Nicolas Usaï ringrazia, lunedì arriva Frédéric Bompard: perché il Nîmes Olympique cambia allenatore?

Giocatori, staff e lo stesso interessato… è una decisione che ha sorpreso tutti: mercoledì 16 novembre, il presidente del Nîmes Olympique Rani Assaf ha informato Nicolas Usaï che non c’era più. allenatore della prima squadra. Le due parti hanno raggiunto un accordo per porre fine alla loro collaborazione.

Quando un dirigente di club ci ha confermato l’informazione, questo mercoledì pomeriggio, 16 novembre, non lo nascondiamo, siamo rimasti sorpresi. Non eravamo gli unici: giocatori, staff e lo stesso interessato, nessuno se lo aspettava. “Mi ha chiamato il mister per darmi la notizia. Non ci credevo, assicura qualcuno vicino allo spogliatoio. Sono sbalordito”.

Sorpresa tra i calciatori: “Tutti erano dietro di lui”

“Non siamo stati avvertiti, né consultati, è sorpreso il capitano Benoît Poulain. Niente lo prefigurava. tutti erano dietro di lui nel gruppo…” Questo mercoledì mattina, Nicolas Usaï aveva normalmente guidato l’allenamento al centro della Bastide. All’inizio del pomeriggio, Rani Assaf ha parlato con il suo allenatore, e gli ha detto del suo desiderio di porre fine ai suoi doveri. “Un mese fa, visti i risultati, Nicolas avrebbe capito. Ma lì…”, confida un’altra fonte.

Otto punti nelle prime 11 giornate, sette nelle successive quattro…

Dopo un mese di agosto decente, le cose sono andate male per i Crocos, che erano precipitati in classifica. Dopo 11 round, avevano solo 8 punti. Solo che da allora ne ha prese 7 nelle successive quattro, segnando in particolare Amiens (2-0) e Bordeaux (1-0), che si erano comunque presentate da capolista a Costières…

“Il rischio, senza cambi, di andare dritto in Nazionale”

Allora perché fermarsi qui, anche se è vero che la situazione sportiva non era brillante (NO non retrocessi alla tregua, ma solo grazie alla media gol)? Secondo le nostre informazioni, la mancata partita a Pau e lo stato d’animo difensivo mostrato a Béarn all’inizio della partita hanno messo in discussione la gestione del club, soprattutto dopo la prestazione vincente contro l’Amiens. Contro Nicolas Usaï avrebbe giocato anche il fatto di essere stato lento nel passare da una difesa a tre con due pistoni a una classica retroguardia a quattro. “Il suo coinvolgimento e il suo investimento non sono affatto in discussione, precisa un altro vicino al club. Ma c’era il rischio, senza cambi, di andare dritto in Nazionale”. Anche il percorso in trasferta, senza vittoria e con una regolare sensazione di febbre, ha pesato, inevitabilmente…

Il comunicato ufficiale del club è arrivato poco prima delle 17, dopo che le due parti hanno raggiunto un accordo: “Nicolas Usaï e Nîmes Olympique hanno deciso, di comune accordo, di porre fine alla loro collaborazione. Il Nîmes Olympique ringrazia il signor Usaï per il lavoro svolto e gli augura tutto il successo che merita per il resto della sua carriera”.

Frédéric Bompard, 59 anni, arriva lunedì

Richard Goyet, assistente di Nicolas Usaï, guiderà la seduta di questo giovedì a La Bastide e allenerà la squadra per l’8° turno della Coupe de France, sabato alle 15 a Montauban (Regional 2). Il nuovo allenatore dei Crocodiles sarà sicuramente sugli spalti dello stadio Sapiac. Secondo le nostre informazioni, è Frédéric Bompard.

L’ex fedele assistente di Rudi Garcia a Dijon, Lille, Roma e OM (i due uomini hanno giocato insieme in club, bambini, nella regione parigina, Frédéric Bompard come portiere) sarà il numero 1 a Nîmes, come era stato brevemente al Guingamp .

Ad interim, aveva anche contribuito a recuperare il club bretone nel 2021 e a mantenerlo in Ligue 2 (9°). Ma non essendo titolare del BEPF (certificato di allenatore professionista di calcio), non poteva continuare la sua missione. Diploma ottenuto lo scorso maggio. Secondo le nostre informazioni non verrà da solo: una o due persone, tra cui un deputato, potrebbero arrivare velocemente.

Frédéric Bompard festeggerà quindi il suo 60° compleanno alla guida del Nîmes Olympique il 30 dicembre. Con la stessa missione di Côtes-d’Armor: mantenere L2.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *