Ochoa salva il Tri! – Dbrief e NOTE dei giocatori (Messico 0-0 Polonia) – Calcio

Il Messico ha spinto, ma è stata la Polonia ad avere la possibilità di vincere. Alla fine, le due selezioni sono state 0-0 martedì per il loro ingresso nella Coppa del Mondo 2022.

Ochoa salva il Tri!  -D

Ochoa respinge il rigore di Lewandowski

Nonostante il loro dominio, martedì il Messico ha spinto invano contro la Polonia (0-0) nel Gruppo C della Coppa del Mondo 2022. Eppure, ci è voluta una decisiva parata di Ochoa su rigore per salvare gli uomini di zia Martino!

Nella calda atmosfera generata dai tifosi del Tri, accorsi in gran numero allo Stade 974, il volto di questa partita stava rapidamente prendendo forma con le manovre messicane ei polacchi alla ricerca di contrattacchi. Le due selezioni si sono affrontate colpo su colpo in avvio di partita ma senza farsi male a vicenda per mancanza di precisione tecnica.

Lucky ritardare l’occasione

Con il passare dei minuti sale la pressione sulla porta delle Aquile Bianche, che trema sulla testa di Vega, che è appena passato, poi si affida a un’uscita salvifica di Szczesny per ostacolare Gallardo. Di fronte, nonostante la loro posizione alta sul terreno, gli uomini di Czeslaw Michniewicz hanno mostrato un volto troppo disordinato per essere pericoloso e Lewandowski non si è mai trovato in buone condizioni. Prima dell’intervallo è ancora Szczesny a farsi notare per deviare un tiro di Sanchez.

Ochoa coeure Lewandowski

Dopo questo deludente primo atto, questa parte è tornata indietro dagli spogliatoi quando Lewandowski ha sfruttato la sua esperienza per ottenere, dopo il ricorso al VAR, un rigore contro Moreno che lo aveva appeso. L’attaccante dell’FC Barcelona ha finalmente segnato il suo primo gol ai Mondiali alla fine del piede, ma questo senza contare su Ochoa che ha compiuto un miracolo tuffandosi sul lato destro!

Un vincitore di nome… Argentina?

Colpiti, i messicani spingono ancora di più, ma Szczesny interviene sulla deviazione di Martin. Più aperto, il finale di gara ha dato l’impressione di poter passare da una parte all’altra, ma nessuno ha trovato la colpa. Un risultato che fa gli affari all’argentino, inondato poco prima dall’Arabia Saudita (1-2) ma che evita così di ritrovarsi già alla distanza.

Punteggio partita: 4/10

Ci sono buoni 0-0, come Danimarca-Tunisia, e altri che sono veri 0-0. Questo rientra nella seconda categoria. Nonostante il suo dominio e alcune buone mosse, il Messico ha avuto difficoltà a prendere il rovescio dai polacchi poco ispirati che non sono stati in grado di fare altro che riprendersi da Lewandowski. La superba parata di Ochoa e l’atmosfera folle creata dai tifosi messicani avranno rappresentato rare radure.

NOTE DEI GIOCATORI

Maxifoot ha assegnato un punteggio (su 10) ai commenti di ogni giocatore.

Migliore in campo: Guillermo Ochoa (7/10)

Entrato questo martedì nella cerchia ristretta dei giocatori che hanno giocato 5 Mondiali, il portiere messicano ha festeggiato come si deve questa prestazione. Come trasceso dall’evento, l’ex portiere dell’Ajaccio si è tuffato sul lato destro per deviare il rigore ancora ben colpito da Lewandowski. Una parata che salva un punto.

MESSICO :

Guillermo Ochoa (7): leggi il commento sopra.

J. Snchez (5,5): disponibilissimo sulla sua corsia, il destro non ha esitato a combinarsi con i suoi attaccanti e a cogliere l’occasione, come il suo tiro deviato da Szczesny a fine primo periodo. In difesa, invece, a volte ci siamo sentiti un po’ meno sereni di fronte alle rare minacce polacche.

C. Montes (6): con Lewandowski, il difensore centrale aveva davanti un bel cliente e il messicano ha fatto egregiamente bene visto che l’attaccante non è mai riuscito a dargli una scivolata.

Hctor Moreno (5): il centrale difensivo ha disputato una gara abbastanza discreta fino a quando non è stato beccato da Lewandowski a concedere un rigore, certamente un po’ duro. Fortunatamente per lui senza conseguenze.

J. Gallardo (6): buona prestazione del lato sinistro con salite incisive che hanno fatto male ai polacchi. Non è andato lontano per aprire le marcature prima dell’intervallo, ma Szczesny gli ha tolto il tappeto da sotto.

Hctor Herrera (5,5): come un trequartista a rinculo, l’ex giocatore dell’Atletico Madrid ha fatto diverse offerte ai compagni, come questo centro per la testa di Vega. Solido nella battaglia a centrocampo. Sostituire il 71° minuto con Carlos Rodriguez (non non).

Edson lvarez (5,5): gioco da maestro di questa selezione, il centrocampista dell’Ajax Amsterdam ha girato piuttosto bene la palla, ma qualche pericolosa perdita di palloni ha offuscato il suo record.

L. Chvez (5): meno conosciuto delle sue conoscenze di centrocampo, il centrocampista ha dimostrato di poter contare anche su alcuni servizi ben sentiti che hanno destabilizzato i polacchi.

Hirving Lozano (5): l’esterno del Napoli ha dimostrato in più azioni di avere fuoco nelle gambe. Il messicano ha combinato bene e ha fatto la differenza, ma non necessariamente ha fatto le scelte giuste…

H. Martn (4,5): primo attaccante sulla carta, il messicano ha scambiato molto con i compagni in allenamento. Interessante nello stoccaggio ma non sempre abbastanza nitido in superficie. Sostituire il 71° minuto con Raul Jiménez (non).

E. Vega (6): molto attivo, l’attaccante ha danneggiato la difesa polacca e ha anche colto l’occasione migliore per la sua squadra con questo colpo di testa che non ha battuto abbastanza. Emozionante e audace, ha fatto una buona impressione. Sostituire l’84° minuto con Uriel Antuna (non non).

POLONIA :

Wojciech Szczesny (7): l’immagine di Ochoa nel campo avversario, il portiere polacco sarà stato il miglior giocatore della sua squadra. Autore di 4 parate, l’ultimo baluardo della Juventus Torino ha battuto notevolmente Gallardo e Sanchez nel primo atto, prima di restare vigile nei confronti di Martin nel secondo periodo.

Bartosz Bereszynski (5,5): la sua perdita di palla in superficie nei primi minuti avrebbe potuto far temere il peggio, ma il difensore centrale si è ripreso piuttosto bene dopo, con interventi che hanno sollevato i suoi.

Kamil Glik (5): rassicurante negli interventi, il difensore centrale invece ha avuto meno successo quando ha provato ad allungare il gioco.

Jakub Kiwior (5): piuttosto serio in difesa, il difensore centrale non ha però brillato per la qualità dei suoi rilanci, troppo spesso sbagliati.

Matty Cash (4,5): il pistone giusto ha fornito una grande dissolutezza di energia per attraversare il campo. E le sue cavalcate hanno fatto bene. Ma il polacco lasciava spazi alle sue spalle e tendeva ad innervosirsi man mano che la partita andava avanti.

Jakub Kaminski (4): con solo il 47% di passaggi riusciti e 13 palloni persi, il centrocampista del Wolfsburg avrà incarnato meglio di ogni altro lo scarto tecnico dei polacchi. Pericoloso nel finale ma Ochoa blocca il suo tiro.

Grzegorz Krychowiak (5): partita mista per l’ex parigino. Nel primo tempo la poca velocità del centrocampista non ha aiutato la sua squadra, incapace di staccarsi. Alzò la testa e in seguito vinse altri duelli.

Sebastian Szymanski (4,5): attivo, il centrocampista è stato però troppo ruvido nelle prese palla e nelle trasmissioni. Il polacco procrastina molto anche sulle sue situazioni di contropiede. Sostituisci il 72esimo minuto con Przemyslaw Frankowski (non non).

Nicola Zalewski (3): presentato come una delle possibili rivelazioni di questo Mondiale, il giovane pistone sinistro della Roma ha dovuto fare il suo ingresso in corsa. Nonostante tanta buona volontà, troppo spesso confondeva la velocità con la fretta. Sostituire il 46° minuto con Wladyslaw Bielik (5)un po’ più prominente nella costruzione.

Piotr Zielinski (4): Messo in un ruolo di elettrone libero, il napoletano non ha avuto l’influenza prevista sul gioco della sua squadra. Troppo impreciso nei cross e sui calci piazzati. Sostituire l’88° minuto con Arkadiusz Milik (non non).

Robert Lewandowski (5): cosa ricordare? La sua bravura che gli permette di ottenere un rigore o il suo fallimento in questo esercizio che lascia il suo contropiede ai Mondiali disperatamente bloccato a zero? Una cosa è certa: i polacchi hanno avuto molte difficoltà a trovare l’attaccante del Barcellona. E poiché è ovviamente l’unico in questa squadra in grado di portare pericolo…

E per te chi sono stati i migliori e i peggiori giocatori della partita? Commenta nella casella “commenti” qui sotto!

MESSICO 0-0 POLONIA (mi-tps: 0-0) – CdM 2022 – 1° turno, girone C / 1° giornata
Stadio: Stadium 974, Ras Abu Aboud – Arbitro: Chris Beath, Australia

Ma :
Avvertenze : J.Snchez (29°), H. Moreno (56e)per il MESSICO – P.Frankowski (76°)per la POLONIA

MESSICO : G. OchoaC. Montes, H. MorenoJ. Sanchez, J. GallardoH. Herrera (C. Rodriguez, 71), E. Álvarez, L.ChvezH.Lozano, H. Martin (R. Jimnez, 71e), A. Vega (U. Antuna, 84e)

POLONIA : W. SzczesnyB. Bereszynski, K. Glik, J.KiwiorM. Contanti, N. Zalewski (K. Bielik, 46e)J. Kaminsky, S.Szymanski (P.Frankowski, 72e)G.KrychowiakP. Zielinski (A. Milik, 87e), R.Lewandowski

Il rsum della partita in video

I sostenitori di Tri danno spettacolo

Ochoa ha salvato i mobili

Lozano e il Messico hanno spinto, invano…

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *