• Home
  • Nissan presenta la sua auto “fiore di ciliegio”.

Nissan presenta la sua auto “fiore di ciliegio”.

0 comments

Da quando Nissan ha acquisito e.dams la scorsa stagione, il team è ora al 100% giapponese. I protagonisti tecnici non sono cambiati, e tutto si svolge sotto il controllo di Vincent Gaillardot, ex Renault F1 ma anche FE, passato alla Nissan ormai quattro anni fa. Ma a parte il team operativo, tutto è nuovo: le vetture, ora chiamate Nissan e-4ORCE 04 in connessione con la tecnologia a quattro ruote motrici dell’Ariya (ma le monoposto sono solo propulsione), l’organizzazione generale e la piloti.

Consapevole che tutto è ancora da fare in Formula E, Nissan sta facendo leva sui suoi 85 anni di storia nel motorsport e sulla sua esperienza nel campo dei veicoli elettrici per giustificare il suo impegno in un campionato del mondo che stenta a trovare piedi e stabilità. Le nuove vetture, più potenti e leggere, sono attese a turno per aumentare il livello dello spettacolo, finora variabile a seconda dei circuiti. Il campionato è comunque ben sostenuto dai principali costruttori, e in particolare da Nissan che vede la stagione 9 come quella del rinnovo.

“Questa sarà la nostra quinta stagione in Formula E, ma la prima come squadra” afferma Ashwani Gupta, direttore generale delle operazioni di Nissan, alludendo al fatto che il team è ora fabbrica al 100%. “Abbiamo una lunga storia nelle corse automobilistiche e ci piace anche osare fare ciò che gli altri non fanno. La nostra nuova livrea celebra la nostra eredità giapponese e sono sicuro che questo design si distinguerà in pista come mai prima d’ora. » Ci dispiace solo che Nissan non sia arrivata alla fine del processo vestendo la sua auto con più fiori di ciliegio, quando da lontano crederemo principalmente che sia macchiata. Ma bisogna lasciare spazio al rosso del marchio, e possibilmente ad altri sponsor.

Due nuovi piloti

Basta parlare di decorazioni: per questa nuova stagione Sébastien Buemi, partito per Envision Racing, e Max Günther, arruolato dalla Maserati, hanno lasciato il posto a due piloti francesi: Norman Nato (30 anni) e Sacha Fenestraz (23 anni) vecchio) . Il primo ha già corso in Formula E con Venturi (a vittoria a Berlino nel 2021), e il secondo è stato un pilota di riserva Jaguar, partecipando al suo primo E-Prix a Seoul (Corea del Sud) lo scorso agosto. Nonostante la giovane età, i due piloti hanno già una buona esperienza, anche lunga per Nato, vicecampione di Francia nel Karting a 11 anni che ha poi guidato in Formula Renault 3.5, in GP2 e in Formula 2 prima di approdare in Formula E e nel FIA-WEC.

Sacha Fenestraz ha iniziato a correre sui kart all’età di tre anni in Argentina, il paese in cui un anno dopo era il pilota con licenza più giovane. Titolato in Formula 2.0 e dopo una parentesi in Formula 3, è partito per il Giappone, nel Super GT su una Nissan GT-R GT3. Secondo nel campionato Super Formula la scorsa stagione, è stato poi ufficializzato alla Nissan in Formula E.

Se Nato dovesse continuare a guidare in parallelo nel Mondiale Endurance (squadra da confermare), il giovane Fenestraz punterà su di lui, almeno per questa stagione, sulla Formula E. Gli oltre tre anni trascorsi in Giappone, lontano dalla sua famiglia, gli fece nascere il desiderio di tornare in Europa e stabilirvisi.

Il programma delle prossime settimane è molto chiaro per il Nissan Formula E Team: dopo i test privati ​​sul circuito di Calafat, ora si tratta di fare il simulatore e prepararsi fisicamente fino ai test di Valencia (Spagna) in programma dal 12 al 15 dicembre Poi le vetture verranno smontate e messe in container prima di essere spedite a Città del Messico, teatro della prima gara della stagione il 14 gennaio 2023.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}