle prossime settimane e dimostrerò così di essere un corridore onesto.“, ha concluso Nairo Quintana.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *