• Home
  • Nessun miracolo per Quartararo

Nessun miracolo per Quartararo

0 comments

Il miracolo non è avvenuto per Fabio Quartararo al Gran Premio di Valencia. Quarto nella gara vinta da Alex Rins, il francese ha ceduto il titolo mondiale a Francesco Bagnaia, nono. L’italiano viene premiato per la sua magnifica rimonta durante la seconda parte della stagione!

Tredici anni dopo e la fine dell’egemonia di Valentino Rossi, il titolo mondiale MotoGP torna in Italia! Francesco Bagnaia ha infatti vinto il Graal questa domenica a Valencia, al termine dell’ultimo Gran Premio della stagione. Il 25enne pilota della Ducati aveva 23 punti di vantaggio sul rivale Fabio Quartararo al via, e poteva partire tranquillo, visto che per conservare il titolo il francese doveva vincere il Gran Premio e Bagnaia doveva finire al di là. dal 14° posto. E alla fine il pilota Ducati è arrivato nono e il pilota Yamaha quarto. Il torinese offre quindi un primo titolo alla Ducati dai tempi di Casey Stoner nel 2007!

Se è stato Jorge Martin a conquistare la pole sabato, è stato Alex Rins a fare la partenza migliore e a guidare la gara dall’inizio alla fine, per ottenere la sua seconda vittoria stagionale e permettere alla Suzuki di concludere con successo prima di lasciare la MotoGP. Partito rispettivamente quarto e ottavo, Fabio Quartararo e Francesco Bagnaia non hanno avuto problemi in partenza, ma hanno combattuto una magnifica battaglia al secondo giro! Pur trovandosi pochissimo nello scontro diretto in questa stagione, le due rivali hanno raddoppiato e raddoppiato più volte, sfiorandosi anche, fortunatamente senza conseguenze (l’italiano però ha perso un elemento aerodinamico della sua moto). Bagnaia era quindi quinto e Quartararo sesto, ma il francese ha nuovamente sorpassato l’italiano al quarto giro e poi ha passato davanti a lui l’intero finale del Gran Premio. Ma mentre i due leader litigavano, i leader hanno colto l’occasione per scappare e Fabio Quartararo non ha mai visto la vittoria. Superato da Brad Binder a undici giri dalla fine ma approfittando della caduta di Marc Marquez, è finalmente arrivato ai piedi del podio. Bagnaia, dal canto suo, non ha preso rischi dopo il duello con il francese ed è scivolato tranquillamente in classifica chiudendo al nono posto, più che sufficiente per la sua felicità.

“Peco” Bagnaia diventa il primo pilota italiano ad essere incoronato su una moto italiana dopo cinquant’anni e Giacomo Agostini sulla sua MV Agusta. Un titolo che ha vinto grazie a una fantastica seconda metà di stagione. Mentre era a 91 punti da Fabio Quartararo a metà stagione, il pilota della Ducati ha messo a segno cinque vittorie e tre podi dalla fine di giugno, per finire con sedici punti di vantaggio sul nizzardo, vittima di una Yamaha meno efficiente della Ducati. Questo è ancora un secondo posto nel mondo, e il secondo miglior risultato nella storia di un pilota francese! Con questo titolo di Bagnaia sono stati incoronati cinque diversi piloti in cinque anni. Lunga vita al 2023!

Fernandez coronato in Moto2

C’era anche suspense in Moto2, dove Augusto Fernandez (KTM) era appena nove punti e mezzo davanti ad Ai Ogura (Honda) all’inizio della gara finale. Ma il giapponese è caduto al settimo giro e ha quindi offerto il titolo al 25enne spagnolo, che vedremo il prossimo anno in MotoGP, alla Gasgas. In Moto3, Izan Guevara (Gasgas, 18) era stato incoronato per tre settimane e ha chiuso in grande stile vincendo a Valencia (il francese Lorenzo Fellon è arrivato 20° in gara e 25° in campionato). Sarà in Moto2 la prossima stagione, con la stessa squadra.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}