• Home
  • Parc des Princes: “Se non vogliono accettare la nostra offerta, ce ne andiamo”, assicura Nasser Al-Khelaïfi

Parc des Princes: “Se non vogliono accettare la nostra offerta, ce ne andiamo”, assicura Nasser Al-Khelaïfi

0 comments

Tra le varie vicende che hanno interessato sia il Qatar che il PSG nelle ultime settimane, tutto l’extrasportivo legato all’organizzazione dei Mondiali nel suo paese a file della vendita del Parc des Princes passando attraverso il desiderio del club di vendere azioni a un nuovo investitore, Nasser Al-Khelaïfi ha comunque accennato un po’ al campo.

In una lunga intervista rilasciata al quotidiano Il gruppoil presidente del Paris Saint-Germain ha potuto fare un rapido resoconto sulle scadenze future del club, mentre i non globalisti tornerà a Camp des Loges questo lunedì 5 dicembre e che la Ligue 1 riprenderà il 28, contro lo Strasburgo al Parc des Princes.

Luis Campos e Antero Henrique si sono separati

La squadra che si ritroverà a gennaio dovrebbe, a priori, essere la stessa partita a novembre. “Non abbiamo bisogno di nessuno, ha detto Al-Khelaïfi a proposito del mercato invernale, e quindi, secondo le nostre informazioni, Luis Campos voleva reclutare un giocatore per linea quest’inverno. Dobbiamo mantenere la stessa squadra. Penso che abbiamo trovato uno spirito collettivo e che stiamo bene. (Christophe Galtier e Luis Campos) non ha chiesto nulla. Perché capiscono. Parliamo tutti insieme. Rispetto molto il mister, lo apprezzo molto perché ha dei valori umani. È un ottimo allenatore. »

Ciò che dovrebbe cambiare, tuttavia, è che Luis Campos dovrebbe ora avere mano libera per agire nella direzione sportiva del club, lui che si era lamentato in particolare con RMC crash ripetuti tra il suo campo d’azione e quello di Antero Henrique, responsabile delle vendite soprattutto quest’estate. “Non lo nascondo. Ci sono stati dei problemi tra i due, ha ipotizzato Al-Khelaïfi. Ma non è niente di personale. In effetti, ognuno è in qualche modo entrato nel lavoro dell’altro. Ecco perché abbiamo deciso di interromperlo. Antero ha fatto un ottimo lavoro nelle cessioni, nei prestiti… anche Luis dalla sua parte, ma è difficile avere due teste, è solo una questione di comunicazione, Antero resterà ma non gestirà più la prima squadra. Aiuterà il Braga e andremo anche in un altro club. »

Riguardo a possibile estensione di Leo Messiannunciato con insistenza a Miami, o la situazione di Kylian Mbappé, che aveva espresso il desiderio di partire all’inizio della stagione poco dopo l’estensione, il leader del Qatar è entrato in contatto. “Quest’anno è il Mondiale. Spero che Messi e Mbappé siano i più forti ai Mondiali. Poi parleremo. »

“Se pensano che investiremo 500 milioni di euro…”

A proposito del Parco dei Principi, Nasser Al-Khelaïfi ha ribadito i suoi commenti distillati nei media americani Bloomberg e nella Marca spagnola. “Se non vogliono accettare la nostra offerta, ce ne andiamo”, ha sanzionato. Il municipio dovrebbe pensare alla nostra offerta. Abbiamo già investito più di 80 milioni di euro nello stadio. Cosa ha fatto il municipio allo stesso tempo? Se pensano che investiremo 500 milioni di euro, andremo semplicemente a costruire un nuovo stadio. Ha anche reagito alle parole di Emmanuel Grégoire, primo vicesindaco di Parigi, nelle nostre colonne “Parla troppo. Davanti a noi ci racconta qualcosa e sul giornale la sua versione è diversa. Questo, non posso accettare. »

Infine, ha accennato brevemente alle indagini in corso sulla causa contro di lui, rivelato in particolare da Le Parisien e da Liberation e al cui centro troviamo, tra gli altri, l’ex lobbista Tayeb Benadberrahmane, che accusa il Qatar di averlo arrestato e costretto a consegnare documenti privati ​​che aveva su Al-Khelaïfi. “La giustizia farà il suo corso, non ho tempo per parlare di piccoli criminali professionisti”, ha semplicemente ribattuto. Hanno cambiato avvocati più volte di quanto abbiano cambiato le loro storie e le loro bugie. »

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}