• Home
  • Nazionale. Dax, Rodrigo Marta, Narbonne, incubo… Top e flop di mezza stagione

Nazionale. Dax, Rodrigo Marta, Narbonne, incubo… Top e flop di mezza stagione

0 comments

Il Dax è stato esuberante in questa prima parte di stagione Nazionale, e ha potuto contare su un grande Rodrigo Marta, capocannoniere del campionato.
Il Dax è stato esuberante in questa prima parte di stagione Nazionale, e ha potuto contare su un grande Rodrigo Marta, capocannoniere del campionato. (©Anaïs RMR)

Prima delle celebrazioni di fine anno, il Nazionale il mio termine sa aller fase del campionato. Ci sono molte lezioni da imparare, in particolare con il dominio di DaxAl tempo del Rugby non l’avevo visto arrivare prima l’inizio della stagione. Ecco le Cime e il Fallimenti mezza stagione.

Cime

In quasi tutte le aree, ilDollaro statunitense occupa il primo posto. Oltre ad aver chiuso la metà stagione in testa al campionato, il club delle Landes è anche la formazione offensiva più prolifica, con ben 41 mete segnate (più di 3 di media a partita) e 363 punti realizzati (28 a partita su media).

Lontano da Maurice-Boyau, i protetti di Jeff Dubois ha anche firmato prestazioni di alto livello. Lo dimostra il loro recente successo contro un serio concorrente dell’ascesa in Pro D2, Valence / Romans (20-24), il 18 novembre. L’ascesa al potere è appena cominciata.

Il risultato è piuttosto simile per Bourg-en-Bresse. Attualmente 2e della Nationale, la società allenata da Fabrice Estebanez mostra una regolarità impeccabile. E chiaramente non è un caso che i residenti di Marcel-Verchère siano i più vincenti in campionato al di fuori di esso. La sua ultima trasferta è stata premiata anche con una vittoria sul prato di Tarbes (17-21), sabato 10 dicembre. Il club dell’Ain tiene il suo rango e bisognerà contarci fino alla fine.

Se Dax fa prendere dal panico i contatori in questa stagione, è principalmente grazie a Rodrigo Marta. Dall’inizio dell’esercizio 2022-2023 il nazionale portoghese, approdato in questa stagione dai Lusitanos, ha già segnato 8 prove, l’ultimo dei quali, questo sabato 10 dicembre, durante la grande vittoria contro il Narbonne (45-6). L’ala 22enne è persino diventata il capocannoniere del campionato. I sostenitori di Dacquois sono già caduti sotto il suo incantesimo.

Video: attualmente su Actu
  • Le squadre sanno come muoversi

È ben noto nel mondo del rugby, viaggiare è spesso pericoloso. Solo che in questa prima parte di stagione le Nazionali hanno fatto piuttosto bene fuori dalle loro basi

Delle 91 partite disputate, infatti, 28, ovvero quasi un terzo (30,76%), hanno visto vincere la squadra ospite. Per fare un confronto, è leggermente superiore a Pro D2 (27,67%), ma molto di più rispetto a Top 14 (21,42%).

Le Flops

Sfortunatamente, come non mettere Cognac in questa categoria? A metà gara la Charentaise è all’ultimo posto in campionato, con un record disastroso di 13 sconfitte in altrettante uscite. È anche la peggior squadra in casa, con 4 puntini racimolati al Parc des Sports, ma anche fuori, con in tasca solo un misero punto. Era lo scorso 22 ottobre, sul prato del… penultimo, il Rennes (sconfitta 14-13). L’operazione di manutenzione si fa giorno dopo giorno più complicata per la gente di Cognac…

A differenza della sua coppia di retrocessione, Bourg-en-Bresse, Narbona patina nel ventre molle del National. Il club Aude è attualmente alle 9e posto, a 5 lunghezze da Bourgoin, il primo jump-off. Ci aspettavamo necessariamente un inizio migliore per gli Orange e Black che avevano l’ambizione di interpretare i ruoli principali in Pro D2.

Tuttavia, la missione ora si rivela complicata per gli uomini di Julien Serón. Se le 2 vittorie di fila, compresa la seconda in trasferta contro l’Hyères Carqueiranne (15-16), il 4 dicembre, avevano un po’ ridato speranza, la bruciante sconfitta subita sul prato del Dax (45-6), questo fine settimana, ha nettamente smorzato l’entusiasmo.

Bello è sicuramente la squadra più enigmatica. Ben posizionato nella corsa a salire (7°), il club rivierasco è comunque tutt’altro che rassicurante sul piano offensivo. Evidenziato dal suo attacco relativamente debole. In 13 partite, i nizzardi hanno segnato solo… 15 mete in questa stagione. Con questo record debole, gli Eagles sono quasi i peggiori studenti in questo esercizio. Solo il Rennes fa peggio con 9 mete in tasca. Avranno comunque l’opportunità di farci mentire, sabato 17 dicembre (ore 14), durante il ricevimento di Narbonne.

Questo articolo ti è stato utile? Sappi che puoi seguire Actu Rugby nello spazio Le mie notizie . In un click, dopo la registrazione, troverai tutte le news delle tue città e dei tuoi brand preferiti.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}